Legionella negli spogliatoi di un centro sportivo: torna l’allarme nel Bresciano

legionellaTorna a tenere banco la questione legionella nella zona del Bresciano. Questa volta, tracce del batterio Legionella Pneumophila sono state trovate nell’acqua calda del sistema del centro sportivo comunale di Erbusco.
L’ATS, dopo le analisi e i campionamenti effettuati sugli impianti degli spogliatoi del campo, ha chiesto al Dipartimento di igiene e prevenzione sanitaria di Rovato di intervenire. Per questo motivo, il sindaco di Erbusco, Ilario Cavalleri, ha emesso un’ordinanza che dispone la “chiusura temporanea degli spogliatoi del centro sportivo comunale“. Continua a leggere

Legionella nel tribunale di Roma. Scatta l’allarme

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ancora una volta ci troviamo a parlare di allarme legionella in Italia. Questa volta non è protagonista la bassa padana dove svariati casi di contrazione dell’infezione hanno tenuto alta l’attenzione nei mesi passati, ma la Capitale. Più precisamente gli uffici giudiziari di Piazzale Clodio.
Una nota del Giudice Francesco Monastero, Presidente del Tribunale di Roma, pubblicata sul profilo FB della Camera Penale di Roma, precisa:
“PIAZZALE CLODIO: MISURE DI PREVENZIONE RELATIVE AL RISCHIO DI LEGIONELLA
Pubblichiamo di seguito il provvedimento adottato dal Presidente del Tribunale – opportunamente trasmesso alla Camera Penale di Roma – per prevenire il rischio di legionella rilevato dai tecnici addetti al monitoraggio delle condizioni di sicurezza dell’edificio di Piazzale Clodio. 
In particolare si segnala come sia sconsigliato utilizzare, per almeno 48 ore, i distributori di bevande e bere l’acqua dei servizi pubblici.”
In questo come in altri casi è lampante la necessità di una corretta manutenzione degli impianti che può essere effettuata esclusivamente tramite una formazione professionale seria, aggiornata e puntuale.

 

 

Richard Branson: “Il settore della climatizzazione è maturo per l’innovazione”

impianto-climatizzazioneCon il nostro pianeta che si sta surriscaldando, abbiamo bisogno più che mai di rinfrescare le persone. A livello mondiale, l’eccessivo calore potrebbe portare ad una perdita di produttività di 2 trilioni di dollari entro il 2030“.
Richard Branson, fondatore e proprietario del Virgin Group, si espone in prima persona sulla relazione tra cambiamenti climatici e l’industria della climatizzazione.  “La buona notizia è che i condizionatori d’aria hanno appena sfiorato il loro potenziale tecnologico – ha scritto Branson in un post sul sito di Virgin -. Nonostante siano in pista da 100 anni, i prodotti più avanzati hanno raggiunto solamente il 14% della loro efficienza massima teorica. Se riusciamo a innescare un cambiamento tecnologico, questo potrebbe essere il più grande passo basato sulla tecnologia che possiamo compiere per arrestare il cambiamento climatico“. Continua a leggere

Madi Sakande nominato “Chevalier de l’Ordre de l’Etalon”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Madi Sakande, docente del Centro Studi Galileo, già premiato come miglior imprenditore africano in Italia, è stato insignito de “L’ordre de l’Etalon”, la più alta onorificenza del Burkina Faso.
A tal proposito, Sakande ha dichiarato: “Sono onorato di essere stato scelto dal Presidente Kaboré per questa onorificenza. Essere “Chevalier de l’Ordre de l’Etalon” è un onore per  me, ma anche per tutte le persone che lavorano o collaborano con me. Partner e collaboratori hanno sempre dimostrato fiducia e rispetto per quello che faccio. Devo quindi condividere con loro questa onorificenza. Colgo l’occasione per ringraziare tutti e augurare buone feste. All’anno prossimo per le nuove sfide!”.

Pompe di calore in Europa: un aumento di vendite del 4,4% nel 2017

pompa di calore-1.jpg

La filiera Europea delle pompe di calore per il riscaldamento e il raffrescamento si appoggia da molti anni su un mercato solido. Secondo EurObserv’ER, più di 3,5 milioni di sistemi sono stati venduti nell’Unione Europea durante l’anno 2017, ossia il 4,4% in più rispetto al 2016. Questa crescita sarebbe potuta essere maggiore se non si fosse registrata una flessione del mercato italiano, principale mercato europeo, il cui volume di vendite è rivolto essenzialmente ai bisogni del raffrescamento. Si tratta principalmente di sistemi aria-aria, che coprono l’essenziale delle vendite (3,1 milioni di sistemi su 3,5 milioni in totale).

Sul totale, circa un terzo dei sistemi di pompe di calore sono destinati a coprire i bisogni di riscaldamento. I due terzi restanti sono rappresentativi dei bisogni di raffrescamento nei paesi a clima caldo (Italia, Spagna, Portogallo e sud della Francia). Un’analisi più dettagliata per paesi mostra che la dinamica di questo segmento di mercato è molto più positiva sulla maggior parte dei principali mercati di pompe di calore (+8,9% in Francia, +15,4% in Spagna, +12,1% in Portogallo, +52,1% in Belgio, +65,9% in Danimarca). Continua a leggere

Il Governo da l’ok definitivo al Regolamento F-Gas!

pauraconte-1140x713

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Prof.Giuseppe Conte

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, del Ministro per gli affari europei Paolo Savona e del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare Sergio Costa, ha approvato, in esame definitivo, il regolamento, da adottarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica, che attua il Regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra (F-gas).
Il testo, nel definire le modalità attuative nell’ordinamento italiano del predetto Regolamento (UE) n. 517/2014 relativo ai gas fluorurati a effetto serra utilizzati come refrigeranti, agenti estinguenti, espandenti, propulsori e isolanti nelle apparecchiature elettriche: individua il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare quale autorità competente a interloquire con gli operatori e le imprese; interviene sul sistema di certificazione degli organismi di valutazione e di attestazione di formazione delle persone e sul sistema di iscrizione e implementazione del Registro telematico nazionale per le persone fisiche e per le imprese; individua gli organismi di controllo indipendenti competenti per le procedure di verifica dei dati relativi all’immissione in commercio di apparecchiature precaricate con i gas fluorurati; istituisce una Banca Dati per la raccolta e la conservazione delle informazioni su tali gas; stabilisce, infine, l’obbligo di formazione delle persone e di certificazione delle imprese.
Industria&Formazione ha discusso in decine di articoli i vari passaggi del DPR, che potete trovare raccolti qui

Climatizzatore difettoso: 1,6 milioni di auto diesel BMW a rischio incendio

ht-taz-zaide-bmw-mt-170510_16x9_1600Un vasto programma di richiami ha investito la casa automobilistica tedesca BMW. Sono in totale 1,6 milioni le auto interessate a causa di un difetto a climatizzatore e valvola egr che provoca fiammate nel vano motore.
Si tratta di una problematica grave, scoperta per la prima volta in Corea del Sud nel 2016.
Le auto hanno iniziato a prendere fuoco nel corso del normale uso quotidiano a causa della fuoriuscita del refrigerante dal clima abbinato ad olii provenienti dal modulo di ricircolo dei gas di scarico EGR sommato a sua volta alle alte temperature del motore.
Il sito specializzato newsauto.it precisa i modelli a rischio incendio: Serie 3, 4, 5, 6, 7 e BMW X3, X4, X5 e X6Ad con motori diesel quattro cilindri assemblati tra aprile 2015 e settembre 2016 e sei cilindri prodotti tra luglio 2012 e giugno 2015. Sotto osservazioni ci sono anche le auto prodotte tra l’agosto del 2010 e l’agosto del 2017.
La progettazione di clima efficienti per l’automotive, come vediamo assume sempre maggiore importanza.
I meccanici che intervengono sui clima devono essere in possesso del Patentino Attestato Condizionamento Auto. Per maggiori info cliccare qui