Vendita/acquisto gas refrigeranti: risposta del Ministero dell’Ambiente a quesito ATF – Scarica gratuitamente i moduli

logIn relazione ad un quesito dell’ATF al Ministero dell’Ambiente sulle corrette modalità a cui ottemperare per l’acquisto e per la vendita dei gas refrigeranti fluorurati (HFC), tematica che suscita alcune perplessità e/o dubbi interpretativi da parte dei diversi operatori del settore (distributori gas refrigeranti, rivenditori di componentistica, installatori e frigoristi), riportiamo la risposta del Ministero, che si è pure confrontato sul tema, con la Commissione Europea: 

“La Commissione ha confermato che gli F-gas possono essere venduti sia alle persone (Patentino Frigoristi PIF ndr) che alle imprese (Certificazione d’impresa CIF ndr) per le quali è previsto un obbligo di certificazione/attestazione a norma dell’articolo 10. Resta fermo che per lo svolgimento di attività per le quali non è previsto nessun obbligo di certificazione/attestazione, gli F-gas possono essere venduti liberamente. Si sottolinea infine che le imprese che continuano a svolgere le attività di cui ai Regolamenti (CE) n. 303/2008 e n. 304/2008 senza possedere il pertinente certificato violano un obbligo di legge e sono soggette a sanzioni.”

Alleghiamo, per gentile concessione di RIvoira SPA, tre files di grande importanza che potrete scaricare gratuitamente cliccando direttamente sul titolo:

CHIARIMENTI SU CERTIFICAZIONE NECESSARIA PER ACQUISTO F-GAS

DICHIARAZIONE PER ACQUISTO GAS FLUORURATI (F-GAS)

MODULO RICHIESTA CERTIFICAZIONI AZIENDALI EO PERSONALI

8 commenti

  1. siamo sicuri di poter dire che il Ministero ha detto di poter vendere Fgas anche ai soli possessori di PIf, senza specificare i casi? Mettere in giro queste notizie senza reale fonte o meglio senza specifica, potrebbe creare dei problemi. La maggioranza delle imprese ha speso soldi per le Certificazioni finali.

    1. Questa email arriva direttamente dal Ministero, firmata dal Ministero. Ovviamente deve leggerla correttamente e cioè. La certificazione delle imprese è obbligatoria per legge. Può presentare il solo patentino chi lavora “in house”, cioè chi lavora per i propri impianti all’interno del suo edificio. Esempio: un hotel ha un tecnico interno, la normativa dice che gli basta la certificazione della persona per cui questa persona può presentare il solo patentino della persona.

  2. E semplicemente uno schifo all’Italiana!!! lo sapete dove andranno a fare i controlli (se saranno capaci e non gente raccomandati e politicizzati)? da piccole e medie azziende che sono in regola con F-GAS, PED, PES PAV registri carico scarico GAS e con tutta la certificazione e attrezzatura. Seccondo Voi conviene spendere tandi soldi per metersi in regola e continuare a spendere per il mantenimento quando la maggioparte non sono in regola e lavorano più di noi in concorrenza sleale.

  3. Per le ed ex ditte che si sono cancellate da anni è continuano a lavorare da anni in barba alle norme… Acquistando, Fatturando?? Demolizioni e trasporti dei gruppi refrigeranti dal demolitore in barba alle leggi..!! Chi mi da una risposta! Grazie

    1. Caro Francesco stai tranquillo che quando decideranno di fare dei controlli verranno da noi che siamo in regola. E’ troppa fatticoso andare a prendere quelli non in regola. Il Lavorare é fattica……………….L’incompetenza regna sofrana.
      Io sono stuffo di spendere soldi, tempo e fattica per corsi, patentini, certificazioni, attrezzatura, rinovi, calibrazioni e tarature.
      Avvrei tante cose da dire!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi