AWA introduce una valvola intelligente per la regolazione dell’olio nei compressori

AWA

Fondata nel 1879, Armaturenwerk Altenburg (AWA) è uno dei principali produttori europei di valvole, spie e raccordi per la refrigerazione e il condizionamento dell’aria. La storica azienda della Turingia presenta il nuovo sistema di regolazione dell’olio OLC.
OLC  di AWA garantisce il livello ottimale dell’olio nei compressori per la refrigerazione e viene utilizzato in sistemi con compressori alternativi o scroll in parallelo. La sua funzionalità si basa essenzialmente sulla misurazione quasi continua del livello mediante il sensore elettronico a galleggiante. Continua a leggere

ASERCOM annuncia che il Presidente Claude Blanc lascerà il suo incarico alla fine dell’anno

4249_ASERCOM_Claude_Blanc_MailingDopo aver ricoperto per più  di 4 anni l’incarico di  presidente di ASERCOM, l’Associazione dei Costruttori Europei di Componenti per la Refrigerazione, Claude Blanc ha annunciato la sua intenzione di ritirarsi  alla fine del 2017. Stephane Nassau, attualmente alla guida del comitato direttivo di  ASERCOM, esprime  la sua gratitudine per l’opera di Blanc: “In questi  tempi turbolenti di trasformazione, il ruolo di Claude all’interno della nostra associazione e il suo contributo a tutta la nostra industria sono stati di enorme valore. Gli dobbiamo la nostra  gratitudine per i risultati raggiunti e gli auguriamo il meglio per i suoi futuri progetti “. Continua a leggere

Lo “STOP HFC” made in USA

downloadL’EPA all’avanguardia nella tutela dell’ambiente e nelle produzioni sostenibili.
Il quadro d’azione nel quale l’EPA, US Environmental Protection Agency, formule le proprie proposte è il Climate Action Plan, annunciato da Barack Obama nel 2013.
Il nodo focale verte sul divieto di utilizzo di alcuni refrigeranti ad alto GWP con uno sforzo per l’individuazione di vie alternative, di refrigeranti presenti sul mercato con un minore impatto ambientale.
Una proposta sensata che non crea problematiche alle imprese ma che permetterebbe di far diminuire di 30-40 milioni di tonnelate l’anno l’apporto di CO2 di derivazione dell’industria della refrigerazione e del condizionamento.
Quali sarebbero le sostanze coinvolte in caso di accettazione delle proposte EPA:

  1. HFC-507 e 404 non commerciabili dal 1° gennaio 2016;
  2. HFC-227ea, R-407B, R-421B, R-422A, R-422C, R-422D, R-428A e R-434A non commerciabili dal 1° gennaio 2015 quindi da sostituire nel campo della refrigerazione commerciale;
  3. HFC134a non commerciabile dal 2021 per il settore automobilistico e dal 1°gennaio 2016 nel settore refrigerazione commerciale.