Energia: al via l’hub italiano per lo sfruttamento dell’energia dal mare

ReportOceanEnergyENEA ha riunito a Roma esperti e stakeholder nazionali nel campo dell’energia dal mare per lanciare l’hub italiano di PELAGOS Blue Energy Cluster per il Mediterraneo, il progetto europeo che si propone di promuovere lo sfruttamento di fonti marine attraverso una rete di PMI, compagnie elettriche, istituti di ricerca, operatori finanziari, fornitori di servizi e utenti finali in sette paesi europei (Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Italia, Portogallo e Spagna).
Il lancio della piattaforma italiana è avvenuto nell’ambito del workshop “Blue Energy: trend tecnologici e opportunità di mercato per le imprese italiane”, organizzato in collaborazione con Unioncamere Veneto e con la partecipazione anche dei due rappresentanti italiani all’European Strategic Energy Technology (SET) Plan. Inoltre, l’incontro è stato l’occasione per condividere il position paper “Ocean energy exploitation in Italy: ongoing R&D activities”, realizzato con la collaborazione dei maggiori attori italiani pubblici e privati che operano nel settore. Il documento è interamente dedicato alle attività di ricerca e sviluppo italiane nel campo dell’energia dal mare e all’impatto positivo che queste hanno sull’indotto industriale e sull’occupazione. Continua a leggere

L’Associazione dei Tecnici del Freddo al 12° Sustainability Summit di New Delhi

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Unione Europea in collaborazione con la Confederazione delle industrie indiane promuove un meeting per contrastare i cambiamenti climatici. Il rappresentante di tutte le Associazioni dei Tecnici del Freddo europee Marco Buoni sottolinea che “Il settore della Refrigerazione può fare molto per la salvezza del clima”
Dialogo aperto tra UE e India. Scambio di buone pratiche per la salvaguardia del clima, argomento mai come oggi d’attualità: gli uragani sferzano l’America centrale e settentrionale, la siccità aumenta in Africa e la superficie ghiacciata dei Poli non è mai stata ai minimi termini come nell’estate appena trascorsa.
“L’industria può fare molto, particolarmente quella del settore Refrigerazione e Condizionamento che ha utilizzato, e in parte utilizza ancora, potenti gas che causano effetto serra e cambiamenti climatici e che consuma il 17% dell’energia elettrica mondiale” dichiara Buoni. Continua a leggere

Strategia Energetica Nazionale 2017: per un’industria del freddo più green e più competitiva!

Strategia-energetica-nazionaleIl documento Strategia Energetica Nazionale 2017 pone l’accento sulla necessità di approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili e sull’importanza di minori consumi delle apparecchiature, in fase di produzione e di utilizzo.
Il settore HVAC ha una grande responsabilità in quanto consumatore del 17% dell’energia elettrica totale a livello mondiale. I cambiamenti climatici provocheranno nei decenni a venire una sempre maggiore necessità di refrigerazione e condizionamento quindi l’industria deve correre ai ripari.
Riportiamo la nota dei Ministri dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e dell’Ambiente Gian Luca Galletti. Continua a leggere

La posizione di AREA sul pacchetto UE “Energia Pulita”

PROHIBICION DE BOMBILLAS TRADICIONALESAREA ha espresso una propria posizione riguardo al Pacchetto energia pulita, che mira a mantenere l’Unione europea competitiva nella transizione verso l’adozione di fonti di energia pulita che sta interessando i mercati energetici globali. La posizione dell’AREA si rivolge specificamente alle 3 proposte che riguardano il settore della refrigerazione, del condizionamento e delle pompe di calore.
Per quanto riguarda la Direttiva sul rendimento energetico degli edifici, AREA è del parere di mantenere le attuali soglie di controlli periodici, includendo la ventilazione e la qualità dell’aria per definire meglio l’efficienza complessiva degli impianti. AREA ritiene necessario integrare tali controlli con le ispezioni previste dal regolamento UE n° 517/2014 sui gas fluorurati ad effetto serra.
Per quanto riguarda la Direttiva sulle fonti energetiche rinnovabili, AREA è contro ogni opzione vincolante per gli Stati membri nella scelta delle procedure migliori per raggiungere i propri obiettivi.
Per quanto riguarda la Direttiva sull’efficienza energetica AREA  esprime il suo sostegno alle proposte relative alla necessità di avere un migliore controllo del consumo di energia per il riscaldamento ed il raffrescamento.

Raffreddare senza inquinare: le nuove soluzioni green per il raffrescamento residenziale efficiente e di design

unnamedNasce una nuova versione del prodotto della start up italiana TEON per la climatizzazione di villette e piccoli condomini. Innovative anche nell’involucro, che la rendono più silenziosa ed esteticamente unica le MINI- e MICROTINA mantengono tra i principali plus la sostenibilità ambientale ed economica.
Grazie alle caratteristiche tecniche innovative di MINI e MICROTINA è possibile raffreddare oltre che riscaldare senza inquinare e risparmiando fino al 70% sulla bolletta energetica. Con una potenza variabile di 31-60kW e 9-16kW MINITINA e MICROTINA sono pompe di calore acqua-acqua ad alta temperatura, adatte per villette, ville e piccoli condomini, dove rappresentano la soluzione ideale per il riscaldamento invernale, l’ACS e il condizionamento estivo. Continua a leggere

Acqua del Mare per riscaldarsi? E’ una realtà nella gelida Alaska

Calving at Dawes GlacierUn interessante articolo comparso sulla rivista “Ecologiae” ci fornisce uno spunto interessante nel dibattito sulle nuove frontiere delle energie rinnovabili. L’Alaska SeaLife Center ha infatti abbandonato le fonti tradizionali e gestisce il riscaldamento utilizzano l’acqua di mare come vettore dello scambio termico.
Ecco questa grande innovazione raccontata dalla penna dell’ottimo Michele Costanzo
“Al mare ed ai suoi complessi fenomeni cinetici, chimici e termici si è sempre guardato con straordinario interesse nell’ambito delle energie rinnovabili. Sono molteplici i principi tecnici che permettono l’impiego dell’energia marina utilizzando i natali movimenti delle acque o sfruttandone le proprietà chimiche e fisiche. Una innovativa soluzione che permette di utilizzare le acque marine come vettore termico per il riscaldamento degli ambienti è stata presentata dall’Alaska SeaLife Center (ASLC), grande acquario che sorge nella città di Seward in Alaska e che come istituto di ricerca porta avanti anche numerosi progetti scientifici sull’ambiente marino. Continua a leggere

Analisi trimestrale del Sistema Energetico Italiano di ENEA: raggiunti gli obiettivi per le rinnovabili, ma peggiorano le prospettive decarbonizzazione e costo kilowattora industria resta ai massimi in Europa

imageNel 2016 l’Italia ha raggiunto con quattro anni di anticipo gli obiettivi europei di fonti rinnovabili sui consumi finali di energia (con il 17,6% contro il 17% al 2020), l’elettricità prodotta è stata più green grazie al maggiore utilizzo di gas (+13%) e al forte calo del carbone (-21%) e i consumi di energia sono rimasti stabili. È quanto emerge dall’Analisi Trimestrale del Sistema Energetico dell’ENEA (www.enea.it) che evidenzia tuttavia diversi elementi di preoccupazione come il rallentamento della crescita delle rinnovabili, il peggioramento delle prospettive di decarbonizzazione post-2020 e il persistente elevato livello dei prezzi dell’energia, con evidenti ripercussioni sulla competitività delle nostre imprese. Infatti, nonostante il calo del 5% registrato nel 2016, il costo del kilowattora per le industrie italiane resta fra i più alti d’Europa. Lo stesso accade per i prezzi del gas che sono diminuiti, ma meno che negli altri principali Paesi europei, penalizzando soprattutto le piccole utenze che pagano il 15% in più rispetto alla media-UE e che, nel 2016, hanno visto allargarsi ulteriormente la forbice con le grandi utenze a livello nazionale, arrivando a pagare un prezzo quasi doppio. Continua a leggere