Coronavirus: dall’ISS e dal Ministero dell’Interno, due guide per la disinfezione di ambienti e mezzi di trasporto

coronavirus-4945950_960_720Il Ministero dell’Interno (Direzione Centrale Sanità) e l’Istituto Superiore della Sanità hanno reso disponibili due guide ufficiali in merito alla disinfezione di ambienti e mezzi di trasporto.

Le due pubblicazioni rappresentano un utile strumento per chi ha la necessità di provvedere alle pratiche di disinfezione. Oltre a fornire definizioni precise delle varie tipologie di trattamento (distinguendo tra pulizia, sanificazione, disinfezione, sterilizzazione e disinfestazione) e delle diverse tipologie di sostanze chimiche necessarie (biocidi, presidi medici chirurgici, detergenti e igienizzanti), i due documenti si concentrano sulle modalità di disinfezione raccomandate, oltre a fornire una serie di indicazioni specifiche per i diversi ambienti di utilizzo. Continua a leggere

Bombole refrigeranti, cambiano i colori: OzonAction fa chiarezza

Catturabnotiziaozonews

Una nota di OzonAction fa chiarezza sui nuovi colori scelti per differenziare le bombole di gas refrigeranti.

Sebbene non esista uno standard universalmente riconosciuto, le linee guida di AHRI (Air-Conditioning, Heating, and Refrigeration Institute), pur non legalmente vincolanti sono utilizzate da tutti i maggiori produttori di gas al mondo. Queste linee guida servono a supportare non solo loro, ma anche ingegneri, installatori, tecnici ed “end users”.

Sebbene il colore della bombola non possa rimanere l’unico sistema per determinare quale gas viene contenuto nel cilindro, onde evitare errori ed incidenti, rimane un sistema estremamente semplice quanto utile a disposizione di chi quotidianamente ha a che fare con i gas refrigeranti.

Dal 2020, saranno tuttavia attivi una serie di cambiamenti. Continua a leggere

Coronavirus, anche da Eurovent consigli e risorse per la ventilazione sicura

eurovent-vector-logo

Anche Eurovent, associazione Europea che tutela gli interessi delle Industrie del Freddo, ha pubblicato una raccolta di articoli affidabili in merito alla gestione degli impianti nel corso della pandemia di Covid-19.

I materiali e le raccomandazioni raccolte da Eurovent offrono una panoramica su una serie di buone procedure da seguire per garantire un’efficiente sanificazione degli impianti di ventilazione, a partire dagli studi della John Hopkins University: come si legge nel testo originale,

In base alle conoscenze attuali, i ricercatori sanno che il nuovo Coronavirus (SARS-CoV-2) si diffonde nell’aria tramite le goccioline emesse quando una persona tossisce, starnutisce o parla. Queste goccioline non rimangono in sospensione, ma cadono a terra a breve distanza dalla persona che le ha emesse, ragion per cui risultano efficienti le misure di distanziamento sociale. Queste informazioni arrivano direttamente dalla Johns Hopkins University, universalmente riconosciuta come fonte affidabile quando si parla di coronavirus. Al momento, non esiste alcuna prova della diffusione del virus tramite i sistemi di ventilazione. Eurovent non è a conoscenza di nessuna autorità sanitaria che abbia fornito indicazioni obbligatorie in merito alle operazioni da eseguire sugli impianti“. Continua a leggere

Da ASHRAE, una raccolta di articoli e risorse per far fronte all’emergenza COVID-19

coronovirus-gray-750x500-shutterstock_1619828074

ASHRAE, autorevole associazione del freddo statunitense, ha pubblicato un’utilissima raccolta di articoli e pubblicazioni, in lingua inglese, dedicata alla sanificazione e al mantenimento degli impianti.

L’elenco degli articoli e dei documenti include un vasto elenco di pubblicazioni, tutte estremamente autorevoli, pubblicate tanto dalla stessa ASHRAE quanto da terze parti.

Tra i tantissimi documenti pubblicati è possibile trovare, oltre alle newsletter dell’associazione e a numerosi articoli scientifici, anche diversi approfondimenti relativi all’attuale pandemia in atto, e in particolare alle misure da adottare per mantenere efficienti e salubri gli impianti di refrigerazione e condizionamento.

La raccolta è consultabile CLICCANDO QUI.

Un Case Study da GeneralGas: Utilizzo di Gas Refrigerante A2L Ultra Low GWP R455A – Honeywell Solstice® L40X su motocondensanti.

1584454858_703

GeneralGas, tramite il suo blog, ha pubblicato un affascinante case study sugli utilizzi del Gas Refrigerante A2L Ultra Low GWP R455A – Honeywell Solstice® L40X su motocondensanti.

L’articolo può essere trovato in versione originale su GeneralGas.it/blog

Cryogiam è situata a Caltanissetta, e la struttura ospita uffici commerciali, amministrativi, oltre ad aree destinate alla produzione di sistemi frigoriferi. Possono essere individuate tre diverse linee di produzione: unità di condensazione, centrali frigorifere e sistemi split-monoblocchi.

Il personale, altamente formato e qualificato, è monitorato da un efficace sistema di controllo e di verifica di qualità. Tutti i prodotti vengono testati durante le varie fasi di montaggio e sono costruiti in conformità con le normative europee di sicurezza. I sistemi sono assemblati con i componenti di migliore qualità presenti sul mercato. Continua a leggere

Il riciclo del condizionatore residenziale: le regole dell’1 contro 1 per l’installatore

Da Hitachi Cooling & Heating riceviamo e condividiamo

download

Per la corretta gestione dei RAEE, Hitachi Cooling & Heating fa chiarezza su requisiti, obblighi e adempimenti a carico dell’installatore che vende un sistema di climatizzazione per la casa.

A livello globale i RAEE, i cosiddetti rifiuti elettronici, valgono 62,5 miliardi e mezzo di dollari, un valore tre volte superiore alla produzione annuale delle miniere di argento del mondo, come emerge dal meeting annuale 2019 del World Economic Forum.

I rifiuti elettronici sono dunque una preziosa opportunità di recupero delle materie prime, anche nel caso dei climatizzatori giunti a fine vita. La corretta gestione di questo RAEE garantisce il recupero di circa il 97% dei materiali, così suddivisi: 29% ferro; 17% plastica; 9,5% metalli non ferrosi (rame e alluminio); 40% compressore e motore; 1% olio.

Anche i gas refrigeranti, se trattati correttamente, possono essere estratti, messi in sicurezza e in alcuni casi rigenerati. Continua a leggere

LA CRESCITA DEL MERCATO NERO EUROPEO DEGLI F-GAS È UN OSTACOLO PER IL CLIMA

EFCTCStopIllegalImportsHFCs-webBANNER-Pubications-1024x307

Da EFCTC (European Fluorocarbon Technical Committee), riceviamo e pubblichiamo:

In sei mesi sono state segnalate 228 sospette attività illegali in tutta Europa, di cui ben 42 (18%) solo in Italia. Si tratta del numero più alto in tutta Europa.

Milano, 26 febbraio 2020 – Esiste un mercato nero in crescita dovuto all’importazione illegale di F-gas, utilizzati per la refrigerazione e il condizionamento di ambienti domestici, commerciali e industriali.

Gli F-Gas illegali vengono introdotti in Europa eccedendo i limiti stabiliti dalla Commissione Europea per contribuire a combattere il cambiamento climatico. Il regolamento europeo sugli F-Gas, entrato in vigore cinque anni fa, ha l’obiettivo di ridurre del 79% l’uso di gas fluorurati entro il 2030, e favorire l’utilizzo di soluzioni alternative.

“Gli HFC importati illegalmente compromettono gli sforzi per il clima compiuti dai governi, dall’industria, dalla supply chain dei refrigeranti e dai consumatori finali”, afferma Diego Boeri, Vice President Fluorochemicals di The Chemours Company, membro di EFCTC (European Fluorocarbons Technical Committee). “E’ necessario potenziare le attività di controllo alle frontiere dell’UE, in modo da evitare che gli italiani possano inconsapevolmente e involontariamente sostenere organizzazioni criminali e vanificare gli sforzi per ridurre le emissioni di gas serra”. Continua a leggere

MONITORAGGIO DEI PREZZI DEGLI HFC: I DATI DEL TERZO TRIMESTRE DEL 2019

0001 (3).jpg

L’Associazione dei Tecnici del Freddo è partner ufficiale di Oko Recherche e della Commissione Europea per il monitoraggio continuo del prezzo degli HFC e per la loro disponibilità in territorio UE.

Nell’autunno del 2019, 84 aziende appartenenti a undici diversi Stati Membri dell’Unione (in particolar modo da Francia, Germania, Italia e Polonia), oltre a 3 produttori di gas, 10 distrubutori, 28OEM, 36 compagnie di servizi, 5 utilizzatori finali e 2 aziende di diversa connotazione hanno collaborato alla realizzazione di un report sull’andamento dei prezzi relativi, focalizzandosi su quelli con i quali hanno avuto modo di lavorare.

  • Il periodo è stato caratterizzato da un surplus di produzione, con conseguente calo dei costi, ma nonostante ciò i clienti si sono mostrati riluttanti a investire nella costruzione di un ampio magazzino. Sono stati registrati grandi cali nei prezzi di gas quali R404A, R401A e R134a, sia da parte dei produttori che da parte dei distributori.
  • In ogni caso, il costo degli HFC è comunque rimasto nettamente più alto rispetto all’introduzione della regolamentazione F-Gas (EU) No 517/2014 (OEM: + 300 % (R134a), + 500 % (R410A) / aziende di servizi: + 300 600 %). I prezzi di vendita delle aziende di servizi hanno raggiunto un livello simile a quello di inizio 2018.
  • Stando ai distributori, la domanda di refrigeranti Alternativi a basso GWP (i cui prezzi sono rimasti stabili) è calata, come conseguenza del calo di prezzo dei gas tradizionali. Le aziende di servizi hanno invece occasionalmente registrato alcuni cali.
  • I prezzi per il gas R404A recuperato ricevuti dalle società di servizi francesi variano da 13,50 a 40 € / kg. Nei casi in cui le compagnie si sono procurate da sole il gas, il prezzo registrato è stato più basso.
  • Le autorizzazioni di Quota hanno raggiunto un prezzo di 3-5€/t CO2 (dato riportato da 8 aziende), in linea con i prezzi del biennio 2015/2016.

Il documento completo si trova qui.

 

AWA introduce una valvola intelligente per la regolazione dell’olio nei compressori

AWA

Fondata nel 1879, Armaturenwerk Altenburg (AWA) è uno dei principali produttori europei di valvole, spie e raccordi per la refrigerazione e il condizionamento dell’aria. La storica azienda della Turingia presenta il nuovo sistema di regolazione dell’olio OLC.
OLC  di AWA garantisce il livello ottimale dell’olio nei compressori per la refrigerazione e viene utilizzato in sistemi con compressori alternativi o scroll in parallelo. La sua funzionalità si basa essenzialmente sulla misurazione quasi continua del livello mediante il sensore elettronico a galleggiante. Continua a leggere