Convegno in partnership CSG – ATF: “Il futuro della refrigerazione e del condizionamento: come cambiano gli impianti nuovi ed esistenti”

Forte dell’esperienza dei Convegni Europei nelle principali location (Politecnico di Milano, EXPO2015, Mostra Convegno, ChillVenta, sedi delle Nazioni Unite a livello mondiale) Centro Studi Galileo e ATF hanno offerto la propria collaborazione all’Unione Artigiani di Milano e alla Camera di Commercio meneghina per il Convegno: “Il futuro della refrigerazione e del condizionamento: come cambiano gli impianti nuovi ed esistenti” che si terrà l’11 giugno a Milano. Per iscriversi cliccare qui

unnamed (1)

Le emissioni di CFC-11 sono aumentate del 25% dal 2012! Produzione clandestina in oriente?

Image-1Ho eseguito misurazioni di questo tipo per oltre 30 anni e questa è la cosa più incredibile che abbia visto“, afferma Stephen Montzka, scienziato dell’Oceanic and Atmospheric Observing Agency. Le emissioni di CFC-11 sono aumentate del 25% dal 2012, nonostante la sostanza faccia parte di un gruppo di inquinanti vietati dal Protocollo di Montreal del 1987.
Il CFC-11, noto anche come triclorofluorometano, è un gas chimico utilizzato principalmente nei frigoriferi. Una volta rilasciato, può rimanere in atmosfera fino a cinquant’anni. Viene distrutto solo nella stratosfera, dai 9 ai 18 chilometri sopra la superficie terrestre quando le molecole di cloro creano una serie di reazioni chimiche distruttive per lo strato di ozono.
Un gas potente che contribuisce al riscaldamento globale che gli scienziati sospettano qualcuno stia producendo nonostante il divieto. “Un osservatorio americano alle Hawaii ha scoperto che la CFC-11, mescolata con altri gas, proveniva dall’Asia orientale. Ma è difficile per gli scienziati individuare l’area ” afferma Stephan Montzka al Washington Post.
E’ necessaria un’urgente indagine internazionale per individuare i produttori illegali del gas.

 

Real Alternatives 4 LIFE organizza eventi sull’uso di refrigeranti alternativi a basso GWP in tutta Europa

RealAlternativesforLIFE (1).jpgIl progetto UE REAL Alternative 4 LIFE organizzerà un programma di giornate di studio e di formazione per rafforzare la formazione pratica associata all’uso di refrigeranti alternativi a basso GWP.
Co-finanziato dall’ EU’s funding instrument for the environment and climate action, il progetto REAL Alternatives 4 LIFE organizzerà quattro eventi di studio in diversi paesi europei volti a standardizzare e assicurare un alto livello di formazione sui refrigeranti alternativi a basso GWP.
I progetti si svolgeranno nei paesi partner di progetto Germania (IKKE), Italia (ATF), Polonia (Prozon) e Belgio (UCLL), i temi saranno incentrati su infiammabili e anidride carbonica, con un numero di partecipanti variabile da 8 a 12 per evento. I partecipanti al programma includeranno fornitori di formazione provenienti da Croazia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania, Spagna e Turchia.
Durante le giornate di studio verranno istruiti i docenti dei corsi di formazione sui refrigeranti alternativi a basso GWP.
Gli eventi comprenderanno mezza giornata di formazione teorica e mezza giornata di prove pratiche. La giornata si concluderà con una valutazione scritta per convalidare la formazione e per la quale i partecipanti riceveranno un certificato.
Per ulteriori informazioni sugli eventi Study Days e Train the Trainer registrati per ricevere aggiornamenti su www.realalternatives4life.eu.

 

Dichiarazione FGas 2018 (dati 2017), scadenza 31 maggio!

ispra-e1526561022360.jpgEntro il 31 maggio tutti i gestori di impianti contenenti FGas dovranno compilare la dichiarazione obbligatoria dell’ISPRA.
L’entrata in vigore del nuovo Regolamento UE n.517/2014 non ha modificato struttura, criteri e contenuti della dichiarazione F-Gas. Il valore soglia che permette di stabilire se un’apparecchiatura fissa è inclusa nel campo di applicazione della dichiarazione resta fissato a 3 kg di gas fluorurato ad effetto serra; non viene quindi applicata, ai fini della Dichiarazione F-Gas la nuova unità di misura espressa in CO2 equivalenti ma si parlerà di KG. Continua a leggere

Resta competitivo: non installare più R-404A / R-507A!

Nel 2018 ci sarà una forte riduzione della disponibilità degli HFC e nel 2020 verrà imposto il limite di 2500 al GWP. Se vuoi restare competitivo non devi più installare R-404A / R-507A!
Dopo la pubblicazione della “Linea Guida per il retrofit dei refrigeranti HFC ad alto GWP con refrigeranti a minor GWP non infiammabili”, l’Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo e AREA lanciani, in collaborazione con EPEE, un video esplicativo comodamente fruibile da tutti i Tecnici del Settore. Diffondilo sui tuoi canali social!

Centro Studi Galileo e Business Edge uniti per l’implementazione della Certificazione dei Tecnici del Freddo in Bahrain

PHOTO Certificate ALL

Consegna degli Attestati ai 22 docenti formati da Centro Studi Galileo e Business Edge

Centro Studi Galileo e Business Edge sono stati incaricati dalle Nazioni Unite di formare i docenti nell’ambito del programma di certificazione nazionale dei Tecnici del Freddo del Bahrain.
Le sessioni di formazione e certificazione ai sensi del regolamento UE F – Gas si sono svolte alla fine di aprile con l’obiettivo di migliorare le competenze, trasferire programmi e tenere una sessione di certificazione F – Gas.
22 docenti di diverse nazionalità e lingue che operano nella piccola nazione formata da 33 isole nel Golfo Persico hanno intrapreso un workshop di 5 giorni.
I due migliori istituti di formazione europei per il settore del freddo hanno unito le forze per aiutare questo paese arabo a stabilire un programma di certificazione, formando in primis i docenti.

PHOTO We Keep Bahrain Cool

I CEO Marco Buoni e Kelvin Kelly

Gli esperti hanno condotto una valutazione delle attrezzature dei centri fornendo specifiche tecniche circa i nuovi acquisti.
Partner del progetto l’Agenzia per l’Ambiente delle Nazioni Unite, il Consiglio Supremo per l’Ambiente del Bahrain e la Società degli Ingegneri del Bahrain.
Tutti i candidati hanno superato con con successo il test basato sullo schema di certificazione italiano. Il Patentino in Bahrein si chiamerà “Bahrain Environmental Refrigerant Management License – Bahrain ERML”.
L’ambiente nel quale è maturata la necessità di formazione in tutto il mondo è l’Emendamento Kigali al Protocollo di Montreal che richiede a tutte le nazioni mondiali di passare gradualmente dai gas comunemente usati (HFC), con un alto potenziale di riscaldamento globale, ai gas naturali o sintetiti che hanno un potenziale inquinante inferiore ma, alcuni svantaggi tra cui l’infiammabilità; per questo motivo è richiesta una formazione specifica.

PHOTO Certificate cerimony

Consegna degli attestati con il funzionario ONU Ayman El-Talouny e dirigenti del Ministero dell’Ambiente Bahrenita

Linea Guida per il retrofit dei refrigeranti HFC ad alto GWP con refrigeranti a minor GWP non infiammabili

Il Comitato Tecnico Scientifico dell’Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo si è riunito il 14 marzo a MCE approvando la “Linea Guida per il retrofit dei refrigeranti HFC ad alto GWP con refrigeranti a minor GWP non infiammabili” (Es. R448, R449 etc..) pubblicata oggi in anteprima sulle colonne di I&FOnline!
I componenti hanno convenuto esservi ancora molta confusione nel settore riguardo al retrofit tra i “vecchi gas” e i “nuovi”, e che quindi fosse necessario emanare una circolare con le buone pratiche di retrofit, indicando ancora una volta che lo stesso si può eseguire solo con refrigerante non infiammabile (Classe A1).

unnamed

Clicca sull’immagine per scaricare la guida in PDF