Nella Strategia Energetica Nazionale riconosciuto l’importante contributo delle pompe di calore

att-sen-2017Il Commento di Assoclima circa il ruolo delle pompe di calore nella SEN | Con D.M. del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell’Ambiente è stata adottata la Strategia Energetica Nazionale 2017, il piano del Governo italiano per anticipare e gestire il cambiamento del sistema energetico.
L’Italia ha raggiunto in anticipo gli obiettivi europei ‒ con una penetrazione di rinnovabili del 17,5% sui consumi complessivi al 2015, rispetto al target del 2020 di 17% ‒ e sono stati compiuti importanti progressi tecnologici che offrono nuove possibilità di conciliare contenimento dei prezzi dell’energia e sostenibilità.
Rinnovabili termiche e pompe di calore. Tra le linee di azione per le rinnovabili termiche si riporta che le pompe di calore elettriche e a gas, considerato il loro alto rendimento, avranno un crescente peso nel mix termico rinnovabile, ulteriormente supportato dal progresso tecnologico del settore, e che per accelerarne la diffusione risulta opportuno, almeno in una prima fase, mantenere gli attuali strumenti di incentivazione. Lo sviluppo delle pompe di calore contribuirà al raggiungimento degli standard definiti nella Direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia, dando ulteriore impulso all’edilizia a zero emissioni. Continua a leggere

Con la ratifica della ventesima Nazione l’emendamento di Kigali per la Phase Down HFC entra ufficialmente in vigore!

DO3ZSMHX4AAJBxc

Interessante tabella sugli HFC postata su Twitter da Eric Sohleim, Direttore Esecutivo dell’Agenzia per l’ambiente delle Nazioni Unite

La riunione della Parti del Protocollo di Montreal, MOP 28, di ottobre 2016 a Kigali, ha sancito, con l’approvazione di un apposito emendamento, la definitiva phase down degli HFC. L’emendamento entra in vigore il 1° gennaio 2019, a condizione che almeno venti Nazioni, che prendono parte al Protocollo di Montreal, procedano alla ratifica. 
Il 17 novembre 2017 la ventesima e la ventunesima nazione (Svezia e Trinitad and Tobago)  si sono pronunciate favorevolmente aprendo le porte all’applicazione su scala mondiale dell’accordo.
La tabella indica le Nazioni (tra cui la Corea del Nord!) che hanno proceduto alla ratifica, con data di approvazione.

 

Participant Acceptance(A), Ratification, Approval(AA)
Australia 27 Oct 2017 A
Canada  3 Nov 2017
Chile 19 Sep 2017
Comoros 16 Nov 2017
Democratic People’s Republic of Korea 21 Sep 2017
Finland 14 Nov 2017 A
Germany 14 Nov 2017 A
Lao People’s Democratic Republic 16 Nov 2017 A
Luxembourg 16 Nov 2017
Maldives 13 Nov 2017
Mali 31 Mar 2017 A
Marshall Islands 15 May 2017
Micronesia (Federated States of) 12 May 2017
Norway  6 Sep 2017
Palau 29 Aug 2017
Rwanda 23 May 2017
Slovakia 16 Nov 2017
Sweden 17 Nov 2017
Trinidad and Tobago 17 Nov 2017
Tuvalu 21 Sep 2017
United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland 14 Nov 2017
merlin_130235882_b6f6a231-a75b-44e2-9e65-6184a77fb570-superJumbo

La gioia di alcuni decision maker dopo l’approvazione dell’Emendamento a Kigali

Strategia Energetica Nazionale 2017

Con D.M. del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, è stata adottata la Strategia Energetica Nazionale 2017, il piano decennale del Governo italiano per anticipare e gestire il cambiamento del sistema energetico.
ITER. La SEN2017 è il risultato di un processo articolato e condiviso durato un anno che ha coinvolto, sin dalla fase istruttoria, gli organismi pubblici operanti sull’energia, gli operatori delle reti di trasporto di elettricità e gas e qualificati esperti del settore energetico. Nella fase preliminare sono state svolte due audizioni parlamentari, riunioni con i gruppi parlamentari, le Amministrazioni dello Stato e le Regioni. La proposta di Strategia è stata quindi posta in consultazione pubblica per tre mesi, con una ampia partecipazione: oltre 250 tra associazioni, imprese, organismi pubblici, cittadini e esponenti del mondo universitario hanno formulato osservazioni e proposte, per un totale di 838 contributi tematici, presentati nel corso di un’audizione parlamentare dalle Commissioni congiunte Attività produttive e Ambiente della Camera e Industria e Territorio del Senato. Continua a leggere

SAVE THE DATE! | WEBINAR EN378, ISO e A2L – A3, infiammabilità, cariche massime e utilizzo dei refrigeranti

Group Of Businesspeople In Video ConferenceGrande opportunità per tutti i Tecnici italiani del Freddo con un webinar (convegno online) completamente gratuito. Relatori Marco Buoni, VicePresidente AREA, Marek Zgliczynski, R&D Commercial Refrigeration di Embraco e Edoardo Monfrinotti, Account and Business Development Manager Chemours.
La normativa EN378, ISO, A2L – A3, l’infiammabilità dei nuovi gas alternativi, cariche massime e utilizzo dei refrigeranti. Argomenti focali per la professione del Tecnico del Freddo che suscitano molti interrogativi ai quali i relatori daranno risposte concrete.
Tutte le risposte il 19 dicembre ore 16. Per iscriversi all’Evento cliccare qui
Save the date and stay tuned!

unnamed

Il precendete webinar targato CSG – Chemours sui nuovi gas nell’industria HVAC

 

L’impianto di condizionamento va in fumo, paura nelle poste di Levanto

vigilidelfuocoFumo nero e forte odore di bruciato. Questa la situazione che hanno trovato sabato i Vigili del Fuoco di Levanto, giunti precipitosamente all’ufficio postale del Comune ligure dopo la chiamata del personale dipendente.
Verso le 11 l’impianto di aria condizionata ha manifestato i primi problemi riempiendo di fumo la sala riunioni del piccolo ufficio. Immediato l’appello al 112 e l’arrivo del Distaccamento VVF Volontario di Levanto che grazie ad una pronta evacuazione e ad un rapido intervento hanno evitato conseguenze ben più gravi.
Episodi simili riportano l’attenzione sull’importanza di un’adeguata manutenzione delle apparecchiature che deve essere sempre svolta da Tecnici del Freddo qualificati e in possesso della Certificazione PIF

 

Il 17° Convegno Nazioni Unite – CSG sulle Ultime Tecnologie del Freddo e Condizionamento arriva in America Latina

A conclusione e compimento dei 17 Convegni Europei sulle ultime Tecnologie del Freddo e del Condizionamento, le Nazioni Unite UNIDO hanno commissionato a Centro Studi Galileo due Convegni sui refrigeranti alternativi, che si configurano come i più importanti focus sullo sviluppo delle ultime tecnologie che verranno organizzati in America Latina, a Buenos Aires e Rosario il 4 e 6 dicembre 2017.
In qualità di Istituto internazionale promotore di Convegni e Corsi, il Centro Studi Galileo è stato incaricato ufficialmente dal Ministero dell’Ambiente Argentino e dalle Nazioni Unite per un nuovo progetto legato alla refrigerazione e allo sviluppo di refrigeranti a basso impatto ambientale a livello globale.
I seminari, in partnership anche con il Ministero Italiano dell’Ambiente, sono di natura informativa ed orientati al dibattito fra speaker e audience. A livello tecnico, sono focalizzati sulle esperienze delle nuove alternative a basso impatto ambientale.
Sponsor del Convegno saranno aziende multinazionali leader a livello globale tra cui i produttori di compressori Officine Mario Dorin ed Embraco e Lu.Ve.

Prossimi convegni:

4-6 dicembre 2017: Buenos Aires e Rosario, Argentina
15 marzo 2018: Fiera Mostra Convegno Expocomfort Milano
13-14 giugno 2019: 18° Convegno Europeo CSG-UNEP-IIR al Politecnico di Milano

 

agenda.png

La Gazzetta Ufficiale Europea pubblica le nuove quote per i produttori F-Gas per il biennio 2018-2020

unnamed (1)E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Europea la Decisione di Esecuzione (UE) 2017/1984 della Commissione Europea, del 24 ottobre 2017, contenente le decisioni, in applicazione del regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra, dei valori di riferimento per il periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2020 per ogni produttore o importatore che ha comunicato l’immissione in commercio di idrofluorocarburi a norma del regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio.
Per scaricare il testo completo cliccare sul titolo Decisione di Esecuzione (UE) della Commissione Europea