NUOVA RUBRICA: APPROFONDIAMO IL DECRETO – Certificati F-Gas in tempi di Coronavirus

bancadati-fgas

Il periodo di fermo delle attività non essenziali ha portato alcune deroghe ai normali adempimenti F-Gas.

Innanzi tutto, anche in questo periodo, Accredia ha autorizzato il proseguo delle attività di certificazione sia delle persone che delle aziende se sussistono comprovate esigenze lavorative e urgenze (circolare 10/2020). L’autorizzazione prevede che gli esami teorici e pratici possano essere fatti in modalità on line, in diretta e registrati. Il Centro Studi Galileo sta continuando l’attività sia per la preparazione che per il rilascio dei patentini F-gas che per la preparazione alla certificazione dell’azienda, attività che sta riscuotendo molto successo in quanto si può seguire la sessione comodamente da casa.

Sempre Accredia, di concerto con il Ministero dell’Ambiente, ha emesso una circolare in cui tutti i certificati in scadenza nel periodo compreso tra  il 31 gennaio e il 15 aprile 2020 resteranno validi fino al 15 giugno. L’obbligo viene rimandato agli organismi di certificazione che devono quindi posticipare audit, scadenze, estensioni e mantenimenti.

Per quanto riguarda invece le scadenze dei controlli periodici delle apparecchiature con più di 5 tonnellate di CO2, non c’è alcuna circolare specifica alla data odierna. Tuttavia, è auspicabile pensare che la stessa proroga valga per i controlli obbligatori delle apparecchiature che andavano verificate nel periodo di chiusura forzata delle attività.

In questo momento, stiamo lavorando sia a livello italiano che europeo perché ciò avvenga.

Continua a leggere

NUOVA RUBRICA: APPROFONDIAMO DECRETO E BANCA DATI F-GAS – Chi acquista gas ma non effettua installazioni deve avere la certificazione?

bancadati-fgas

Sono titolare di una piccola ditta che produce apparecchiature contenenti gas fluorurati ad effetto serra, ma non ci occupiamo di installazione delle stesse. Facciamo riparazione esclusivamente presso la sede di produzione. Per poter acquistare il gas il fornitore ci richiede la certificazione f-gas dell’azienda. Senza certificazione non ci vendono il gas.

Devo pertanto provvedere alla certificazione?

Le aziende che forniscono gas fluorurati ad effetto serra hanno l’obbligo di dichiarare la vendita del gas in Banca Dati. Ai fini della dichiarazione il venditore deve individuare se

  1. L’azienda a cui vende il gas è un’azienda sottoposta all’obbligo di certificazione aziendale,
  2. Se necessita solamente di certificazione del personale e non aziendale
  3. Oppure se non necessita né dell’una né dell’altra.

La decisione sulla categoria di appartenenza della ditta acquirente dipende dal tipo di attività svolte dalla stessa. Naturalmente il venditore non deve preoccuparsi oltremodo di definire a quale categoria appartiene l’acquirente.

Nel caso in cui la ditta acquirente sia in possesso di certificazione aziendale il venditore inserirà in Banca Dati il numero di certificato f-gas della ditta.

Sono obbligate ad essere certificate tutte le ditte che si occupano di installazione, manutenzione, riparazione, controllo delle perdite di apparecchiature fisse di refrigerazione contenenti gas fluorurati ad effetto serra. Continua a leggere

Libera circolazione dei lavoratori, l’UE riadatta le linee guida per contrastare il coronavirus e proteggere i frontalieri

blue, building, pattern, freedom, stars, flag, europe, liberty,

La Commissione europea ha pubblicato le Linee guida relative all’esercizio della libera circolazione dei lavoratori (vedi comunicato stampa). Nell’ambito di questi orientamenti son state delineate una serie di misure riguardanti la libera circolazione dei lavoratori frontalieri, dei distaccati e temporanei che forniscono servizi essenziali.

Gli elementi principali delle linee guida possono essere così riassunti:

  • I servizi essenziali sono definiti all’interno linee guida. Oltre ai medici e ai conducenti dei trasporti, per il nostro settore sarebbero fondamentali i professionisti delle TIC, compresi i tecnici responsabili del funzionamento e della manutenzione delle apparecchiature, i professionisti dell‘ingegneria, come i tecnici dell’energia o elettrici, le persone che lavorano su infrastrutture critiche o essenziali, e chi lavora in abito scientifico. L’elenco completo è disponibile a pagina 3 delle linee guida.
  • Gli Stati membri dovrebbero istituire procedure rapide e senza oneri di attraversamento delle frontiere che registrano abitualmente flussi regolari di lavoratori frontalieri o distaccati. La Commissione consulterà il Comitato Tecnico sulla Libera Circolazione dei Lavoratori per individuare il modo migliore di procedere.
  • Screening sanitari:Sarebbe necessario applicare gli stessi screening previsti per i lavoratori nazionali.
    • È possibile effettuare controlli sanitari prima o dopo la frontiera, e gli Stati membri dovrebbero coordinarsi tra loro per evitare ulteriori strozzature. Inoltre, lo screening dovrebbe essere basato sui controlli di temperatura. Se un lavoratore viene identificato come affetto da febbre, deve ricevere la stessa assistenza dei lavoratori del paese di lavoro; e lo Stato membro dovrebbe informare quello di provenienza o di arrivo del problema.
    • Gli screening sanitari per gli addetti ai trasporti seguiranno le guide contenute nella “Comunicazione sull’attuazione delle Green Lanes
  • I lavoratori frontalieri e distaccati dovrebbero essere autorizzati a continuare ad attraversare il confine se le loro attività sono ancora consentite nello Stato membro ospitante
  • Nelle situazioni in cui potrebbe esserci un cambiamento dello Stato membro di riferimento per l’assicurazione di un lavoratore, gli Stati membri possono richiedere un’eccezione per mantenere invariata l’assicurazione del lavoratore. È responsabilità del datore di lavoro fare domanda per questa eccezione allo Stato membro in cui il lavoratore richiede di essere coperto.

Parallelamente, la Commissione ha anche pubblicato un orientamento pratico sull’attuazione della restrizione temporanea ai viaggi non essenziali verso l’UE (vedi Comunicato stampa).

F-Gas da remoto, facciamo chiarezza: Circolare Tecnica DC N° 10/2020

P1040923

Come conseguenza dell’attuale emergenza sanitaria in atto,  recentemente ACCREDIA con la Circolare Tecnica DC N° 6/2020 ha fornito agli enti di certificazione e di valutazione la possibilità di eseguire gli esami pratici da remoto.

Nella giornata del 24 Marzo, con la Circolare Tecnica DC N° 10/2020 rilasciata da Accredia in consulto con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dichiara che gli Organismi di certificazione sono invitati a posticipare le attività di nuova certificazione delle persone relative allo schema Fgas, fino al perdurare dell’emergenza sanitaria, salvo che in caso di comprovate esigenze lavorative di assoluta urgenza.
In tale caso è possibile effettuare in remoto anche gli esami di certificazione delle persone fisiche mantenendo le registrazioni della prova pratica che potrà essere svolta tramite video chiamata “in diretta”, in cui il candidato effettuerà tutte le prove richieste dall’esaminatore su un impianto al quale può accedere assicurando il rispetto dei DPCM 8 marzo 2020, DPCM 9 marzo 2020, DPCM 11 marzo e DPCM 22 marzo 2020.

Nonostante il periodo, senza precedenti, di incertezza, rimane quindi possibile alle aziende e alle persone fisiche, con comprovate e impellenti necessità, la possibilità di effettuare gli esami da remoto.

La nuova Circolare Tecnica può essere consultata CLICCANDO QUI.

Novità refrigeranti A2L per Impianti ad Aria Condizionata residenziale: cambiano le regole tecniche, da GeneralGas un utile approfondimento

1584085832_801

Da GeneralGas.it/blog
Con la pubblicazione all’interno della Gazzetta Ufficiale del Ministero dell’Interno, sono state aggiornate alcune delle Regole Tecniche Verticali (RTV), ora allineate al Codice di Prevenzione Incendi (CPI): GeneralGas ha pubblicato una serie di linee guida a supporto dei Tecnici del Freddo.

L’aggiornamento tocca direttamente gli installatori, nonché i produttori, di Impianti di Aria Condizionata Residenziale. L’aggiornamento fa riferimento in particolare a:

  1. RTV 4: Uffici
  2. RTV 5: Attività Turistico Alberghiere
  3. RTV 6: Autorimesse
  4. RTV 7: Attività di istruzione
  5. RTV 8: Attività Commerciali

I cambiamenti riguardano in particolare un aggiornamento delle normative di sicurezza degli impianti tecnologici e di servizio. Continua a leggere

#IoF-GasDaCasa: dal Centro Studi Galileo arriva la possibilità di conseguire il Patentino Frigoristi a distanza!

hghghg

In base alla Circolare ACCREDIA pubblicata lo scorso 11 marzo, è ammissibile che in questo periodo vengano effettuati esami di certificazione a distanza: il Centro Studi Galileo è autorizzato ad erogarli.

Una grandissima opportunità assolutamente senza precedenti, è stata resa disponibile ai Tecnici del Freddo italiani per far fronte alle limitazioni imposte dal decreto #IoRestoaCasa per far fronte all’epidemia di Coronavirus: ACCREDIA, ente italiano di accreditamento, ha infatti rilasciato una nota che permette di conseguire il PIF, Patentino Italiano Frigoristi, anche a distanza. Continua a leggere

“Servicing Tail”: cosa comporta per i Paesi in via di Sviluppo?

servicing tail

UNIDO, United Nations Industrial Development Organization, ha diramato un approfondimento sulla cosiddetta “Servicing Tail” degli HCFC, con particolare attenzione alle Nazioni in Via di Sviluppo.

Per Servicing Tail, quando si parla del Phase Out degli HCFC, si intende l’uso di refrigeranti la cui vendita è ormai vietata, ma l’utilizzo è ancora consentito essendo ancora attivi impianti che ne fanno ampio uso.

Mentre numerose Nazioni, come previsto dal Protocollo di Montreal, hanno visto il termine della produzione di F-Gas diventare attivo al 1° Gennaio 2020, altre realtà, in primis i Paesi in via di Sviluppo (le cosiddette Nazioni dell’Articolo 5, si stanno attrezzando per arrivare allo stop della produzione entro il 2030. Continua a leggere

CO2 e Idrocarburi, il futuro naturale della refrigerazione commerciale: un nuovo webinar gratuito targato CSG

webnar vulkan rivacold

Si avvicina una nuova opportunità di formazione e aggiornamento online con i Webinar del Centro Studi Galileo: il 17 Marzo, dalle 11 alle 12, con Embraco ed Epta, si parlerà della soluzioni naturali per la refrigerazione commerciale.

I Webinar del Centro Studi Galileo rappresentano una grandissima opportunità didattica per chiunque lavori nel settore HVAC/R: la refrigerazione commerciale è un settore in continuo sviluppo, ed è fondamentale per un frigorista mantenersi sempre aggiornati sugli ultimi cambiamenti tecnologici. Continua a leggere

Economia circolare, una fuga di notizie svela i progetti della Commissione Europea?

brussels-4056171_1280

Una fuga di notizie avrebbe rivelato in anticipo i plausibili contenuti del nuovo Circular Economy Action Plan, previsto per la pubblicazione il prossimo 10 Marzo.

L’obiettivo? Rendere l’Europa ancora più green e ancora più competitiva.

L’idea sembrerebbe essere quella di strutturare l’Action Plan in sette punti chiave, sui quali verrà basata tutta la linea intrapresa:

  1. Un quadro politico per la sostenibilità dei prodotti, atto a cambiare il modo in cui produciamo e consumiamo
  2. Una catena del valore per i prodotti chiave
  3. Meno sprechi e più valore
  4. Rendere l’economia circolare funzionale per le persone, le regioni e le città
  5. Azioni intersettoriali
  6. Sforzi direttivi a livello globale
  7. Analisi dei progressi

oltre all’Action Plan, è prevista anche la pubblicazione di un nuovo Working Plan per l’Ecodesign e della nuova Politica Industriale Europea. Continua a leggere