Gli impianti di condizionamento possono diffondere il Coronavirus?

coronavirus-4945950_960_720

Negli ultimi giorni, gli operatori di settore si sono più volte interrogati in merito alla possibilità che gli impianti di condizionamento possano contribuire alla diffusione del Coronavirus.

L’argomento, di grandissimo interesse e di capitale importanza, è stato affrontato anche dai principali media nazionali: tanto i Tecnici quanto gli utenti sono stati portati a chiedersi se e come fosse necessario procedere per garantire che gli impianti possano essere gestiti in sicurezza. Industria e Formazione, in accordo con ATF – Associazione dei Tecnici del Freddo e con il Centro Studi Galileo, più autorevole ente per la formazione nel settore della refrigerazione, hanno deciso di supportare in tal senso la posizione presa da AiCARR, Associazione Italiana Condizionamento dell’Aria, Riscaldamento e Refrigerazione, espressa in documento destinato a fornire consigli su come meglio gestire gli ambienti lavorativi durante l’emergenza. Continua a leggere

Monitoraggio dei prezzi degli HFC: i dati del quarto trimestre del 2019

Catturag

L’Associazione dei Tecnici del Freddo è partner ufficiale di Oko Recherche e della Commissione Europea per il monitoraggio continuo del prezzo degli HFC e per la loro disponibilità in territorio UE.

Nel quarto trimestre del 2019, 82 aziende appartenenti a undici diversi Stati Membri dell’Unione (in particolar modo da Francia, Germania, Italia e Polonia), oltre a 3 produttori di gas, 10 distributori, 26 OEM, 37 compagnie di servizi, 5 utilizzatori finali e 2 aziende di diversa connotazione hanno collaborato alla realizzazione di un report sull’andamento dei prezzi relativi, focalizzandosi su quelli con i quali hanno avuto modo di lavorare.

I punti salienti dell’analisi sono:

  • I prezzi di R134a, R407C, R410A ed R404A continuano a calare, ma meno di quanto è avvenuto nel trimestre precedente. C’è stata domanda, anche se inferiore a quella del 2017.
  • I prezzi, a livello di OEM e società di servizi, sono stati ancora da 4 a 6 volte superiori rispetto a prima degli aumenti del 2017. Potrebbero essere stabilizzati da società vincolate a contratti di maggior durata. Anche i prezzi di vendita delle società di servizi sono ulteriormente diminuiti e hanno raggiunto un livello di prezzo comparabile a quello del terzo e del quarto trimestre del 2017.
  • I prezzi dei refrigeranti alternativi  a basso GWP sono rimasti stabili, quando non diminuiti.
  • Quattro aziende hanno lamentato scarsa disponibilità di refrigeranti, soprattutto ad alto GWP, mentre 62 invece no. Le rimanenti non hanno risposto.
  • I prezzi dei refrigeranti rigenerati, segnalati dai distributori di gas, dimostrano che potrebbero essere pari al doppio del prezzo dei gas vergini, a causa delle limitate quantità disponibili. Il Gas rigenerato più comune è l’R404A, seguito dall’R134a.

Il documento completo è disponibile qui.

AEFYT presenta la sua guida tecnica per l’applicazione delle norme di sicurezza per le installazioni di refrigerazione

Logo_alargado

Da http://www.interempresas.net
Aefyt presenta la sua guida tecnica per l’applicazione delle norme di sicurezza per le installazioni di refrigerazione: il pdf, in spagnolo, già disponibile per il download.

L’Associazione dell’industria del freddo e delle sue tecnologie, (Aefyt – Spagna) ha presentato la Guida tecnica per l’applicazione del regolamento di sicurezza per le installazioni di refrigerazione e le sue istruzioni tecniche complementari. La Guida, a cura di AENOR  e già disponibile in formato PDF, spiega e interpreta in modo semplice il nuovo Regolamento, approvato dal R.D. 552/2019, con l’obiettivo di chiarire eventuali dubbi che potrebbero sorgere nella sua applicazione.

La Guida copre, tra le altre cose, tutti i dettagli sulle caratteristiche e sul trattamento da assegnare ai nuovi fluidi refrigeranti, tra cui A2l (leggermente infiammabile) e il calcolo delle forme di efficienza energetica negli impianti di refrigerazione, come COP e il TEWI. Inoltre, il testo è arricchito da una moltitudine di riferimenti incrociati, come l’accesso diretto al regolamento e l’estratto delle norme UNE ivi citate, come la EN 378-2016, la Direttiva sulle attrezzature a pressione 2014/68, la EN 13.136 e la RD 709/2015. Il comitato tecnico dell’associazione ha presentato il progetto iniziale e ha partecipato alla stesura del testo legislativo promulgato. Inoltre, dalla sua approvazione, ha tenuto corsi di formazione di persona e in videoconferenza, nonché giornate informative in varie città della Spagna allo scopo di raggiungere il maggior numero possibile di progettisti, installatori e professionisti della manutenzione e della sicurezza per spiegare al meglio i dettagli del regolamento. Il regolamento è un testo fondamentale al fine di introdurre sul mercato le ultime tecnologie in fase di sviluppo nel settore del freddo, e di farlo con garanzie complete in materia di sicurezza ed efficienza energetica.

LU-VE: ACQUISIZIONI E PRODOTTI “GREEN” SPINGONO FATTURATO (+ 27,6%) E UTILE NETTO ADJUSTED (+ 38,2%)

luve

Da Lu-Ve Group riceviamo e condividiamo:
Uboldo (Va) 18.3.20 – Il Consiglio di Amministrazione di LU-VE S.p.A. ha esaminato e approvato il progetto di bilancio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2019:

Fatturato consolidato 2019: € 391,6 milioni (+27,6% rispetto al 31.12.18);

Utile netto adjusted: € 22,8 milioni (+38,2%);

Generazione netta di cassa record: € 37,9 milioni;

EBITDA adjusted: € 51,7 milioni (+34,5%);

Proposto aumento del dividendo a € 0,27 per azione (+8,0%);

Deliberato avvio piano di acquisto di azioni proprie fino a un massimo del 10% del capitale sociale.

Il Gruppo ha anche deciso di donare €300.000 a sostegno della lotta contro il coronavirus. La definizione dei destinatari della donazione verrà definita da un apposito comitato ad hoc. Continua a leggere