Vademecum ENEA sulle pompe di calore ad alta efficienza

LOGO-enea-CentraleENEA ha promulgato un vademecum sulle detrazioni fiscali per impianti ibridi: pompe di calore ad alta efficienza, sistemi geotermici a bassa entalpia, scaldacqua a pompa di calore. Gli interventi detraibili riguardano sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di pompe di calore ad alta efficienza anche con sistemi geotermici a bassa entalpia.

Per scaricare la guida cliccare qui

La TV inglese BBC apre le porte a EEC-Centro Studi Galileo per una diretta sulle auto elettriche. La nuova frontiera della formazione punta alla mobilità green. Primo corso a Casale Monferrato

bbc-with-quoteCentro Studi Galileo, tramite la sua collegata EEC European Energy Centre di Edimburgo, con la quale organizza corsi nelle principali università di tutto il mondo, è stata invitato a tenere un corso esclusivo sui veicoli elettrici negli studi della BBC a Manchester. 
La conferenza è stata presentata nell’ambito della Blue Room Sustainability Season della BBC, un evento di livello internazionale promosso per diffondere le ultime novità in termini di tecnologia sostenibile.
La lezione è stata tenuta da qualificati docenti, gli stessi che tengono corsi sui veicoli elettrici nella sede di Edimburgo e che inaugureranno il primo corso italiano nella sede centrale CSG di Casale Monferrato il 4/5 luglio 2018. Continua a leggere

Direttiva Prestazioni Energetiche degli Edifici

ape1Il Consiglio e il Parlamento hanno raggiunto un accordo, il testo dell’accordo sarà approvato nella sessione plenaria di aprile del Parlamento e successivamente dal Consiglio. Dovrebbe essere pubblicato nella Gazzetta ufficiale durante l’estate. Il testo entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione, con un periodo di recepimento di 20 mesi nella legislazione nazionale.
La Commissione sta già lavorando allo sviluppo di diversi strumenti per l’attuazione dell’accordo. Da febbraio 2017 la Commissione ha lavorato allo sviluppo di una delle nuove disposizioni, l’indicatore di prontezza intelligente. Questo indicatore sarà attuato mediante un atto delegato e sarà volontario per gli Stati membri attuarlo. Un consorzio sta attualmente sviluppando l’indicatore e dovrebbe completarlo entro giugno 2018. L’indicatore tiene conto di più servizi all’interno di diversi domini (come il riscaldamento ed il raffrescamento), che misureranno l’adattabilità di un edificio alle esigenze degli occupanti e li classificheranno attraverso una scala da a A a G. Continua a leggere

ENERGIE RINNOVABILI ED EFFICIENZA ENERGETICA

Specializza-Energie-1Procedono i lavori per definire i contenuti della Direttiva sulle energie rinnovabili. Il Consiglio mantiene l’obiettivo del 27% di energie rinnovabili, in contrasto con l’obiettivo vincolante del 35% per la quota di energie rinnovabili entro il 2030, che è sostenuto dal Parlamento Europeo.

Inoltre, entrambe le istituzioni supportano l’integrazione delle energie rinnovabili nel riscaldamento e nel raffreddamento, ma divergono sugli obiettivi da porre. Il Parlamento sostiene un aumento annuo del 2% della quota di energie rinnovabili nel settore del riscaldamento e del raffreddamento, contrariamente al Consiglio che sostiene un aumento annuo dell’1%.

Il progressivo aumento della quota di energia fornita da fonti rinnovabili ha reso necessario il recepimento da parte delle regioni italiane riguardo l’obbligatorietà dei corsi di aggiornamento per i responsabili tecnici delle ditte che svolgono interventi straordinari su impianti ad energia rinnovabile meglio conosciuti come corsi FER

Da febbraio 2017 la Commissione Europea sta inoltre lavorando allo sviluppo di una delle nuove disposizioni, l’indicatore di prontezza intelligente. Questo indicatore sarà attuato mediante un atto delegato e sarà volontario per gli Stati membri attuarlo. Un consorzio sta attualmente sviluppando l’indicatore e dovrebbe completarlo entro giugno 2018. L’indicatore tiene conto di più servizi all’interno di diversi domini (come il riscaldamento ed il raffrescamento), che misureranno l’adattabilità di un edificio alle esigenze degli occupanti e li classificheranno attraverso una scala da a A a G.

Un indicatore di prontezza intelligente riflette la capacità degli edifici di:

adeguamento alle esigenze dell’utente e responsabilizzare gli occupanti dell’edificio; fornire informazioni operative consumo di energia;

  1. assicurare un efficiente e confortevole edificio funzionamento, il segnale quando i sistemi necessitano di manutenzione o di riparazione; e
  2. la prontezza dell’edificio di partecipare in risposta alla domanda, ricarica di veicoli elettrici e l’host di sistemi di accumulo di energia.

CHILLVENTA RIPROPONE IL PRESTIGIOSO AWARD

award-second-round.jpg

Dopo il successo del Chillventa AWARD nel 2016, NürnbergMesse e la casa editrice Bauverlag hanno tutte le ragioni per ospitare nuovamente la competizione di alto calibro e presentare il premio durante una cerimonia ufficiale a Chillventa in ottobre. Il premio riconosce progetti unici da parte di team di esperti nelle quattro categorie di refrigerazione commerciale, refrigerazione industriale, climatizzazione e pompe di calore. L’invio dei documenti della domanda segna l’inizio ufficiale del Chillventa AWARD 2018. Continua a leggere

Entro il 2030 fonti rinnovabili al 35%

Specializza-Energie-1Il Parlamento Europeo è intervenuto approvando nuovi obiettivi sull’efficienza energetica. Il vecchio continente dovrà entro il 2030 consumare il 35% in meno prevedendo una quota minima pari almeno al 35% di energia da fonti rinnovabili e una quota del 12% di energia da fonti rinnovabili nei trasporti entro il 2030.
Le raccomandazioni della Camera UE sono di individuare misure nazionali che verranno monitorate secondo le nuove regole sulla governance dell’Unione dell’energia.
Tutti gli stati membri sono ovviamente tenuti al rispetto delle disposizioni con una possibilità massima di modifica pari al 10%. Continua a leggere

La Svezia fa marcia indietro sugli Fgas

pompe di calore

L’industria svedese delle pompe di calore richiede una deroga alla fase di riduzione dei gas fluorurati europei.
In una lettera all’Agenzia svedese per l’ambiente, l’associazione svedese di pompe di calore Svenska Kyl & Varmepumpföreningen (SKVP) sostiene che l’industria delle pompe di calore si trova in una situazione “vulnerabile” a causa della progressiva eliminazione dell’uso di refrigeranti sintetici. Continua a leggere