Brexit e regolamentazione F-Gas, la Commissione Europea: “Le normative non si applicheranno al Regno Unito”

brexit-eu-europe-113885L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea avrà delle ripercussioni anche sulla regolamentazione F-Gas che, a sua volta, avrà ovviamente un impatto sull’industria del condizionamento e della refrigerazione e sui suoi operatori.
In particolare, come si può leggere in una nota diramata dalla direzione generale Azione per il clima della Commissione Europea,

Il 29 marzo 2017 Regno Unito ha presentato la notifica dell’intenzione di uscire dall’Unione Europea, secondo quanto previsto dall’Articolo 50 del Trattato sull’Unione Europea. Ciò significa che, a partire dal 30 marzo 2019 (la “data del recesso”), il Regno Unito sarà un “paese terzo”.
Prepararsi all’uscita non è una questione che riguarda solamente le autorità nazionali e dell’UE ma anche i privati. Continua a leggere

Importazioni illegali di refrigerante al 20% della quota. Dalla Germania: “Controlli inadeguati e rischio incidenti”

RefSurvey_0Dopo aver rivelato che la quantità di refrigeranti illegali entrati in Europa nell’ultimo anno è stata pari al 20% della quota legale di F-gas, da un gruppo tedesco di esperti di refrigerazione è arrivata una richiesta di intervento.
In una lettera aperta alla Commissione Europea e alle autorità nazionali, il Comitato di Esperti “Coolektiv” lamenta il fatto che è in atto un numero insufficiente di controlli e misure atte a impedire il commercio illegale.
Coolektiv è stato fondato ad ottobre da una serie di parti interessate: le aziende Chemours e Honeywell, l’associazione Asercom, fornitori tedeschi di refrigeranti come Westfalen e Frigoteam Handels, e il retailer Rewe. Continua a leggere

Webinar gratuito Real Alternatives 4 LIFE sui refrigeranti alternativi

Real-Alt-Master-logo-300dpi-CMYK-Il progetto UE REAL Alternative 4 LIFE organizza un webinar per rafforzare la formazione associata all’uso di refrigeranti alternativi a basso GWP (fluidi naturali, CO2,  idrocarburi, ammoniaca, HFO).
Per assistere al webinar, in programma il prossimo mercoledì 13 febbraio dalle ore 15 alle 16, è sufficiente registrarsi al seguente indirizzo.
Il progetto, co-finanziato dal LIFE programme dell’EU’s funding instrument for the environment and climate action, ha l’obiettivo di approfondire le “alternative reali” agli attuali gas refrigeranti che provocano cambiamenti climatici. Continua a leggere

Il 28 gennaio l’inaugurazione del Centro per il clima e lo sviluppo sostenibile dell’Africa

logo ministeroVerrà inaugurato lunedì 28 gennaio 2019 dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, l’amministratore di UNDP (United Nations Development Programme) Achim Steiner e il direttore generale della FAO Graziano Da Silva il Centro per il clima e lo sviluppo sostenibile dell’Africa.
Il Centro affonda le sue radici in una proposta presentata dal governo italiano al G7 dei ministri dell’Ambiente del 2017. È stato istituito con un’intesa da Ministero dell’Ambiente, FAO e UNDP per facilitare lo scambio di informazioni tra i Paesi G7 sulle iniziative in Africa, per aumentare efficacia, sinergie e complementarità dell’azione per il raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Accordo di Parigi e dall’Agenda 2030. Continua a leggere

NUOVO WEBINAR GRATUITO Centro Studi Galileo: “Sei pronto ad utilizzare i nuovi refrigeranti HC e CO2?”

unnamed

Un precedente webinar targato Centro Studi Galileo e Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo

Venerdì 1° febbraio alle 11 una grande opportunità verrà offerta a tutti i Tecnici del Freddo con un nuovo webinar targato Centro Studi Galileo che vedrà la partecipazione di Giacomo Pisano, Business Development Manager CO2 Compressor di Officine Mario Dorin e di Sergio Mozzato, Area Manager di Wigam sul tema Sei pronto ad utilizzare i nuovi refrigeranti HC e CO2?.
Moderatore dell’incontro Federico Riboldi, Responsabile della Comunicazione Istituzionale dell’Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo.

Relazioni dei Partner

Giacomo Pisano, Business Development Manager CO2 Compressor di Officine Mario Dorin
Compressori transcritici per anidride carbonica
Sergio Mozzato, Area Manager di Wigam
“Attrezzature e strumenti da utilizzare con i nuovi refrigeranti a basso GWP. Attrezzature per impianti HC e CO2”

Per iscriversi gratuitamente al webinar cliccare qui

Centro Studi Galileo riceve il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente per le attività del 2019

logo ministeroIl Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare patrocinerà le principali attività di formazione e informazione di Centro Studi Galileo previste per l’anno da poco cominciato.
In primis, il XVIII Convegno Europeo “Le ultime tecnologie del freddo e del condizionamento”, che si terrà presso il Politecnico di Milano il 6 e 7 giugno 2019. Il congresso riunirà ricercatori ed esperti di spicco provenienti da tutto il mondo per discutere temi cruciali legati all’energia e all’ambiente, con particolare riferimento ai nuovi regolamenti europei ed internazionali. Continua a leggere

Legionella nel tribunale di Roma. Scatta l’allarme

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ancora una volta ci troviamo a parlare di allarme legionella in Italia. Questa volta non è protagonista la bassa padana dove svariati casi di contrazione dell’infezione hanno tenuto alta l’attenzione nei mesi passati, ma la Capitale. Più precisamente gli uffici giudiziari di Piazzale Clodio.
Una nota del Giudice Francesco Monastero, Presidente del Tribunale di Roma, pubblicata sul profilo FB della Camera Penale di Roma, precisa:
“PIAZZALE CLODIO: MISURE DI PREVENZIONE RELATIVE AL RISCHIO DI LEGIONELLA
Pubblichiamo di seguito il provvedimento adottato dal Presidente del Tribunale – opportunamente trasmesso alla Camera Penale di Roma – per prevenire il rischio di legionella rilevato dai tecnici addetti al monitoraggio delle condizioni di sicurezza dell’edificio di Piazzale Clodio. 
In particolare si segnala come sia sconsigliato utilizzare, per almeno 48 ore, i distributori di bevande e bere l’acqua dei servizi pubblici.”
In questo come in altri casi è lampante la necessità di una corretta manutenzione degli impianti che può essere effettuata esclusivamente tramite una formazione professionale seria, aggiornata e puntuale.