Cerimonia Real Alternatives LIVE ! Un report conclusivo.

CatturaRA4L

Giovedì 28 Maggio si sono svolte le celebrazioni per i tre anni del progetto REAL Alternatives 4 LIFE, che negli ultimi anni ha diffuso con grande successo in tutta Europa l’utilizzo dei nuovi refrigeranti alternativi a basso GWP.

Nel corso della giornata, le celebrazioni (online) per il successo del progetto, giunto ormai al terzo anno, hanno incluso in particolar modo una serie di webinar, ai quali ha partecipato anche Marco Buoni, presidente di AREA (l’associazione che riunisce le principali associazioni europee dei Tecnici del Freddo), Segretario di AFT e direttore del Centro Studi Galileo, principale ente per le formazione sul Freddo.

Il report conclusivo può essere scaricato CLICCANDO QUI

REAL Alternatives 4 LIFE è un ambizioso progetto, il cui obiettivo è produrre nuovi materiali didattici e istituire programmi di formazione pratica per i tecnici che si occupano di condizionamento dell’aria e pompa di calore (RACHP) estendendo la consapevolezza in merito all’uso dei refrigeranti alternativi a basso GWP.

La riduzione graduale dei gas fluorurati, ai sensi della regolamentazione F-Gas Europea, sta portando a un maggiore utilizzo di refrigeranti alternativi a basso GWP: la consapevolezza dei vantaggi ambientali cresce di pari passo con le esigenze di refrigerazione. I refrigeranti alternativi a basso GWP offrono una soluzione al problema delle emissioni dannose che contribuiscono al cambiamento climatico, ma portano con sé nuove difficoltà tecniche che richiedono maggiori competenze ai tecnici per garantirne la manipolazione e l’utilizzo in sicurezza. Il progetto mira quindi a migliorare le competenze dei tecnici, garantendo gli strumenti formativi che permettano loro di utilizzare le nuove Real Alternatives in modo sicuro, efficiente e affidabile.

Real Alternatives 4 LIFE ha inoltre prodotto risorse formative che possono essere replicate in tutta l’UE, e oltre, tramite l’addestramento e la qualifica dei nuovo personale in grado di istruire altro, con corsi pratici basati su questi materiali didattici, garantendo una straordinaria sostenibilità a lungo termine e la replicabilità dei risultati del progetto. Il contenuto delle risorse si concentra in particolar modo su alcuni refrigeranti alternativi:

  1. Infiammabili (idrocarburi, HFO / A2L, R32),
  2. Anidride carbonica
  3. Ammoniaca

Il progetto è di rilevanza strategica per i paesi membri dell’UE mentre si rivolge settori fondamentali per la protezione del clima, la lotta al riscaldamento globale e l’efficacia dell’attuazione delle normative ambientali dell’Unione Europea.

In particolare, il report e le celebrazioni hanno messo in evidenza una serie di obiettivi raggiunti con successo dal progetto:

  • Diffusione e ambizione: il progetto è ora diffuso in 15 paesi europei e 4 extraeuropei, ed è disponibile in 17 lingue.
  • Materiali formativi: sono stati redatti 9 moduli per l’e-learning, completamente gratuiti.
  • Pacchetto formativo: un “pacchetto” di risorse formative, a disposizione dei National Leads, è stato reso disponibile in 17 lingue.
  • Il sito del progetto: anch’esso tradotto in 17 lingue, è diventato un punto di riferimento, un portale efficiente e facilmente fruibile da chiunque sia interessato al progetto.
  • Il programma Train the Trainers: un programma fondamentale che ha permesso ai tecnici istruiti di insegnare ad altri quanto appreso.

Questo articolo è offerto da Centro Studi Galileo, il più autorevole Centro Formativo in Europa, considerato uno dei primi nel mondo, per l’attività di formazione (Corsi) e informazione (Convegno Europeo) nei settori della refrigerazione e del condizionamento.
Fondato nel 1975 ha formato circa 60mila Tecnici e da sempre collabora con realtà internazionali, sviluppando partnership di altissimo livello con le Nazioni Unite, l’Istituto Internazionale del Freddo e la Commissione Europea. Le Nazioni Unite hanno scelto Centro Studi Galileo per la formazione dei Tecnici nei paesi in via di sviluppo.
È Editore di Industria&Formazione, la prima rivista italiana del settore.
Dal Centro Studi Galileo, recependo le direttive europee e nazionali, nascono il Patentino Europeo Frigoristi e il Patentino Italiano Frigoristi, Certificazioni che hanno permesso ai Tecnici italiani del Freddo di battere la concorrenza a basso costo e dare piena dignità ad una Professione che meritava da tempo di essere riconosciuta offrendo una Patente ai Tecnici che operano con capacità tecniche, senza rischi e a impatto zero. Per info scrivere a corsi@centrogalileo.it 

Rispondi