Kevin Glass nuovo presidente dell’Istituto della Refrigerazione britannico

unnamedKevin Glass ha assunto la presidenza dell’Istituto della Refrigerazione. 
Durante la mia carriera nel settore, ho assistito ad un gran numero di cambiamenti significativi che hanno un impatto sulla nostra vita lavorativa. Sono orgoglioso di far parte di un settore che continua a superare ostacoli importanti e sa raccogliere le sfide con tenacia difficilmente eguagliabile da altri comparti industriali“. ha dichiarato nel suo primo speech il neo presidente che professionalmente è Managing Director di Bitzer UK.
Nel suo discorso presidenziale, Kevin ha esplorato le sfide e le opportunità future per il settore RACHP in futuro e ha dettato la linea che l’Institute of Refrigeration assumerà negli anni a venire: promuovere le migliori pratiche e sostenere l’industria.
Nel Consiglio di Amministrazione dello IOR siede anche Graeme FoxPastPresident e Director Member of the board di AREA,  associazione europea dei Tecnici del Freddo condotta dall’italiano Marco Buoni.

Scarica l’intervento integrale del Presidente 
Ascolta l’intervento integrale del Presidente

CAREL: APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2018

CAREL INDUSTRIESIl Consiglio di Amministrazione di CAREL ha approvato i risultati relativi ai primi nove mesi del 2018: si conferma il trend di crescita già riportato nei primi due trimestri di quest’anno che si somma alle ottime performance dell’ultimo triennio.

 Highlight finanziari

  • Ricavi consolidati pari a Euro 208,40 milioni, in crescita dell’8,4% rispetto ai primi nove mesi del 2017 (+10,7% a cambi costanti);
  • EBITDA pari a Euro 38,28 milioni (18,4% dei ricavi del periodo), -4,1 %, rispetto ai primi nove mesi del 2017;
  • EBITDA adjusted consolidato pari a Euro 43,64 milioni (20,9% dei ricavi del periodo), +9,4% rispetto ai primi nove mesi del 2017;
  • Risultato netto consolidato pari a Euro 24,80 milioni (-0,3% sul risultato netto dei primi nove mesi 2017);
  • Risultato netto adjusted pari a Euro 28,76 milioni (+15,6% rispetto ai primi nove mesi del 2017)
  • Posizione finanziaria netta consolidata positiva per Euro 14,94 milioni.

Continua a leggere

REFRIGERANTI INFIAMMABILI: L’IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE

I maggiori attori europei del settore della refrigerazione AREA, ASERCOM, EFCTC ed EPEE hanno pubblicato una brochure in cui sottolineano l’importanza della formazione e conoscenza sui gas infiammabili, in quanto, a breve, andranno a sostituire quasi completamente la gamma dei refrigeranti attualmente utilizzati.

Qui la guida completa. Nei prossimi giorni disponibile in italiano.

http://area-eur.be/publications/grow-your-business-get-ready-flammable-refrigerantsLeaflet Grow your business_Flammable refrigerants COVER.png

La maggior parte dei refrigeranti attualmente utilizzabili (HFC) dovranno essere presto sostituiti in quanto hanno un potenziale di riscaldamento globale (GWP) troppo alto. A partire dal 2018 infatti, il regolamento UE sui gas fluorurati opera massicci tagli al consumo di HFC nell’UE. I nuovi refrigeranti che stanno entrando in commercio, in sostituzione degli HFC, hanno un GWP basso, ma sono spesso infiammabili

Esistono diverse categorie di infiammabilità. La classificazione dallo standard ISO 817 viene utilizzato per identificare queste categorie.

La lettera indica il livello di tossicità

A = refrigeranti con minore tossicità

B = refrigeranti con maggiore tossicità

Il numero indica il livello di infiammabilità

1 = non infiammabile

2 L = leggermente infiammabile

2 = infiammabile

3 = maggiore infiammabilità

  • > La stragrande maggioranza dei refrigeranti che sono attualmente in uso sono classificati come    A1, cioè tossicità inferiore / non infiammabile. Ad esempio, R-134a, R-404A e R-410ª ricadono in questa categoria.
  • > R-32, R-1234yf e R-1234ze (E) sono esempi per A2L refrigeranti, cioè minore tossicità / minore infiammabilità
  • > R-152a è un esempio per un refrigerante A2, cioè minore tossicità / infiammabile
  • > R-290, R-600a e R-1270 sono esempi per A3 refrigeranti, cioè minore tossicità / maggiore infiammabilità
  • > R-717 è un esempio per un refrigerante B2L, cioè maggiore tossicità / minore infiammabilità
  • > R-1130 (E) è un esempio per un refrigerante B2, cioè maggiore tossicità / infiammabilità

Gli standard di sicurezza sono riferimenti importanti. Una comprensione degli standard di sicurezza è altamente raccomandato.

Esistono standard di sicurezza generici e norme di sicurezza dell’apparecchio. La norma EN378:2016 è uno standard di sicurezza generico, mentre la EN60335-2-40, EN60335-2-89 e EN60335-2-24 sono esempi di standard di sicurezza per elettrodomestici. A volte prevalgono gli standard di sicurezza generici, altre quelli dell’apparecchio. Ad es. per i condizionatori d’aria e pompe di calore, i limiti di carica di refrigerante infiammabile nella norma EN60335-2-40 prevalgono, ma riguardo la tossicità, i requisiti della EN378: 2016 sono prevalenti in quanto non contemplati negli standard degli apparecchi

Gli Installatori devono anche garantire il rispetto della legislazione nazionale e  locale (ad esempio i regolamenti edilizi). Se un regolamento edilizio vieta l’uso di refrigeranti infiammabili, semplicemente non è permesso usarli. In alcuni casi, una distinzione è operata tra refrigerante 2L e classe 2 e 3 consentendo l’uso di 2 L e il divieto di uso degli altri. Pertanto, è sempre importante controllare i regolamenti edilizi per la regione specifica prima di installare apparecchiature con gas infiammabili.

Vista la complessità della normativa sopra citata è importante essere preparati all’utilizzo di refrigeranti che saranno sempre più utilizzati nel prossimo futuro. Una formazione e una qualifica adeguate sono essenziali per una gestione sicura dei refrigeranti infiammabili oltreché obbligatoria in alcuni paesi europei.

INTERVISTA A Sergio Mozzato, Wigam – CSG @ CHILLVENTA 2018 – GALILEOTV

È tradizione che le maggiori personalità presenti a Norimberga per Chillventa, la più grande fiera internazionale del settore HVACR, siano intervistate dal Centro Studi Galileo e dall’Associazione dei Tecnici del Freddo, trattando temi e soluzioni incentrati sui cambiamenti che il settore dovrà affrontare a partire dal nuovo anno.
Proponiamo dunque una serie di interviste ai numerosi Partner del Centro Studi Galileo, nonché leader mondiali del Freddo e del Condizionamento.
Condividiamo oggi con il nostro network l’intervista a Sergio Mozzato, Area Manager, Wigam.
A Chillventa è stata inoltre presentata in anteprima l’ultima rivista edita in lingua inglese “International Special Issue 2018 – 2019“, pubblicata in collaborazione con l’Agenzia per l’Ambiente delle Nazioni Unite e l’Istituto del Freddo di Parigi, dove i maggiori esperti descrivono la situazione attuale e propongono i loro punti di vista, soluzioni ed opinioni in merito.

Sfoglia l’ultima pubblicazione internazionale UNEP-IIR-CSG http://bit.ly/ISI18-19
The Dawn of a New Refrigeration Era. 
The Kigali Amendment for a Brighter Future
Articoli scientifici redatti dai esperti del settore HVACR e prefazioni da parte de Ministero dell’Ambiente, UNEP ed IIR di Parigi

Richiedine gratuitamente una copia a casa tua!

I Tecnici del Freddo vincono la battaglia: AMAZON sospende le vendite di FGAS

Immagine.jpgDopo decine di segnalazioni di vendite online senza patentino un gruppo di Tecnici del Freddo aveva deciso a settembre 2018 di denunciare il portale Amazon.
Molti furbetti comprando online aggiravano la norma che prevede di essere in possesso del Patentino Frigoristi per acquistare gas.
Una concorrenza sleale che ha portato i frigoristi a sfidare il colosso americano delle vendite online nella aule di tribunale.
A seguito di questa azione Amazon e CNA hanno finalizzato un accordo teso ad azzerare la vendita di Fgas sul portale. Amazon sostanzialmente ha eliminato i gas dannosi dal portale che nelle ultime ore vede presenti esclusivamente gas naturali.
In merito al ricorso avanzato da 17 imprese associate alla CNA – spiega Vecchiatoil caso si è chiuso positivamente, senza bisogno dell’intervento del Tribunale, con un accordo sottoscritto da Amazon e dalle imprese che hanno fatto ricorso. Amazon ha infatti rimosso spontaneamente qualsiasi vendita di f-gas dal proprio portale ed ha attivato un canale di comunicazione diretto per consentire la segnalazione da parte di CNA di eventuali altre offerte dei prodotti in questione. Amazon ha inoltre confermato che tutti i venditori presenti sul sito devono seguire le linee guida di vendita di Amazon e le regole vigenti nel Paese in cui operano. Coloro che non lo fanno sono soggetti ad azioni che includono la potenziale chiusura del loro account”. Continua a leggere

INTERVISTA A Gilmar Pirovano, EMBRACO – CSG @ CHILLVENTA 2018 – GALILEOTV

E’ tradizione che le maggiori personalità presenti a Norimberga per Chillventa, la più grande fiera internazionale del settore HVACR, siano intervistate dal Centro Studi Galileo e dall’Associazione dei Tecnici del Freddo, trattando temi e soluzioni incentrati sui cambiamenti che il settore dovrà affrontare a partire dal nuovo anno.
Proponiamo dunque una serie di interviste ai numerosi Partner del Centro Studi Galileo, nonché leader mondiali del Freddo e del Condizionamento.
Condividiamo oggi con il nostro network l’intervista a Gilmar Pirovano Senior Business Manager Europe EMBRACO.
A Chillventa è stata inoltre presentata in anteprima l’ultima rivista edita in lingua inglese “International Special Issue 2018 – 2019“, pubblicata in collaborazione con l’Agenzia per l’Ambiente delle Nazioni Unite e l’Istituto del Freddo di Parigi, dove i maggiori esperti descrivono la situazione attuale e propongono i loro punti di vista, soluzioni ed opinioni in merito.

Sfoglia l’ultima pubblicazione internazionale UNEP-IIR-CSG http://bit.ly/ISI18-19
The Dawn of a New Refrigeration Era. 
The Kigali Amendment for a Brighter Future
Articoli scientifici redatti dai esperti del settore HVACR e prefazioni da parte de Ministero dell’Ambiente, UNEP ed IIR di Parigi

Richiedine gratuitamente una copia a casa tua!

Il Governo da l’ok definitivo al Regolamento F-Gas!

pauraconte-1140x713

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Prof.Giuseppe Conte

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, del Ministro per gli affari europei Paolo Savona e del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare Sergio Costa, ha approvato, in esame definitivo, il regolamento, da adottarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica, che attua il Regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra (F-gas).
Il testo, nel definire le modalità attuative nell’ordinamento italiano del predetto Regolamento (UE) n. 517/2014 relativo ai gas fluorurati a effetto serra utilizzati come refrigeranti, agenti estinguenti, espandenti, propulsori e isolanti nelle apparecchiature elettriche: individua il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare quale autorità competente a interloquire con gli operatori e le imprese; interviene sul sistema di certificazione degli organismi di valutazione e di attestazione di formazione delle persone e sul sistema di iscrizione e implementazione del Registro telematico nazionale per le persone fisiche e per le imprese; individua gli organismi di controllo indipendenti competenti per le procedure di verifica dei dati relativi all’immissione in commercio di apparecchiature precaricate con i gas fluorurati; istituisce una Banca Dati per la raccolta e la conservazione delle informazioni su tali gas; stabilisce, infine, l’obbligo di formazione delle persone e di certificazione delle imprese.
Industria&Formazione ha discusso in decine di articoli i vari passaggi del DPR, che potete trovare raccolti qui