Operaio morto per una perdita di ammoniaca. Non era a conoscenza della pericolosità del gas

img_2199La notizia è rimbalzata in tutti i media europei di settore. Un Tecnico di una società che operava all’interno di un birrificio di Northampton è stato ucciso dalle esalazioni di ammoniaca dell’impianto sul quale stava operando. Una notizia terribile che colpisce tutto il settore e fa accendere con ancora maggiore forza i riflettori sulla pericolosità di alcuni gas e sulla necessità assoluta di manutenzione e formazione.
Le notizie che trapelano dall’inchiesta infatti tendono a sottolineare come il Tecnico non fosse a conoscenza della pericolosità delle lavorazioni che stava effettuando.
David Chandler sarebbe morto all’istante quando una “grande nuvola blu” di refrigerante ammoniacale l’ha colpito in pieno volto.
David, che lascia la giovane moglie Laura, era stato incaricato della rimozione di un vecchio compressore per la refrigerazione. Parrebbe che lo stesso fosse bloccato e che quindi lo sventurato abbia deciso di utilizzare una gru sospesa. Nelle fasi di preparazione allo spostamento un tubo sarebbe esploso ferendo mortalmente David e causando lesioni guaribili con ricovero ospedaliero di alcune settimane i due colleghi.

 

Chemours espande la disponibilità del refrigerante leader di mercato Opteon™ XP40 nell’Unione Europea a sostegno del phase-down definito dal regolamento F-Gas

Opteon_LP_banner_imageChemours, azienda chimica globale e leader di mercato per le tecnologie al titanio, i prodotti fluorurati, e le soluzioni chimiche, ha annunciato di aver siglato un accordo distributivo con Arkema per la distribuzione del refrigerante XP40 (R-449A) nell’Unione Europea, in risposta alla crescente domanda di refrigeranti a basso potenziale di riscaldamento globale (GWP) derivante dal regolamento F-Gas.
L’obiettivo di riduzione del 37% definito dal regolamento F-Gas per il 2018 ha generato una domanda significativa di alternative a basso GWP in sostituzione di prodotti tradizionali quali R-404A/R-507A. Opteon™ XP40 è attualmente il refrigerante preferito dai maggiori supermercati, rivenditori, installatori, distributori e utilizzatori finali nella UE, sia per i retrofit che le nuove apparecchiature. Fornisce prestazioni migliorate con un impatto ambientale minore e maggiore sostenibilità, nonché oltre 65% di riduzione del GWP rispetto ai prodotti esistenti. Continua a leggere

EPEE sollecita la ratifica dell’Emendamento di Kigali

maxresdefaultIl partenariato europeo per l’energia e l’ambiente (EPEE), che rappresenta l’industria della refrigerazione, del condizionamento dell’aria e delle pompe di calore in Europa, accoglie con favore la ratifica dell’emendamento Kigali in Belgio. Nell’occasione sollecita la Presidenza del Consiglio a ratificare l’emendamento in tempo utile per la prossima riunione del 40° Gruppo di lavoro aperto sulle parti del protocollo di Montreal che si terrà a Vienna dall’11 luglio.
“L’UE ha un’opportunità unica per mostrare leadership globale nella riduzione delle emissioni di HFC. Per inviare un segnale forte ai paesi di tutto il mondo che non hanno ancora ratificato l’emendamento Kigali, sollecitiamo la Presidenza del Consiglio a ratificarlo come una questione prioritaria” ha affermato Andrea Voigt, direttore generale dell’EPEE. Continua a leggere

Energia: rapporto ENEA su efficienza, investimenti per 3,7 mld con ecobonus 2017

La presentazione del RAEE2018Grazie all’ecobonus le famiglie italiane hanno investito nel 2017 oltre 3,7 miliardi di euro per realizzare circa 420mila interventi di riqualificazione energetica, con un risparmio di oltre 1.300 GWh/anno. A ciò si aggiunge anche un risparmio di circa 2 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep) derivante dall’emissione di 5,8 milioni di Titoli di Efficienza Energetica, i cosiddetti Certificati Bianchi, di cui 62% nell’industria e il 31% nel civile.
Sono questi i dati principali che emergono dal 7° Rapporto Annuale sull’Efficienza Energetica dell’ENEA (RAEE) presentato oggi a Roma, che ha evidenziato anche come tutte le misure adottate nel settore dell’efficientamento dal 2011 al 2017 abbiano generato complessivamente risparmi energetici per 8 Mtep/anno di energia finale, pari a due miliardi e mezzo di eurorisparmiati per minori importazioni di gas naturale e petrolio e a circa 19 milioni di tonnellate di  COin meno rilasciate in atmosfera. Continua a leggere

Dazi doganali sui prodotti HVACR dell’UE come rappresaglia alle tariffe degli Stati Uniti su alluminio e acciaio

US - EU flag 3DE’ guerra commerciale tra Europa e Stati Uniti? Analizziamo la situazione e le possibili ricadute sul settore.
Il 31 maggio, gli Stati Uniti hanno imposto dazi su acciaio e alluminio proveniente dalla UE, una decisione che è entrata in vigore il 1° giugno. In risposta, l’UE ha deciso di introdurre dazi su una serie di prodotti americani inclusi in un elenco che è stato notificato all’Organizzazione mondiale del commercio, il 18 maggio, a seguito di consultazione delle parti interessate.
Per quanto riguarda il nostro settore HVACR è prevista una tariffa del 25% su “generatori e distributori di aria calda, inclusi i distributori che possono funzionare per aria fresca o condizionata, riscaldamento non elettrico, aventi un ventilatore a motore o soffiatore, e loro parti, di ferro o di acciaio”.
La rappresaglia commerciale è stata decisa dal College of Commissioner’s il 6 giugno. Il 14 giugno un comitato del Consiglio (Trade Barrier Committee), composto da esperti nazionali, ha adottato un atto di esecuzione che autorizza l’elenco delle tariffe che entreranno in vigore già il 20 giugno. La decisione dovrebbe essere approvata all’unanimità e senza alcuna modifica dell’elenco. Aggiornamenti a breve.

La California riconosce i divieti degli HFC

519MJCD8SUL._SL500_AC_SS350_Il CARB (California Air Resources Board) ha riconosciuto le regole SNAP emesse dall’agenzia ambientale americana EPA, che erano state, invece, rigettate dalla Corte d’Appello dello stato della Columbia nel 2017. Secondo le regole SNAP, sarà vietato utilizzare fluidi con un PRG elevato come il R-404A, il R-407C, il R-410A e il R-134a in alcune nuove installazioni.
La California giustifica la propria decisione con gli obiettivi di riduzione delle emissioni in California e a livello nazionale. Secondo il CARB, sarebbe impossibile arrivare a una riduzione delle emissioni di HFC del 40% (rispetto al 2013) entro il 2030 senza ricorrere alle regole SNAP. Continua a leggere

Centro Studi Galileo propone i nuovissimi corsi a distanza su ammoniaca e chiller

unnamedCentro Studi Galileo da sempre vuole essere vicino ai Tecnici del Freddo per la formazione continua. Negli anni ha aperto 15 sedi in Italia per permettere a tutti di formarsi senza lunghe e dispendiose trasferte. Oggi, sfruttando la tecnologia sempre più efficiente e performante, propone nuovi Corsi a distanza su due argomenti molto attuali: ammoniaca e chiller

IMPIANTI AD AMMONIACA
e nozioni per acquisire patentino gas tossici
  DVD E-LEARNING
CHILLER E MINICHILLER
corso manutenzione, conduzione e riparazione
  DVD E-LEARNING

I corsi sono comprensivi di materiale didattico redatto appositamente dai maggiori esperti del settore.

PRENOTA ORA LA TUA COPIA E RESTA AGGIORNATO CON GALILEO DIGITAL! In omaggio per Lei Le Presentazioni e il Video del Convegno Europeo” svoltosi in MCE 2018 su “Passaggio ai refrigeranti alternativi: impatto su impianti nuovi ed esistenti”.