ENEA: con ecobonus 3,3 miliardi di investimenti nel 2018, 39 miliardi dal 2007

22C16E14-7F66-4154-8D23-6E59F1F2388F.jpegOltre 39 miliardi di investimenti per interventi di riqualificazione energetica, di cui 3,3 miliardi solo nel 2018, con un risparmio cumulato di circa 100 milioni di Megawattora (MWh).
È questo in estrema sintesi il bilancio al 2018 di 12 anni di ecobonus, il meccanismo per incentivare l’efficienza energetica negli usi finali introdotto nel 2007. Il dato emerge dall’8° Rapporto annuale sull’efficienza energetica dell’ENEA presentato oggi a Roma insieme al Rapporto annuale sulle detrazioni fiscali per interventi di risparmio energetico e utilizzo di fonti di energia rinnovabili negli edifici esistenti. Nel solo 2018, l’ecobonus ha consentito un risparmio complessivo di 16 milioni di MWh, pari al consumo medio annuo di energia elettrica e termica delle famiglie di una città di 2,5 milioni di abitanti. Continua a leggere

Germania, ecco il condizionatore del futuro che funziona senza gas refrigerante

Saarland-University-muscle-heat-pumpUn sistema ecologico di riscaldamento e raffrescamento che può garantire il doppio o il triplo dell’efficienza dei condizionatori e delle pompe di calore tradizionali.
È quanto è stato progettato da un gruppo di ricercatori della facoltà di ingegneria dell’Università del Saarland, che lo ha presentato ad inizio aprile all’Hannover Messe, importante manifestazione espositiva dedicata alle tecnologie industriali.
Il prototipo sviluppato sfrutta le eccezionali proprietà del Nitinol. Si tratta di una lega superelastica di nichel e titanio a memoria di forma, ovvero capace di “mantenere la memoria” della sua forma riacquisendola una volta surriscaldata. I cavi accumulano grandi quantità di calore quando sono piegati e lo rilasciano quando tornano alla fisionomia di partenza: è stato scoperto che la differenza tra le due conformazioni può arrivare fino a 20 gradi. Grazie a questo, l’impianto è in grado di innalzare o abbassare la temperatura dell’aria senza l’impiego di alcun tipo di gas refrigerante. Continua a leggere

Intervista a Maurizio Ascani sull’innovativo kit Turboalgor, Angelantoni – CSG @ Refrigera 2019

In occasione di Refrigera Show 2019, i rappresentanti delle aziende partner di Centro Studi Galileo sono stati intervistati su temi di grande attualità, quali le nuove tecnologie della refrigerazione ed i refrigeranti alternativi.
Oggi proponiamo il video dell’intervista a Maurizio Ascani, Innovation Technology Manager del Gruppo Angelantoni Industrie.
Gli argomenti di queste interviste saranno ulteriormente approfonditi durante il XVIII Convegno Europeo, organizzato da Nazioni Unite UNEP, IIR, AREA e CSG con i maggiori esperti mondiali del settore (Commissione Europea, UNIDO, FAO, ASHRAE, AHRI, EPEE, ASERCOM, Assoclima, Eurovent e molti altri…) presso il Politecnico di Milano il prossimo 6-7 giugno e i tradizionali corsi organizzati da Centro Studi Galileo.
Ogni giorno pubblicheremo una nuova intervista. Buona visione!

 

Commissione Europea, approvate nuove etichette energetiche per frigoriferi e elettrodomestici

etichettaNuove etichette energetiche per lampade, frigoriferi, lavastoviglie, lavatrici e display elettronici fra i quali televisori e apparecchi per la refrigerazione per rendere i consumatori più informati e consapevoli.
È quanto ha approvato la Commissione Europea, che ha adottato sei regolamenti delegati contenenti questo nuovo sistema di etichettatura di efficienza energetica, che diventerà obbligatorio per i prodotti presenti nei negozi fisici e online dal 1° marzo 2021.
L’obiettivo è quello di consentire ai consumatori di valutare meglio i costi di esercizio di ciascun apparecchio, aiutandolo a scegliere, a parità di caratteristiche tecniche, quello a più basso consumo energetico.
Inoltre, questa etichettatura viene utilizzata per la prima volta per apparecchiature refrigeranti con funzione di vendita diretta (note anche col nome di “frigo commerciali”) utilizzate in negozi e distributori automatici. Continua a leggere

Trend positivo per la tecnologia inverter: aumenta la diffusione in Asia e Europa

impianto-climatizzazioneI condizionatori inverter si stanno diffondendo sempre più. I motivi principali di questa popolarità sono sostanzialmente riconducibili al fatto che si tratta di prodotti a basso consumo energetico e all’introduzione di standard che ne incentivano l’utilizzo in diversi paesi.
IIR ha riportato un articolo che fotografa la penetrazione di tale tecnologia nel mercato mondiale del condizionamento.
In Cina, secondo China Market Monitor, i climatizzatori inverter hanno rappresentato nel 2018 il 70% del volume della vendita al dettaglio nel mercato della refrigerazione, mentre i migliori condizionatori ad alta efficienza energetica hanno rappresentato il 44%, indicando una crescita sui dodici mesi pari al 14%. Continua a leggere

Energia: rapporto ENEA su efficienza, investimenti per 3,7 mld con ecobonus 2017

La presentazione del RAEE2018Grazie all’ecobonus le famiglie italiane hanno investito nel 2017 oltre 3,7 miliardi di euro per realizzare circa 420mila interventi di riqualificazione energetica, con un risparmio di oltre 1.300 GWh/anno. A ciò si aggiunge anche un risparmio di circa 2 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep) derivante dall’emissione di 5,8 milioni di Titoli di Efficienza Energetica, i cosiddetti Certificati Bianchi, di cui 62% nell’industria e il 31% nel civile.
Sono questi i dati principali che emergono dal 7° Rapporto Annuale sull’Efficienza Energetica dell’ENEA (RAEE) presentato oggi a Roma, che ha evidenziato anche come tutte le misure adottate nel settore dell’efficientamento dal 2011 al 2017 abbiano generato complessivamente risparmi energetici per 8 Mtep/anno di energia finale, pari a due miliardi e mezzo di eurorisparmiati per minori importazioni di gas naturale e petrolio e a circa 19 milioni di tonnellate di  COin meno rilasciate in atmosfera. Continua a leggere

Ricerca: ENEA, nasce il “Campus delle energie rinnovabili”

VI premio Hausmann a ENEA (15 maggio 2018) - 2Nasce il “campus delle energie” dell’ENEA nel Centro Ricerche Casaccia, alle porte di Roma, grazie al premio istituito dai celebri marchi di orologi “Hausmann & Co e Patek Philippe”, che assegna riconoscimenti anche a giovani ricercatori dell’Agenzia distintisi nei settori energia, nuove tecnologie, sicurezza alimentare, salute, ambiente e clima.
“Questo riconoscimento rappresenta un investimento concreto nella ricerca scientifica e nell’innovazione tecnologica e si inserisce perfettamente nel nuovo corso intrapreso dall’ENEA per lo sviluppo del nostro Paese”, afferma il presidente ENEA Federico Testa. “Infatti, di recente abbiamo varato un Piano di sviluppo triennale  che prevede l’assunzione di giovani ricercatori e nuove professionalità, oltre a un consistente investimento in attrezzature e impianti su quattro aree strategiche come le tecnologie energetiche con le fonti rinnovabili e la fusione, i sistemi di accumulo, l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale”, conclude Testa. Continua a leggere

Eni nei prossimi quattro anni 1 miliardo di investimenti nelle attività green

green-energyL’AD di Eni Claudio Descalzi ha presentato alla comunità finanziaria italiana il Piano strategico della compagnia per il quadriennio 2018-2021, fornendo, con l’occasione, aggiornamenti sui risultati raggiunti nell’ambito della sicurezza, sulle attività green in Italia e sui passi compiuti nell’ambito ricerca e sviluppo.
Claudio Descalzi ha trattato innanzitutto il tema della sicurezza delle attività e della loro compatibilità ambientale: “Nell’ambito della sicurezza, nel 2017 abbiamo confermato il primato nell’ambito della sicurezza nel lavoro, con un numero di eventi registrati per milioni di ore lavorate (Total Recordable Injury Rate) pari a 0,33, in miglioramento del 7% rispetto al 2016. A livello ambientale, abbiamo ridotto l’intensità delle emissioni dalle nostre attività upstream del 3% rispetto al 2016 e del 15% rispetto al 2014, compiendo significativi progressi verso l’obiettivo di riduzione del 43% nel 2025 rispetto al 2014”. Continua a leggere

IN VIGORE IL DECRETO CHE REGOLA INCENTIVI SU IMPIANTI GEOTERMICI CON TECNOLOGIE AVANZATE

Impianti-tecnologici-per-il-contenimento-dei-consumiIl 22 marzo 2018 il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha firmato e trasmesso, di concerto con il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, il decreto che stabilisce le modalità di verifica delle condizioni per il riconoscimento di premi e tariffe speciali per gli impianti geotermici che utilizzano tecnologie avanzate con prestazioni ambientali elevate che pubblicato in Gazzetta Ufficiale è definitivamente in vigore.
Il provvedimento si inserisce nell’ambito degli schemi di incentivazione alle fonti energetiche rinnovabili e, in particolare, si riferisce agli impianti a totale re-iniezione del fluido geotermico nelle stesse formazioni di provenienza con emissioni di processo nulle, e agli impianti in grado di abbattere almeno il 95% del livello di idrogeno solforato e mercurio presente nel fluido in ingresso.
Rientra anche nel più ampio processo di riconversione alle fonti rinnovabili e di de-carbonizzazione tracciato nella Strategia Energetica Nazionale approvata a fine 2017.