Le città green del futuro. Il caso di Dubai

dubai-2_0Dubai in occasione di EXPO2020 si candida ad essere la città più green al mondo.
L’emirato di Dubai è uno dei sette stati che compongono gli Emirati Arabi Uniti. Si trova a sud del Golfo Persico nella Penisola Araba. E’ il più popoloso e il secondo per espansione territoriale dei sette.
Sono 800 gli ettari di edifici ecocompatibili previsti per quella data. Tale opera consentirà di ridurre i consumi energetici del 20% in cinque anni a e del 30% in quindici.
L’iniziativa è stata sponsorizzata in Italia nel corso dell’incontro organizzato da Dubai Next, think thank nato per affermare la creatività emiratina a 360 gradi.
Dubai intende unire due caratteristiche: la tutela della propria identità di nazione degli Emirati Arabi Uniti, con cultura e peculiarità marcate, e la creazione di progetti diffusi di eco sostenibilità.
I primi progetti presentati riguardano un edificio eco-friendly e dalla filosofia green “Change Initiative”, “Dubai Sustainable City” fattoria green, area turistico ricettiva ecocompatibile e edifici residenziali (energia elettrica fornita al 60% dal solare e consumi di acqua ridotti del 30% grazie ad un innovativo sistema di erogazione, “Desert Rose” smart city di stampo europeo di 14 km quadrati.
Molte saranno le innovazioni tecniche a favore dell’ecosostenibilità: dalle vernici riflettenti che migliorano l’isolamento termico  all’utilizzo  di piantumazioni verticali  per le facciate sino a, ovviamente, una copertura integrata con pannelli solari.
Se EXPO2015 Milano ha voluto affrontare il tema del cibo,  EXPO 2020 DUBAI trarrà le mosse dalla sostenibilità ambientale e dalla mobilità. Le premesse e le promesse paiono ottime. Buon lavoro

Rispondi