Appello di Eurovent: “ripartiamo dall’ambiente!”

eurovent-vector-logo

Eurovent in prima linea: la ripartenza del settore (e dell’economia europea) deve partire da una svolta green, trasformando la crisi in una grande opportunità.

Sconfiggere la crisi innescata dalla pandemia di Covid-19 si può: la soluzione, per Eurovent, associazione Europea a tutela della Catena del Freddo, passa da una grande e ambiziosa svolta green.

L’appello di Eurovent è quello di trasformare la crisi in un’opportunità, sfruttando il prossimo budget Europeo come occasione per far ripartire da zero l’economia Europea, allineandosi agli obiettivi di neutralità carbonica e dando vita a un ambizioso rinnovamento che coinvolga numerosi settori, aumentando nel contempo i tassi di digitalizzazione, modernizzando i mezzi di produzione energetica, e puntando con forza sullo sviluppo delle logiche di economia circolare.

Con il Parlamento Europeo disposto a stanziare un Recovery Fund da almeno 500 Miliardi, orientato a valorizzare i progetti che portino a raggiungere gli obiettivi di neutralità carbonica. Continua a leggere

Aperte le candidature all’Innovation Award di ASHRAE e OzonAction

innovation award

Sono aperte le candidature all’Innovation Award di ASHRAE e OzonAction: sarà possibile iscriversi sino al 1° settembre 2020.

Il premio promuove le innovazioni nell’ambito del design, della ricerca e della pratica, riconoscendo il valore dei progetti che hanno portato le nazioni in via di sviluppo a minimizzare l’uso dei refrigeranti ad alto GWP nelle operazioni di refrigerazione e condizionamento dell’aria.

I lavori candidati devono essere stati svolti all’interno di una nazione in via di sviluppo, come indicato dall’Articolo 5, paragrafo 1 del Protocollo di Montreal.

Il premio è organizzato da ASHRAE e da UNEP (UN Environment Programme) e viene assegnato con cadenza annuale. Continua a leggere

AREA, pubblicato l’Annual Report

Catturaareareport

AREA ha pubblicato l’Annual Report 2019: al centro il rapporto con le Nazioni Unite, AREA Vision 2025, la lotta ai refrigeranti illegali e la valorizzazione del capitale umano.

Il documento, pubblicato sul sito ufficiale di AREA, ha messo in luce ed evidenziato alcuni punti cardine, a partire dalle parole del Presidente, Marco Buoni (anche segretario di ATF e direttore del Centro Studi Galileo), da maggio 2018 primo italiano alla guida dell’associazione, che ha ancora una volta ricordato il grandissimo impegno dei Tecnici del Freddo anche in questo periodo senza precedenti, e i grandissimi risultati che AREA ha conseguito nel corso del 2019, dalla firma del Memorandum of Understanding con UNEP, nel corso del 31° MOP alla costante lotta portata avanti giorno dopo giorno per contribuire a ridurre le emissioni di gas a effetto serra. Continua a leggere

F-Gas: almeno 3.000 tonnellate di HFC importati illegalmente in Europa nel 2019

EFCTCStopIllegalImportsHFCs-webBANNER-Pubications-1024x307

Da EFCTC riceviamo e pubblichiamo
I dati emersi dalle indagini della società Kroll, leader nei servizi investigativi e di data analytics, evidenziano grandi quantità di HFC (idrofluorocarburi) illegali importati nel mercato europeo nel 2019, nonostante l’incremento dei controlli. I gas HFC sono una tipologia di F-Gas utilizzati prevalentemente a scopo refrigerante in ambito domestico, commerciale e industriale.

L’indagine di Kroll ha rivelato come il problema sia particolarmente complesso. I numerosi sistemi attraverso cui gli HFC illegali vengono introdotti in Europa alimentano una grande preoccupazione e dimostrano che il problema richiede un approccio unico da parte di tutti i soggetti coinvolti”, afferma Diego Boeri, Vice President Fluorochemicals di The Chemours Company, membro di EFCTC (European Fluorocarbons Technical Committee). Continua a leggere

Coronavirus, anche da Eurovent consigli e risorse per la ventilazione sicura

eurovent-vector-logo

Anche Eurovent, associazione Europea che tutela gli interessi delle Industrie del Freddo, ha pubblicato una raccolta di articoli affidabili in merito alla gestione degli impianti nel corso della pandemia di Covid-19.

I materiali e le raccomandazioni raccolte da Eurovent offrono una panoramica su una serie di buone procedure da seguire per garantire un’efficiente sanificazione degli impianti di ventilazione, a partire dagli studi della John Hopkins University: come si legge nel testo originale,

In base alle conoscenze attuali, i ricercatori sanno che il nuovo Coronavirus (SARS-CoV-2) si diffonde nell’aria tramite le goccioline emesse quando una persona tossisce, starnutisce o parla. Queste goccioline non rimangono in sospensione, ma cadono a terra a breve distanza dalla persona che le ha emesse, ragion per cui risultano efficienti le misure di distanziamento sociale. Queste informazioni arrivano direttamente dalla Johns Hopkins University, universalmente riconosciuta come fonte affidabile quando si parla di coronavirus. Al momento, non esiste alcuna prova della diffusione del virus tramite i sistemi di ventilazione. Eurovent non è a conoscenza di nessuna autorità sanitaria che abbia fornito indicazioni obbligatorie in merito alle operazioni da eseguire sugli impianti“. Continua a leggere

USA, ACCA preme per un phase-down condiviso dei refrigeranti ad alto GWP

accalogo2bDa Coolingpost.com
L’Air Conditioning Contractors of America (ACCA) ha lanciato un appello per un’approccio unificato al phase down degli HFC, al fine di garantire l’introduzione sicura degli A2L sul mercato statunitense.

Le richieste sono state presentate direttamente al Senato degli Stati Uniti, nello specifico al Comitato per l’Ambiente e i Lavori Pubblici, in riferimento all’S2756, American Innovation and Manufacturing (AIM) Act, del 2019, firmato da ambo gli schieramenti politici e volto ad autorizzare un phase-down quindicennale per garantire all’industria tempi certi su cui lavorare per garantire la transizione verso i nuovi refrigeranti.

La principale richiesta di ACCA è l’obbligo di unificare i programmi e le leggi che regolamenteranno il phase down, onde evitare dispersione degli sforzi: in seguito agli sforzi della California, fortemente interessata a implementare una sua tabella di marcia privata, ACCA insiste sulla necessità di garantire sicurezze condivise al settore, decisione che spetterebbe al Congresso. Continua a leggere

Corso sui veicoli elettrici: avanti tutta con la Formazione a Distanza!

Locandina auto elettriche FAD (2)

Il Corso sui Veicoli Elettrici, proposto dal Centro Studi Galileo per il prossimo 30 Maggio, sposa la formula della Formazione a Distanza per ovviare alle limitazioni imposte dal Coronavirus.

La decisione di traslare il corso (del quale avevamo parlato anche in precedenza) su una piattaforma digitale rientra nell’ottica di contribuire a minimizzare gli effetti dell’attuale situazione di emergenza sanitaria, che comporta inoltre limitazione agli spostamenti e numerosi altri disagi ai quali è possibile ovviare sfruttando i sistemi di FAD – Formazione a Distanza, già tempo sfruttati con successo dal Centro Studi Galileo.

I docenti del corso, Davide Bonalumi (Politecnico di Milano) e Simone Porta (Centro Studi Galileo) guideranno gli allievi nel corso di una full immersion da otto ore, nel corso della quale affronteranno una vastissima serie di argomenti, nello specifico: Continua a leggere

Gli impianti di condizionamento possono diffondere il Coronavirus?

coronavirus-4945950_960_720

Negli ultimi giorni, gli operatori di settore si sono più volte interrogati in merito alla possibilità che gli impianti di condizionamento possano contribuire alla diffusione del Coronavirus.

L’argomento, di grandissimo interesse e di capitale importanza, è stato affrontato anche dai principali media nazionali: tanto i Tecnici quanto gli utenti sono stati portati a chiedersi se e come fosse necessario procedere per garantire che gli impianti possano essere gestiti in sicurezza. Industria e Formazione, in accordo con ATF – Associazione dei Tecnici del Freddo e con il Centro Studi Galileo, più autorevole ente per la formazione nel settore della refrigerazione, hanno deciso di supportare in tal senso la posizione presa da AiCARR, Associazione Italiana Condizionamento dell’Aria, Riscaldamento e Refrigerazione, espressa in documento destinato a fornire consigli su come meglio gestire gli ambienti lavorativi durante l’emergenza. Continua a leggere

L’inverno Europeo più caldo di sempre: otto anni di cambiamenti climatici

cambiamento-climatico-evoluzione-del-clima-3-696x696

Un dato registrato dal Copernicus Climate Change Service: la “febbre del pianeta”, iniziata nel 2012, continua a segnare nuovi picchi e a destare preoccupazioni.

Copernicus Climate Change service (C3S), creato dalla Commissione europea e dal Centro Europeo per le Previsioni Meteorologiche a Medio Termine, pubblica mensilmente bollettini sul clima mettendo insieme miliardi di dati analizzati e processati al fine di avere quadri plausibili delle situazioni climatiche, sui quali i decisori politici possono poi basarsi per operare.

1,4° in più rispetto al 2015/16: questo il dato del caldo record di questo Inverno. Pur trattandosi di un caso limite, è del tutto plausibile che il fenomeno sia stato estremizzato dai fenomeni di riscaldamento globale, anche se si tratta di un dato che può indurre in errore, essendo le temperature stagionali estremamente variabili di anno in anno. Continua a leggere