Anche Armenia e Montenegro ratificano l’Emendamento di Kigali!

RWANDA-ENVIRONMENT-WARMING-OZONE-HFC

La gioia al momento dell’approvazione dell’Emendamento a Kigali

Sale a 71 il numero delle Nazioni che hanno ratificato l’Emendamento di Kigali al protocollo di Montreal.
L’Armenia lo ha ratificato il 2 maggio, mentre il Montenegro ha fatto lo stesso il mese passato. Si tratta della quinta e sesta ratifica avvenuta nel corso di quest’anno, dopo quelle da parte di Albania, Andorra, Honduras e Polonia.
Ricordiamo che l’Emendamento di Kigali è entrato in vigore il 1° gennaio 2019. Ad oggi, però, manca ancora la ratifica dell’Emendamento da parte di circa due terzi dei paesi aderenti al Protocollo di Montreal. Fra questi, gli Stati Uniti e la Cina non hanno ancora proceduto in questo senso, nonostante siano fra i maggiori produttori e consumatori di HFC. Continua a leggere

La IEC ribalta il voto: aumentato il limite di carica per i refrigeranti infiammabili!

votoIECDopo che ad aprile aveva votato contro, la Commissione Elettrotecnica Internazionale ha approvato l’aumento del limite di carica dei refrigeranti infiammabili negli impianti di refrigerazione commerciale.
Dalla pagina del sito della IEC relativa alla votazione in questione emerge che il voto negativo della Malesia è stato escluso dal conteggio finale poiché non è supportato da alcuna motivazione, come invece previsto dall’attuale regolamento.
In occasione della votazione finale, i voti contrari non potevano superare il 25%: sui 35 voti totali espressi dalle commissioni nazionali, nove (il 25,7%) erano stati negativi. Solamente in un momento successivo si è constatato che i rappresentanti della Malesia, che avevano votato a sfavore della proposta, non avevano incluso alcuna motivazione tecnica. Questa è la ragione per cui il suo voto è stato respinto. Continua a leggere

Registro elettronico degli HFC, pubblicato il regolamento di esecuzione della Commissione europea

blue, building, pattern, freedom, stars, flag, europe, liberty,La Commissione Europea ha pubblicato il Regolamento di Esecuzione (UE) 2019/661 del 25 aprile 2019 che assicura il corretto funzionamento del registro elettronico delle quote per l’immissione in commercio di idrofluorocarburi (HFC).
Questo regolamento, che entrerà in vigore il prossimo 16 maggio, stabilisce le prescrizioni operative generali per l’iscrizione nel registro istituito a norma dell’articolo 17, paragrafo 1, del regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorati ad effetto serra che abroga il regolamento (CE) n. 842/2006. Continua a leggere

NUOVO WEBINAR GRATUITO Centro Studi Galileo: “Sei pronto ad utilizzare i nuovi refrigeranti HC e CO2?”

unnamed

Un precedente webinar targato Centro Studi Galileo e Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo

Venerdì 1° febbraio alle 11 una grande opportunità verrà offerta a tutti i Tecnici del Freddo con un nuovo webinar targato Centro Studi Galileo che vedrà la partecipazione di Giacomo Pisano, Business Development Manager CO2 Compressor di Officine Mario Dorin e di Sergio Mozzato, Area Manager di Wigam sul tema Sei pronto ad utilizzare i nuovi refrigeranti HC e CO2?.
Moderatore dell’incontro Federico Riboldi, Responsabile della Comunicazione Istituzionale dell’Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo.

Relazioni dei Partner

Giacomo Pisano, Business Development Manager CO2 Compressor di Officine Mario Dorin
Compressori transcritici per anidride carbonica
Sergio Mozzato, Area Manager di Wigam
“Attrezzature e strumenti da utilizzare con i nuovi refrigeranti a basso GWP. Attrezzature per impianti HC e CO2”

Per iscriversi gratuitamente al webinar cliccare qui

Decreto F-Gas, arrivata la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale

decreto del presidente della repubblica - 16 novembre 2018 n.146-01Dopo una lunga attesa, ieri è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto di recepimento del Regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra (F-gas).
Il nuovo provvedimento, che era stato approvato durante il Consiglio dei Ministri dell’8 novembre, abroga il Regolamento (CE) n. 842/2006 ed entrerà ufficialmente in vigore il 24 gennaio 2019. Continua a leggere

Commercio illegale refrigeranti: interrogazione al Parlamento Europeo

sede commissione europea.jpg

Due membri del Parlamento europeo, Rolandas Paksas (EFDD) e John Stuart Agnew (EFDD) hanno sollevato una questione  in Commissione europea riguardo il commercio illegale di refrigeranti. La Commissione europea ha ricordato l’impatto che tale commercio illegale ha sul raggiungimento degli obiettivi del regolamento Fgas e sulla salute e la sicurezza di installatori e utenti. La Commissione è invitata a fornire informazioni sulle potenziali misure provvisorie per affrontare il problema, tra cui controlli più severi alle frontiere e l’uso dei fondi dell’UE per sostenere la transizione verso tecnologie alimentate da refrigeranti naturali. La Commissione europea deve fornire una risposta entro 6 settimane.

Ecobonus per clima e pompe di calore

pompe_caloreSi può accedere all’ecobonus se si sostituiscono solo i radiatori oppure deve essere sostituito il generatore di calore? Il chiarimento di Enea spiegato da Assoclima.
È possibile usufruire dell’Ecobonus se si sostituiscono solo i radiatori di un impianto di climatizzazione? La risposta è No.
A chiarirlo è una nota dell’ENEA la quale, sebbene chiarisca che nel testo dell’Ecobobus manca una specifica definizione del termine “sostituzione parziale” (interventi di sostituzione integrale o parziale di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione, con impianti a pompa di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia), ha spiegato che per usufruire degli incentivi, diversi a seconda del tipo di impianto, l’intervento deve necessariamente comportare la sostituzione del generatore di calore. Continua a leggere

La Commissione propugna un’Europa a impatto climatico zero entro il 2050

European Union Flag

La Commissione europea ha adottato il 28 novembre una visione strategica di lungo termine per un’economia prospera, moderna, competitiva e a impatto climatico zero entro il 2050.
La strategia evidenzia come l’Europa possa avere un ruolo guida per conseguire un impatto climatico zero, investendo in soluzioni tecnologiche realistiche, coinvolgendo i cittadini e armonizzando gli interventi in settori fondamentali, quali la politica industriale, la finanza o la ricerca — garantendo nel contempo equità sociale per una transizione giusta. Continua a leggere

L’intervento del Direttore Centro Studi Galileo ad Atmosphere Europe 2018

a916ceed-8f2b-49bd-9e39-54a01dae799a

Da destra Marco Buoni, Andrea Voigt EPEE e Claire Perry EIA a ATMOEurope2018

Nella cornice del Lago di Garda che ha ospitato Atmosphere Europe 2018, molti sono stati gli interventi di relatori internazionali, massimi esperti del settore HVAC. Tra questi riportiamo un interessante stralcio dell’intervento del Presidente AREA e Direttore Centro Studi Galileo Marco Buoni.
“AREA rappresenta 125.000 tecnici provenienti da 25 nazioni. Imprenditori che installano ogni tipo di tecnologia con qualsiasi tipo di refrigerante. Vogliamo avere refrigeranti naturali, ma come i miei colleghi di EUROVENT e EPEE hanno detto, non esiste una soluzione che si adatti a tutti. La soluzione è la formazione per i gas naturali. Continua a leggere