Gli obblighi della Certificazione Aziendale

CIF2Sempre più spesso ormai, per ottenere una commessa nel settore della refrigerazione, viene richiesta la Certificazione Aziendale. Chi deve adempiere agli obblighi di legge e  in che cosa consiste?
Per rispondere alla prima di queste due domande dobbiamo innanzi tutto soffermarci sulla definizione: “Sono sottoposte all’obbligo della certificazione tutte le aziende che operano nel settore dell’installazione, della manutenzione e della riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione e condizionamento contenenti taluni gas fluorurati”.
Per comprendere il significato di tale definizione ed avere una idea più chiara delle sue implicazioni è necessaria una analisi più attenta della stessa.
Innanzi tutto si parla di attività di installazione, manutenzione e riparazione
Ciò significa che sono escluse le attività di produzione di tutte le apparecchiature che contengono gas fluorurati. Le grandi aziende che producono banchi frigoriferi, ad esempio,  non sono sottoposte all’obbligo della certificazione aziendale.
Si parla poi nella definizione “Di apparecchiature fisse”.
Per apparecchiature fisse si intendono tutte quelle apparecchiature che durante il loro normale funzionamento non sono in movimento. Rimangono dunque esclusi dall’obbligo tutti quegli impianti montati, oltre che sugli autocarri,  sui treni, sugli aerei, sulle navi, sui treni… anche se le operazioni su questi impianti richiedono comunque la certificazione del personale.
“Contenenti taluni gas fluorurati”. Anche qui significa che si tratta di attività che riguardano quegli impianti destinati a contenere gas fluorurati. L’installazione o la manutenzione e riparazione di un impianto che contiene idrocarburi non ricade nell’ambito di applicazione della legge, come allo stesso modo non lo è l’intervento su un impianto ad ammoniaca.
Ora che abbiamo chiarito chi deve adempiere agli obblighi di legge possiamo passare alla fase operativa e rispondere alla seconda domanda.
Innanzi tutto l’azienda deve inscriversi al registro f-gas. Tale iscrizione è condizione necessaria per ottenere la certificazione, in quanto attesta che l’azienda opera nel settore e rientra nella definizione che abbiamo sopra analizzato. Diversamente, per l’f-gas l’azienda non esiste, nel senso che non svolge le attività per cui è necessaria la certificazione.
A seguito dell’iscrizione è necessario predisporre tutta la documentazione necessaria per superare l’audit di certificazione. A tal fine Centro Studi Galileo mette a servizio la propria esperienza ormai quinquennale per accompagnarvi nella preparazione di tale documentazione, degli obblighi relativi alla compilazione del registro dell’apparecchiatura, del libretto di climatizzazione e nella puntualizzazione di tutti quelle normative che è bene conoscere per sapere come muoversi all’interno di un settore che è in continuo aggiornamento.
L’articolo completo è pubblicato sul 7/2017 di Industria & Formazione
Per ogni ulteriore informazione potete contattare il Centro Studi Galileo allo 0142/452403. Gli uffici saranno a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...