Il 17° Convegno Nazioni Unite – CSG sulle Ultime Tecnologie del Freddo e Condizionamento arriva in America Latina

A conclusione e compimento dei 17 Convegni Europei sulle ultime Tecnologie del Freddo e del Condizionamento, le Nazioni Unite UNIDO hanno commissionato a Centro Studi Galileo due Convegni sui refrigeranti alternativi, che si configurano come i più importanti focus sullo sviluppo delle ultime tecnologie che verranno organizzati in America Latina, a Buenos Aires e Rosario il 4 e 6 dicembre 2017.
In qualità di Istituto internazionale promotore di Convegni e Corsi, il Centro Studi Galileo è stato incaricato ufficialmente dal Ministero dell’Ambiente Argentino e dalle Nazioni Unite per un nuovo progetto legato alla refrigerazione e allo sviluppo di refrigeranti a basso impatto ambientale a livello globale.
I seminari, in partnership anche con il Ministero Italiano dell’Ambiente, sono di natura informativa ed orientati al dibattito fra speaker e audience. A livello tecnico, sono focalizzati sulle esperienze delle nuove alternative a basso impatto ambientale.
Sponsor del Convegno saranno aziende multinazionali leader a livello globale tra cui i produttori di compressori Officine Mario Dorin ed Embraco e Lu.Ve.

Prossimi convegni:

4-6 dicembre 2017: Buenos Aires e Rosario, Argentina
15 marzo 2018: Fiera Mostra Convegno Expocomfort Milano
13-14 giugno 2019: 18° Convegno Europeo CSG-UNEP-IIR al Politecnico di Milano

 

agenda.png

La Gazzetta Ufficiale Europea pubblica le nuove quote per i produttori F-Gas per il biennio 2018-2020

unnamed (1)E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Europea la Decisione di Esecuzione (UE) 2017/1984 della Commissione Europea, del 24 ottobre 2017, contenente le decisioni, in applicazione del regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra, dei valori di riferimento per il periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2020 per ogni produttore o importatore che ha comunicato l’immissione in commercio di idrofluorocarburi a norma del regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio.
Per scaricare il testo completo cliccare sul titolo Decisione di Esecuzione (UE) della Commissione Europea

F-Gas? Risorsa inaccessibile!

logoceceditaliaconfindustriaanie_1Pubblichiamo un Comunicato Stampa emesso da Confindustria CECED Italia circa la scarsa disponibilità di F-Gas e l’aumento esponenziale del costo del prodotto. “Negli ultimi decenni il settore degli apparecchi domestici e professionali, rappresentato da CECED Italia, ha giocato il proprio ruolo in ottica di circolarità di prodotti e processi, investendo ingenti somme per migliorare il design e la produzione di prodotti sempre più innovativi e con minor uso delle risorse, migliorando le prestazioni degli apparecchi, riducendo l’impatto ambientale e salvaguardando l’occupazione nazionale. Continua a leggere

ASERCOM annuncia che il Presidente Claude Blanc lascerà il suo incarico alla fine dell’anno

4249_ASERCOM_Claude_Blanc_MailingDopo aver ricoperto per più  di 4 anni l’incarico di  presidente di ASERCOM, l’Associazione dei Costruttori Europei di Componenti per la Refrigerazione, Claude Blanc ha annunciato la sua intenzione di ritirarsi  alla fine del 2017. Stephane Nassau, attualmente alla guida del comitato direttivo di  ASERCOM, esprime  la sua gratitudine per l’opera di Blanc: “In questi  tempi turbolenti di trasformazione, il ruolo di Claude all’interno della nostra associazione e il suo contributo a tutta la nostra industria sono stati di enorme valore. Gli dobbiamo la nostra  gratitudine per i risultati raggiunti e gli auguriamo il meglio per i suoi futuri progetti “. Continua a leggere

COP 23 a Bonn. Quali novità dopo lo storico COP 21 di Parigi?

20170907PHT83327-clSi apre oggi a Bonn, in Germania, la Conferenza mondiale delle Nazioni Unite sul clima (COP23) che vede la partecipazione di oltre 190 delegati da tutto il mondo. L’obiettivo è quello di concordare le regole per l’applicazione dell’accordo di Parigi (COP21), entrato formalmente in vigore il 4 novembre 2016, che mira a mantenere il riscaldamento globale al di sotto dei 2°C rispetto al periodo preindustriale.
“La tendenza a lungo termine della temperatura media superficiale del pianeta va nella direzione sbagliata. Gli ultimi tre anni, infatti, sono stati gli anni più caldi mai registrati finora, con una temperatura media globale superiore di 1,1°C rispetto al periodo preindustriale”, spiega Gianmaria Sannino, responsabile del Laboratorio “Modellistica climatica e impatti” dell’ENEA. “Nonostante negli ultimi tre anni la quantità di CO2 immessa nell’atmosfera dalla combustione di combustibili fossili sia rimasta pressoché stabile –  aggiunge Sannino – la concentrazione in atmosfera ha raggiunto valori eccezionali, con livelli medi atmosferici di CO2 che hanno raggiunto nel 2016 le 403 parti per milione (ppm), il 44% in più rispetto ai livelli preindustriali. Ma c’è una ragione abbastanza semplice per cui la recente stabilizzazione delle emissioni globali non si è tradotta in una stabilizzazione della concentrazione dei livelli di CO2 in atmosfera. Un pianeta più caldo rende sia la biosfera che l’oceano meno efficienti nell’assorbire CO2 dall’atmosfera. L’oceano e la biosfera terrestre assorbono attualmente solo il 50 per cento delle emissioni di CO2, mentre il restante 50 per cento delle emissioni continua quindi ad accrescere la concentrazione presente in atmosfera”. Continua a leggere

AREA presenta il suo nuovo canale ufficiale su You Tube

You Tube, la principale piattaforma mondiale video online di proprietà Google, ospita da ieri il nuovo canale ufficiale di AREA, l’Associazione Europea dei Tecnici del Freddo.
Il canale è reperibile al seguente indirizzo www.youtube.com/channel/UCKm-D7KMBAB_oFoDszF0qoA e contiene, tra i vari contenuti, il Video esplicativo pubblicato in testata.
AREA è l’Associazione di Categoria europea del settore HVAC. Fondata nel 1989 rappresenta gli interessi di 23 Associazioni nazionali di settore provenienti da 18 Nazioni dell’UE più la Norvegia e la Turchia, con una partecipazione di oltre 13.000 aziende, 110.000 Tecnici e un fatturato complessivo di 23 miliardi di €.
Gli aderenti AREA sono il legame essenziale tra utenti finali e produttori. Progettano, installano e manutengono impianti RACHP utilizzando ogni soluzione disponibile con completa neutralità nei confronti di produttori di attrezzature e refrigeranti, allo scopo di garantire il massimo livello di affidabilità, efficienza energetica e rapporto costi – benefici.