Indagine sull’ammoniaca a carica ridotta

ScreenShot20180412at09_57_02La crescita del mercato dell’ammoniaca sta cambiando il volto dell’industria della refrigerazione. E’ stato promosso un ampio sondaggio al fine di ottenere una panoramica completa di questo settore in crescita.
Produttori di sistemi/componenti, utenti finali, appaltatori, consulenti e membri del mondo accademico sono tutti invitati a partecipare al sondaggio che mirerà a coprire analisi di mercato, tendenze tecnologiche, studi di casi, aggiornamenti di codici, standard e nuove applicazioni per l’ammoniaca.
I risultati del sondaggio faranno parte della guida mondiale di ammonia21.com sull’ammoniaca a carica ridotta, primo studio a livello mondiale incentrato sul mercato in via di sviluppo per la tecnologia a bassa carica di ammoniaca.
Clicca qui per partecipare, la scadenza per i contributi è il 30 aprile 2018
Centro Studi Galileo sta promuovendo numerosi corsi sull’Ammoniaca. L’ultimo terminato ieri nella sede centrale di Casale Monferrato ha visto 14 partecipanti e la presenza di personale docente del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Quante nazioni hanno ratificato Kigali?

Parties-Kigali-amendmentL’emendamento di Kigali al 1° aprile 2018 è stato ratificato da 31 stati. In Europa Germania, Svezia, Finlandia, Norvegia, Slovacchia, Lussemburgo, Francia, Irlanda, Olanda e UK. Entrerà in vigore il 1 ° gennaio 2019 dopo che la soglia per l’entrata in vigore dell’accordo è stata raggiunta il 17 novembre 2017, quando è stata ratificata da 20 parti.

A livello globale le nazioni che hanno ratificato sono: Australia, Benin, Canada, Cile, Comore, Costa d’Avorio, Repubblica popolare democratica di Corea, Ecuador, Finlandia, Francia, Gabon, Germania, Irlanda, Repubblica democratica popolare del Laos, Lussemburgo, Malawi, Maldive, Mali, Isole Marshall, Stati Federati di Micronesia, Paesi Bassi, Norvegia, Palau, Ruanda, Samoa, Slovacchia, Svezia, Trinidad e Tobago, Togo, Tuvalu e Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord. Continua a leggere

Indice dell’aumento dei refrigeranti. I dati ufficiali.

R410aLa nostra Associazione dei Tecnici del Freddo – ATF, è partner ufficiale di Oko Recherche e della Commissione Europea, come evidenziato qui, per il monitoraggio continuo del prezzo dei refrigeranti e per la loro disponibilità in territorio EU.

Divulghiamo quindi i grafici degli aumenti dei refrigeranti nei 27 Stati Membri aggiornato all’ultimo trimestre 2017. Dati ufficiali della Commissione Europea. Continua a leggere

E’ ancora attuale il regolamento dei refrigeranti che riducono l’ozono? UE indice un questionario

2014091501.jpgLa Commissione Europea ha elaborato un questionario in vista dell’aggiornamento del regolamento 1005/2009 sulle sostanze ozonolesive

La Commissione Europea ha predisposto un importante questionario per verificare l’efficacia della regolamentazione europea sui gas ozonolesivi diretta a tutte le ditte  interessate dalla concessione di licenze, dalla segnalazione o dalla registrazione ai sensi del regolamento (CE) n. 1005/2009 sulle sostanze ozonolesive come i refrigeranti. Continua a leggere

Come far si che l’attuazione della regolamentazione F-Gas sia un successo

unnamedL’EIA, Environmental Investigation Agency, ha redatto un documento dove afferma che la piena applicazione del Regolamento dell’Unione europea sui gas fluorurati debba essere una priorità assoluta per gli Stati membri.
Il Regolamento infatti non solo garantisce il rispetto dell’emendamento di Kigali al Protocollo di Montreal e sostiene gli impegni sulla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, ma rappresenta anche un mezzo economicamente vantaggioso di ridurre le emissioni globali in linea con la tabella di marcia verso un’economia a basse emissioni di carbonio nel 2050.
Inoltre un percorso di successo verso l’implementazione aprirà la strada a tecnologie sostenibili a basso GWP nei paesi in via di sviluppo, consentendo all’UE di sfruttare la sua azione per affrontare gli idrofluorocarburi (HFC) a livello globale, offrendo allo stesso tempo nuove opportunità di mercato per le aziende europee.
Il documento completo (in lingua inglese) è reperibile cliccando qui

R22 importato illegalmente dalla Cina: rischia dieci anni di carcere!

9F26A671-1CC4-486D-8202-4BAE0E957CCF-650x369Il commercio illegale di R22 dalla Cina può costare molto caro. Lo sa bene Mahmoud Alkabbani, 64 anni, proprietario di USA Car Parts di Garden Grove, California. il mercante di origini arabe è stato accusato di importare e vendere illegalmente R22. L’uomo si è dichiarato colpevole e rischia ora 10 anni di carcere.
Quale stratagemma ha utilizzato per introdurre illegalmente il gas sul suolo americano?
Il gas veniva spedito dalla società cinese con la quale Alkabbani aveva stretto accordi confezionato in cilindri contraffatti con marcio Glacier. Il contratto con la società cinese elencava il prodotto come R134a, ma un secondo accordo segreto richiedeva che l’azienda cinese spedisse effettivamente R22 ad Alkabbani.
Il Registro della Contea di Orange rivela che Alkabbani offrì il refrigerante R22 in vendita su eBay e successivamente fece un accordo per vendere quattro cilindri a un agente sotto copertura per $ 330 ciascuno – più di 10 volte l’importo che aveva pagato per la sostanza.
Le gravi accuse formulate dal giudice federale comprendono la violazione del Clean Air Act.