TOLLERANZE E INCERTEZZE NEI DATI SULLE PRESTAZIONI DEI COMPRESSORI FRIGORIFERI | Documento congiunto AHRI – Asercom

2BITZER_Mostra_NE_CRII_FIN_13953984590INTRODUZIONE | Gli standard di valutazione dei dati sulle prestazioni dei compressori e delle unità condensanti prevedono la pubblicazione di dati rappresentativi delle unità medie prodotte. La tolleranza consentita secondo gli standard AHRI e EN viene regolarmente riesaminata durante le revisioni. Questi standard contengono la descrizione delle condizioni di valutazione e dei valori di tolleranza associati.
I valori di tolleranza in AHRI 510, AHRI 520, AHRI 540, AHRI 570, EN 12900 e EN 13215 variano in base alle condizioni di valutazione e sono considerati necessari secondo lo stato attuale degli standard di produzione e prova statunitensi ed europei.

La tolleranza consentita per la capacità frigorifera dei compressori arriva a:

  •  -5% con una temperatura di evaporazione elevata (HBP, contropressione alta)
  •  -7,5% con una temperatura di evaporazione media (MBP, contropressione media)
  •  -10% con una temperatura di evaporazione bassa (LBP, contropressione bassa)

Il coefficiente di prestazione (COP) o indice di efficienza (EER) hanno una tolleranza fino a -10%, mentre è -5% in punti specifici di valutazione. Continua a leggere

Notizie dalla UE: Ecodesign per data center e etichettatura energetica per condizionatori

European flags in a row

Provvedimenti Ecodesign per i data-center | La Commissione europea ha presentato un progetto di provvedimenti Ecodesign riguardanti server e apparecchiature di archiviazione dati dal momento che questi tipi di attrezzature sono grandi consumatori di energia. Questo è anche causato dai sistemi di raffreddamento di cui essi necessitano: poco meno del 50% del consumo di elettricità legato ai data center è dovuto principalmente al loro raffreddamento.
Ecodesign ed etichettatura energetica per i condizionatori | La Commissione europea ha dato il via alla revisione delle misure di etichettatura energetica e progettazione ecocompatibile per i condizionatori d’aria (206/2012 e 626/2011). L’obiettivo è di rivedere le disposizioni riguardanti la portata, l’efficienza ed il livello di potenza sonora per i condizionatori d’aria e per i ventilatori. Si affronterà anche l’aspetto riguardante l’uso di refrigeranti a basso potenziale di riscaldamento globale (GWP) e gli aspetti dell’efficienza delle risorse (smontaggio, riciclabilità, riparabilità e durata). Va notato che la revisione valuterà l’applicazione del metodo del “prodotto esteso”, cioè come determinate caratteristiche di condizionatori e ventilatori potrebbero contribuire ad un minor consumo energetico del prodotto nel suo complesso.
Per quanto riguarda il Regolamento sull’etichettatura energetica, il riesame valuterà se ci sono dei cambiamenti significativi nelle ​​quote di mercato dei vari tipi di elettrodomestici.
Ci si attende una prima bozza dei lavori per l’estate 2017 e una seconda per l’inverno 2017/2018. Lo studio dovrebbe essere finito a metà del 2018.

 

 

 

 

Raffreddare senza inquinare: le nuove soluzioni green per il raffrescamento residenziale efficiente e di design

unnamedNasce una nuova versione del prodotto della start up italiana TEON per la climatizzazione di villette e piccoli condomini. Innovative anche nell’involucro, che la rendono più silenziosa ed esteticamente unica le MINI- e MICROTINA mantengono tra i principali plus la sostenibilità ambientale ed economica.
Grazie alle caratteristiche tecniche innovative di MINI e MICROTINA è possibile raffreddare oltre che riscaldare senza inquinare e risparmiando fino al 70% sulla bolletta energetica. Con una potenza variabile di 31-60kW e 9-16kW MINITINA e MICROTINA sono pompe di calore acqua-acqua ad alta temperatura, adatte per villette, ville e piccoli condomini, dove rappresentano la soluzione ideale per il riscaldamento invernale, l’ACS e il condizionamento estivo. Continua a leggere

Raffreddare e risparmiare energia. Riscaldare senza inquinare l’ambiente

unnamedRisparmiare fino al 70% sulla bolletta energetica, e allo stesso tempo, riscaldare e raffreddare senza emissioni inquinanti in loco.  E’ questa la visione che ha fatto nascere due soluzioni innovative: Tina e Retina. La prima, una pompa di calore idrotermica, in grado di produrre acqua calda a 80°C per il riscaldamento centralizzato e acqua calda sanitaria di edifici e grandi volumetrie in genere, estrae calore dall’acqua (per il 70% dell’energia termica prodotta) e utilizza elettricità (per il rimanente 30%); la seconda  produce anche raffrescamento estivo a 7° C. Il tutto senza modificare i terminali esistenti. Risparmio energetico e inquinamento ambientale sono tematiche sempre più attuali. Anche nella stagione invernale 2015/16, l’inquinamento atmosferico ha superato più volte i limiti consentiti dalla legge, nonostante i blocchi del traffico imposto dai comuni italiani. Secondo i dati dell’ISPRA il principale responsabile delle emissioni inquinanti in città non è infatti il traffico, ma il riscaldamento – con oltre il 40% -, in particolare delle PM10. Continua a leggere

Danfoss presenta la nuova serie di compressori Turbocor® TG: nuovi modelli per refrigerante a basso impatto ambientale HFO-1234ze

TG310_High-ResLe recenti fiere internazionali di settore mostrano un vasto consenso per il refrigerante R1234ze come standard per chiller di grandi dimensioni. Dopo il successo del compressore TG310, pioniere nel 2012 dei compressori centrifughi per i refrigeranti a bassissimo GWP, Danfoss lancia sul mercato quattro nuove serie di compressori TG.
La serie Danfoss Turbocor TG per refrigeranti a basso GWP (Potenza di Riscaldamento Globale), consente ai costruttroi di chiller di creare soluzioni sostenibili e climate friendly nel rispetto delle normative per la riduzione delle emissioni di CO2 diretta e indiretta, come per esempio le norme F-Gas in Europa e la SNAP regulation negli USA.
Simili ai compressori della serie TT, attualmente in uso, la serie TG presenta compressori centrifughi con cuscinetti magnetici, oil-free e a velocità variabile. Questi prodotti offrono una notevole efficienza energetica sia a pieno carico che a carico parziale, oltre a vantare caratteristiche come lo scarso ingombro, un peso contenuto, basse vibrazioni, un basso impatto acustico, controlli intelligenti e funzionalità soft start. Continua a leggere

Hecu sistema. Da oggi disponibile anche per applicazioni a CO2 di bassa temperatura

 

CAREL_HecuCAREL, azienda multinazionale specializzata nelle soluzioni di controllo per il settore del condizionamento, della refrigerazione e dell’umidificazione dell’aria, amplia la propria offerta di soluzioni di controllo per condensing unit ad alta efficienza a CO2.
Hecu sistema introduce la gestione di due linee di compressori, tipica dei tradizionali sistemi booster CO2transcritici: si soddisfano così anche applicazioni a bassa temperatura mantenendo inalterati gli alti livelli di efficienza garantiti dalla tecnologia DC inverter. Si aprono inoltre le porte a nuovi scenari applicativi che permettono una ulteriore diffusione di impianti con soli refrigeranti naturali. Continua a leggere

HEOS SISTEMA DA OGGI REFRIGERANT NEUTRAL

unnamedTutti i benefici del sistema Carel per applicazioni waterloop con compressori a giri variabili (DC inverter) ora disponibili anche per  refrigeranti naturali (CO2, Propano) o a basso GWP.
CAREL ha presentato in anteprima a Euroshop una nuova versione di Heos compatibile con i refrigeranti naturali (CO2, Propano) e a basso GWP,ovvero refrigerant neutral. Il know-how nei sistemi ad anello ad acqua (waterloop) con compressori a capacità variabile DC inverter unito alla competenza e all’esperienza nella gestione dei refrigeranti naturali e a basso GWP hanno portato a coniugare tutti i benefici del sistema Heos all’utilizzo di refrigeranti a minor impatto ambientale. Continua a leggere