Il Parlamento Europeo approva l’Emendamento di Kigali! L’Europa affronta con responsabilità e leadership globale i problemi legati ai cambiamenti climatici

RWANDA-ENVIRONMENT-WARMING-OZONE-HFCUltim’ora! Il Parlamento Europeo ha dato il proprio consenso al Consiglio dell’Unione Europea sull’Emendamento di Kigali al Protocollo di Montreal. Il Consiglio può ora adottare formalmente la decisione e ratificare l’emendamento a nome dell’UE.
Il protocollo di Montreal è un accordo misto, gli Stati membri dell’UE ratificheranno l’Emendamento singolarmente, conformemente ai loro processi parlamentari nazionali, in alcuni casi già avviati.
La ratifica dell’Emendamento di Kigali richiede il consenso di 20 Nazioni. L’UE e i suoi Stati membri sono sufficienti per la sua entrata in vigore. Una dimostrazione della leadership dell’UE in questo campo, come già accaduto con il regolamento F-Gas del 2015.

 

 

Oggi è la giornata mondiale dell’Ambiente. I Tecnici del Freddo in prima linea per la salvaguardia del Pianeta

rispetto-ambienteDal 1972 il 5 giugno è in tutto il mondo la giornata dedicata all’Ambiente. La Giornata Mondiale dell’Ambiente è una festività proclamata nel 1972 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite e viene celebrata ogni anno il 5 giugno.

Ogni edizione ha un tema come filo conduttore che lega tutte le iniziative mondiali che si svolgono in onore dell’Ambiente. Nel 2013 la giornata del 5 giugno è stata intitolata “Think, eat, save” ovvero pensa, mangia e risparmia. Non solo un tema, ma un vero e proprio motto che ha visto ogni Stato, ONG, e comitato regionale partecipare a migliaia di iniziative in tutto il mondo. nel 2012 la manifestazione principale era stata ospitata in Mongolia e ha avuto come tema principale il contrasto allo spreco alimentare.  Continua a leggere

Finanziamenti per il clima: risorse per un’Europa a basse emissioni di carbonio e resiliente al cambiamento climatico

Hans-Bruyninckx

Hans Bruyninckx, direttore esecutivo dell’AEA

Il nostro clima sta cambiando. Per contrastare questo fenomeno dobbiamo ridurre le emissioni di gas serra; nel contempo, dobbiamo intervenire con misure che ci aiutino a prepararci per gli impatti presenti e futuri.
Entrambi questi filoni d’azione richiedono uno sforzo senza precedenti per reindirizzare gli investimenti, come hanno riconosciuto la conferenza sul clima di Parigi e la recente conferenza di Marrakech. Il settore finanziario può svolgere e svolgerà un ruolo decisivo favorendo la transizione dell’Europa verso una società a basse emissioni di carbonio e resiliente al cambiamento climatico. Continua a leggere

Acqua del Mare per riscaldarsi? E’ una realtà nella gelida Alaska

Calving at Dawes GlacierUn interessante articolo comparso sulla rivista “Ecologiae” ci fornisce uno spunto interessante nel dibattito sulle nuove frontiere delle energie rinnovabili. L’Alaska SeaLife Center ha infatti abbandonato le fonti tradizionali e gestisce il riscaldamento utilizzano l’acqua di mare come vettore dello scambio termico.
Ecco questa grande innovazione raccontata dalla penna dell’ottimo Michele Costanzo
“Al mare ed ai suoi complessi fenomeni cinetici, chimici e termici si è sempre guardato con straordinario interesse nell’ambito delle energie rinnovabili. Sono molteplici i principi tecnici che permettono l’impiego dell’energia marina utilizzando i natali movimenti delle acque o sfruttandone le proprietà chimiche e fisiche. Una innovativa soluzione che permette di utilizzare le acque marine come vettore termico per il riscaldamento degli ambienti è stata presentata dall’Alaska SeaLife Center (ASLC), grande acquario che sorge nella città di Seward in Alaska e che come istituto di ricerca porta avanti anche numerosi progetti scientifici sull’ambiente marino. Continua a leggere

Intervista delle Nazioni Unite ai maggiori esperti mondiali sugli impianti frigoriferi

Video intervista dell’ONU ai maggiori esperti mondiali rivolto a tutte le Nazioni riguardo ai cambiamenti futuri degli impianti del Freddo e del Condizionamento. 
Tra gli intervistati Guus Velders, citato recentemente dal “Time Magazine” come una delle 100 persone più influenti del pianeta e Marco Buoni, VicePresidente dell’Associazione Europea dei Tecnici del Freddo.  Continua a leggere

Due strade diverse per Kyoto e Montreal. La politica del doppio forno di Trump tra Kigali e Parigi

 

elezioni-usa-2016-trumpCom’è noto il 15 ottobre 2016 a Kigali, in Rwanda, è stato approvato l’importantissimo emendamento al Protocollo di Montreal che porterà al definitivo pensionamento dei gas climalteranti.
L’emendamento eviterà un aumento di 0,5°, la più grande riduzione di temperatura mai ottenuta in un unico accordo, garantendo un risparmio di 70 miliardi di tonnellate di CO2 emesse in ambiente. Continua a leggere

“Il ruolo della refrigerazione nella transizione verso i refrigeranti alternativi”. Articolo di Marco Buoni sulla rivista ONU “OZONACTION 2017”

image (1)

L’italiano Marco Buoni, che rappresenta a Bruxelles i Tecnici Italiani del Freddo, con l’importante ruolo di VicePresidente Affari Internazionali di AREA è stato chiamato dal Dipartimento Ambiente delle Nazioni Unite a redigere un articolo per la rivista “OZONACTION – Special Issue 2017” (click sul titolo per scaricare copia integrale) che viene pubblicata a favore dei decision maker in occasione delle riunioni internazionali in materia ambientale.
Buoni si è soffermato sul ruolo fondamentale del settore RAC nella graduale eliminazione dei refrigeranti ozonolesivi ieri e climariscaldanti oggi, puntando l’indice sull’importanza dell’innovazione tecnologica, per battere la concorrenza a basso costo e “consumare meno” e della formazione per operare in sicurezza ed evitare dispersioni di refrigerante.
image (2)