Individuata la centrale di produzione di gas CFC-11 illegale in Cina

Le informazioni ottenute dall’Investigation Agency (EIA) dimostrano con certezza che l’uso di CFC-11 nel settore degli isolamenti in schiuma di poliuretano rigido in Cina è molto diffusa.
Il CFC-11 viene utilizzato come agente espandente per la fabbricazione di pannelli di schiuma stampati e schiuma spray per l’isolamento. EIA ha raccolto prove contro diciotto aziende in dieci province.
Approfondite discussioni con i dirigenti delle società rilevano che non si tratta di episodi isolati, ma invece rappresentano una pratica comune.
EIA ha esortato il governo cinese a riconoscere la portata di questo reato ambientale e agire con la forza pubblica al fine di interrompere immediatamente le produzioni illegali.
Leggi anche: www.industriaeformazione.it/2018/06/26/un-enorme-sito-produttivo-cinese-sta-inquinando-il-mondo-con-gas-illegale/

Video del WEBINAR “LA REFRIGERAZIONE DEL FUTURO: L’IMPATTO DEI REFRIGERANTI SUGLI SCAMBIATORI DI CALORE E LE NUOVE TECNOLOGIE DI MISURAZIONE”

Disponibile il video del webinar targato Centro Studi Galileo che si è tenuto martedì 26 giugno alle 11.

Relazioni:

Rodolfo Cavicchioli | Product Manager LUVE
“Nuovi refrigeranti ad elevato glide: impatto sugli scambiatori di calore”
Fabio Mastromatteo | Instrumentation Business Manager TESTO
“La tecnologia di misura nel campo dell’installazione e assistenza delle macchine frigorifere. Internet of things, dispositivi smart e connessioni wireless”

Introduce e modera
Federico Riboldi | Responsabile Comunicazione Istituzionale ATF

Centro Studi Galileo ha promosso, a partire dall’anno 2016, diversi webinar su argomenti di attualità del settore. Un modo semplice e gratuito per aggiornare tutti i Tecnici sulle novità del settore e costruire un rapporto diretto tra Tecnici e imprese.

Energia: rapporto ENEA su efficienza, investimenti per 3,7 mld con ecobonus 2017

La presentazione del RAEE2018Grazie all’ecobonus le famiglie italiane hanno investito nel 2017 oltre 3,7 miliardi di euro per realizzare circa 420mila interventi di riqualificazione energetica, con un risparmio di oltre 1.300 GWh/anno. A ciò si aggiunge anche un risparmio di circa 2 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep) derivante dall’emissione di 5,8 milioni di Titoli di Efficienza Energetica, i cosiddetti Certificati Bianchi, di cui 62% nell’industria e il 31% nel civile.
Sono questi i dati principali che emergono dal 7° Rapporto Annuale sull’Efficienza Energetica dell’ENEA (RAEE) presentato oggi a Roma, che ha evidenziato anche come tutte le misure adottate nel settore dell’efficientamento dal 2011 al 2017 abbiano generato complessivamente risparmi energetici per 8 Mtep/anno di energia finale, pari a due miliardi e mezzo di eurorisparmiati per minori importazioni di gas naturale e petrolio e a circa 19 milioni di tonnellate di  COin meno rilasciate in atmosfera. Continua a leggere

Le imprese statunitensi scrivono a Trump: “Il Senato ratifichi l’emendamento di Kigali!”

Trump,_Pence,_Ryan,_McConnell_celebrate_tax_cut_passage

Il Presidente Donald Trump con il VicePresidente Mike Pence, il leader della maggioranza in Senato Mitch McConnell e lo speaker della Camera Paul Ryan

Le aziende statunitensi del settore HVACR, stanche di un’estenuante attesa per l’approvazione al Senato delle modifiche imposte dall’emendamento di Kigali hanno preso carta e penna per sollecitare direttamente il Presidente Trump.
La lettera, in copia il Segretario di Stato Mike Pompeo, è stata firmata da 32 alti dirigenti delle industrie di settore e le società rappresentate includono Hillphoenix, Danfoss North America, Emerson, Johnson Controls, Lennox International e Structural Concepts.
L’emendamento di Kigali, che richiede una riduzione graduale globale degli HFC, è stato finora ratificato da 35 delle 197 nazioni firmatarie e entrerà in vigore il 1 ° gennaio 2019.
Riteniamo che questa azione contribuirà a garantire una posizione di forza per le aziende americane in un mercato globale altamente competitivo per condizionatori d’aria di nuova generazione, refrigerazione, isolamento termico, aerosol, uso medico altre tecnologie che utilizzano fluorocarburi” si legge nella missiva promossa dai produttori membri dell’Alliance for Responsible Atmospheric Policy e dell’Air-Conditioning, Heating and Refrigeration Institute (AHRI) che affermano inoltre che la ratifica dell’emendamento Kigali aumenterà i posti di lavoro negli Stati Uniti di 33.000 unità e le esportazioni di $5 miliardi.  Continua a leggere

Oggi alle 15 webinar gratuito della Commissione Europea sui prezzi dei refrigeranti

logo_ce-it-rvb-hr
Webinar sul monitoraggio dei prezzi dei refrigeranti dopo l’attuazione della regolamentazione F-Gas 517/2014 alle 15 di oggi 

Agenda:
Introduzione. “How the EU F-gas phase-down mechanism works”
Arno Kaschl, Policy Officer, EU Commission (DG Climate Action)
Parte 1. “Price development of HFCs since 2015”
Barbara Geschrey, Managing Director, Öko-Recherche GmbH
Parte 2. “Survey on price monitoring of HFC refrigerants and their alternatives”
Julia Kleinschmidt, Policy Advisor, Öko-Recherche GmbH
Parte 3. Q&As on the price monitoring survey

Registrarsi cliccando qui

La partecipazione al webinar è limitata. Una volta registrato, riceverai una e-mail di conferma da YuLinc con il tuo link di accesso personale al webinar. Controlla anche la tua cartella spam.
In caso di domande, si prega di contattare Julia Kleinschmidt (julia.kleinschmidt@oekorecherche.de).
Per maggiori informazioni visita il sito www.oekorecherche.de/de

Le emissioni di CFC-11 sono aumentate del 25% dal 2012! Produzione clandestina in oriente?

Image-1Ho eseguito misurazioni di questo tipo per oltre 30 anni e questa è la cosa più incredibile che abbia visto“, afferma Stephen Montzka, scienziato dell’Oceanic and Atmospheric Observing Agency. Le emissioni di CFC-11 sono aumentate del 25% dal 2012, nonostante la sostanza faccia parte di un gruppo di inquinanti vietati dal Protocollo di Montreal del 1987.
Il CFC-11, noto anche come triclorofluorometano, è un gas chimico utilizzato principalmente nei frigoriferi. Una volta rilasciato, può rimanere in atmosfera fino a cinquant’anni. Viene distrutto solo nella stratosfera, dai 9 ai 18 chilometri sopra la superficie terrestre quando le molecole di cloro creano una serie di reazioni chimiche distruttive per lo strato di ozono.
Un gas potente che contribuisce al riscaldamento globale che gli scienziati sospettano qualcuno stia producendo nonostante il divieto. “Un osservatorio americano alle Hawaii ha scoperto che la CFC-11, mescolata con altri gas, proveniva dall’Asia orientale. Ma è difficile per gli scienziati individuare l’area ” afferma Stephan Montzka al Washington Post.
E’ necessaria un’urgente indagine internazionale per individuare i produttori illegali del gas.

 

Resta competitivo: non installare più R-404A / R-507A!

Nel 2018 ci sarà una forte riduzione della disponibilità degli HFC e nel 2020 verrà imposto il limite di 2500 al GWP. Se vuoi restare competitivo non devi più installare R-404A / R-507A!
Dopo la pubblicazione della “Linea Guida per il retrofit dei refrigeranti HFC ad alto GWP con refrigeranti a minor GWP non infiammabili”, l’Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo e AREA lanciani, in collaborazione con EPEE, un video esplicativo comodamente fruibile da tutti i Tecnici del Settore. Diffondilo sui tuoi canali social!