Germania, ecco il condizionatore del futuro che funziona senza gas refrigerante

Saarland-University-muscle-heat-pumpUn sistema ecologico di riscaldamento e raffrescamento che può garantire il doppio o il triplo dell’efficienza dei condizionatori e delle pompe di calore tradizionali.
È quanto è stato progettato da un gruppo di ricercatori della facoltà di ingegneria dell’Università del Saarland, che lo ha presentato ad inizio aprile all’Hannover Messe, importante manifestazione espositiva dedicata alle tecnologie industriali.
Il prototipo sviluppato sfrutta le eccezionali proprietà del Nitinol. Si tratta di una lega superelastica di nichel e titanio a memoria di forma, ovvero capace di “mantenere la memoria” della sua forma riacquisendola una volta surriscaldata. I cavi accumulano grandi quantità di calore quando sono piegati e lo rilasciano quando tornano alla fisionomia di partenza: è stato scoperto che la differenza tra le due conformazioni può arrivare fino a 20 gradi. Grazie a questo, l’impianto è in grado di innalzare o abbassare la temperatura dell’aria senza l’impiego di alcun tipo di gas refrigerante. Continua a leggere

Embraco, la Commissione Europea ne autorizza l’acquisizione da parte di Nidec

embracoLa Commissione europea ha approvato l’operazione di acquisizione della società brasiliana Embraco da parte della giapponese Nidec Corporation.
L’accordo fra quest’ultima e la Whirlpool, proprietaria di Embraco, era stato raggiunto un anno fa per 1,08 miliardi di dollari.
La decisione della Commissione segue una revisione approfondita della transazione proposta, che unisce due dei maggiori produttori mondiali di compressori per il settore della refrigerazione. Il via libera, concesso nel quadro del regolamento UE sulle concentrazioni, è però subordinato al rispetto degli impegni presi dai giapponesi di Nidec. Continua a leggere

Aumento del limite di carica per i refrigeranti infiammabili: la IEC respinge la proposta

propaneLa Commissione Elettrotecnica Internazionale ha votato contro l’aumento del limite di carica dei refrigeranti infiammabili A3 (idrocarburi) negli impianti di refrigerazione commerciale.
Il processo di votazione finale per esprimersi sulla modifica allo standard internazionale IEC 60335-2-89 è stato avviato lo scorso 1° marzo e si è concluso pochi giorni fa. Venerdì scorso i comitati nazionali hanno rigettato la proposta di innalzare a 500 grammi il limite di carica per i refrigeranti infiammabili nelle apparecchiature di refrigerazione commerciali (lo standard attuale prevede un limite di 150 g). Continua a leggere

Esportazione illegale di R22: indagata un’azienda in Spagna

Valencia-illegal-R22-1Un nuovo caso di commercio illegale di refrigerante è stato scoperto dalla Guardia Civil spagnola. Quest’ultima sta indagando sull’azienda con sede a Valencia a cui il giro illegale avrebbe fruttato tra 500mila e un milione di euro.
Dieci persone sarebbero state coinvolte nell’esportazione illegale di ben 10 tonnellate di R22 dalla Spagna a Panama.
Gli investigatori sostengono che l’azienda, il cui nome non è stato rivelato, avrebbe gestito un traffico di gas refrigerante pur non possedendo la licenza necessaria. Continua a leggere

Giordania, due progetti UNIDO nel segno della riduzione degli HFC

unido-logoSta registrando buoni risultati in termini di performance il primo sistema a CO2 transcritico del settore del food retail del Medio Oriente, che è stato installato in un supermercato in Giordania.
Le prime evidenze mostrano che sta garantendo un risparmio energetico del 20-30% rispetto a un sistema a HFC e sta fornendo prestazioni soddisfacenti nelle condizioni climatiche di quest’area geografica.
L’installazione, una delle più avanzate nella refrigerazione per i supermercati, ha ricevuto il supporto del Ministero dell’Ambiente giordano. Si tratta di un progetto pilota finanziato dal Climate and Clean Air Coalition (CCAC) e implementato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale (UNIDO) nel contesto della graduale riduzione degli HFC.  Continua a leggere

Assoclima: 2018 un altro anno positivo per il settore della climatizzazione

assoclimaRisultati dell’indagine statistica Assoclima sul mercato dei componenti per impianti di climatizzazione: segno più per sistemi a espansione diretta e idronici. Continua l’affermazione delle pompe di calore.
Si percepisce una nota di soddisfazione nella dichiarazione di Roberto Saccone, Presidente di Assoclima Costruttori Sistemi di Climatizzazione, in occasione dell’incontro dedicato alla presentazione dei risultati dell’indagine statistica 2018: “Il settore della climatizzazione ha chiuso il 2018 con molti segni positivi. Sono cresciuti soprattutto i comparti legati alle rinnovabili termiche, ai sistemi a pompa di calore, una tecnologia che ha ancora importanti prospettive di miglioramento e innovazione, soprattutto dal punto di vista dell’efficienza energetica, e che avrà un ruolo importante nel raggiungimento degli obiettivi al 2030. Le nostre aziende sono pronte ad accettare la sfida, ma c’è da lavorare sulle condizioni al contorno“. Continua a leggere

Fuga di ammoniaca in Germania: circa 60 persone coinvolte

b88dca4ea74714e32c65dbe16706ecdedfcc288eb55cc7ce50b624b32e2607bbUna perdita di ammoniaca che poteva finire in tragedia si è verificata nei pressi dello stadio del ghiaccio di Straubing, in Germania. La causa sarebbe da attribuire alla perforazione di un tubo provocata da un escavatore al lavoro.
La situazione di emergenza è rientrata dopo undici ore, durante le quali la popolazione è stata invitata dalle squadre di polizia e vigili del fuoco a rimanere in casa con le finestre e le porte chiuse.
Stando a quanto riferito dal portale bavarese BR24, l’ammoniaca refrigerante sarebbe stata esalata da circa 60 individui che sono stati portati in ospedale per accertamenti: nove di questi risultano attualmente ricoverati. Le persone coinvolte, fra cui alcuni pompieri intervenuti sul posto, hanno riportato irritazione agli occhi e problemi respiratori. Continua a leggere