Finti tecnici del Freddo e riparazioni tarocche. Un arresto. Come difendersi?

1447682737-polizia-5

Nel pieno della calura estiva un falso Tecnico si spacciava per riparatore di frigoriferi truffando decine di ignari “clienti”. E’ successo in questo agosto tra l’Abruzzo e il Lazio. Raggiri a danno di cittadini che per niente affascinati dalla cultura dell’usa e getta hanno deciso di affidarsi ad un Tecnico per porre rimedio alle magagne dei propri elettrodomestici pensando anche di risparmiare cifre significative.
Peccato che il “frigorista”, ammanettato dagli Agenti del Commissariato di Tivoli, richiedesse cifre tra i 200 e i 400 euro per riparazioni che non effettuava realmente.
Un metodo certo per non incappare in scottature estive è affidarsi a Tecnici in possesso del Patentino Italiano Frigoristi e controllare la loro iscrizione all’Albo sul sito www.fgas.it. Solo chi è in regola con le normative può assicurare una giusta manutenzione ai nostri apparecchi.
Con la continua espansione dei nuovi refrigeranti, che hanno zero impatto sull’ambiente ma sono leggermente infiammabili, si rende ancor più necessaria, per motivi di sicurezza, un’alta professionalità dei Tecnici che va verificata dalle Istituzioni deputate ai controlli ma anche dagli utenti finali.

OEWG 38. Il commento dell’Istituto Internazionale del Freddo

 

CnrUxj9XgAAVw7ACon un’intervista al Direttore Didier Coulomb, l’Istituto Internazionale del Freddo si è espresso sull’OEWG38, 38a riunione del gruppo di lavoro del protocollo di Montreal che ha avuto luogo a Vienna dal 15 al 23 luglio 2016.
In che modo i progressi compiuti nel corso della riunione OEWG 38 influiranno sul settore della refrigerazione?
L’incontro è stato eccezionalmente lungo e diviso in diversi segmenti, tutti dedicati alla phase down degli idrofluorocarburi (HFC) Continua a leggere

Aria condizionata? Si ma a porte chiuse

ftdrroiku5go20n2Il refrigerio dell’aria condizionata è importante, soprattutto in queste caldissime giornate estive. Va tuttavia utilizzata con coscienza in maniera tale che si eviti la dispersione inutile di risorse energetiche. Dove non arriva il buonsenso può arrivare l’Ordinanza di qualche solerte Sindaco più attento al futuro del Pianeta che all’immediatezza del consenso.
E’ ciò che è accaduto a Reggio Emilia tramite l’Ordinanza “Porte chiuse” dove i negozianti che disperdono inutilmente l’aria condizionata si vedono comminare sanzioni comprese tra i 25 e i 500 euro. Continua a leggere

Entro il 2030 banditi ufficialmente gli HFC. Accordo sul clima a Vienna

 

Vienna HLAEntro il 2030 per le nazioni industrializzate e entro il 2040 per i paesi in via di sviluppo. Questo il tetto temporale massimo fissato dai 197 paesi firmatari del Protocollo di Montreal durante la riunione di Vienna che si è conclusa con risultati positivi. L’accordo entrerà in vigore in occasione della prossima riunione a Kigali, Rwanda.
Il “patto sul clima” era stato concordato lo scorso anno nella riunione COP21 di Parigi. Tuttavia le riunione COP, la prossima a Marrakesh, non assicurano un vincolo di mandato alla nazioni partecipanti che viene invece definito negli incontri come Vienna dove si è discusso delle regole da rispettare per ogni nazione e segnatamente delle rigide tempistiche concordate. Continua a leggere

John Kerry (Segretario di Stato USA): “I condizionatori sono un pericolo per gli esseri umani tanto quanto l’ISIS”

qwe215

Miguel Arias Canete, Commissario Europeo per l’Ambiente, con il Senatore Kerry (a destra) a Vienna durante la riunione sul Protocollo di Montreal 

Chi del nostro settore si sia ritrovato a leggere le colonne dell’Huffington questa mattina, alla visione delle dichiarazioni del Senatore Kerry, Segretario di Stato americano, terza carica dopo il Presidente Obama e il Vice Biden, circa il livello di pericolosità dei condizionatori sarà certamente rimasto a bocca aperta.
Tuttavia la forte provocazione vuole scoprire una verità della quale da tanto parliamo ma che per interesse e comodità viene spesso taciuta: occorre una rivoluzione del settore per continuare a garantire i benefici del condizionamento e della refrigerazione senza danneggiare l’ambiente. Continua a leggere

IL GRUPPO CAREL PRESENTA IL BILANCIO 2015

Carel-kHZ--672x351@IlSole24Ore-WebIl Gruppo Carel, fondato nel 1973 in provincia di Padova da Luigi Rossi Luciani – attuale Presidente – e Luigi Nalini – attuale Amministratore Delegato – insieme ad altri imprenditori padovani, progetta, produce e commercializza soluzioni di controllo per il settore del condizionamento dell’aria, della refrigerazione e dell’umidificazione dell’aria. Il Gruppo, con oltre 1000 dipendenti nel mondo, è presente con 7 stabilimenti produttivi, di cui 3 in Italia, a Brugine (Pd) dove è situato l’Headquarters e 4 all’estero – Brasile, Cina, Usa, Croazia – e 19 filiali commerciali di proprietà distribuite nei 5 continenti.
ll Consiglio di Amministrazione di Carel ha approvato il progetto di Bilancio Consolidato di Gruppo per l’esercizio 2015 che vede un incremento complessivo delle vendite del 12,8% rispetto al 2014. Continua a leggere

24 anni e un sogno: portare la refrigerazione in Africa. Un Architetto italiano è partito con un frigo che cambierà molte vite

 

camerunvillaggioDa Bergamo alla foresta del Camerun. Non è mai troppo tardi e mai troppo presto per fare la propria parte. Emanuele Minicuci, ventiquattrenne italiano di Redona ha dato il via ad una grande avventura. E’ partito per Bangang, villaggio camerunense privo di acqua e energia elettrica. La parte più grande del suo bagaglio sarà un frigo fotovoltaico e la sua mission insegnare ai locali la sua costruzione.
La catena del freddo in Africa. Se ne parla molto ma anche in questo caso contano le idee che diventano azione.
Emanuele non è solo in questa avventura. Il progetto gli è stata affidato dalle Nazioni Unite e dal centro Acrest (African Center for Renewable Energy and Sustainable Technologies).
Come nasce l’avventura? Continua a leggere