Il mercato dell’aria condizionata nel mondo

BSRIA-stats-2014

Il mercato dell’Aria Condizionata 2013 – 2018

L’anno passato è stato particolarmente positivo per le vendite di condizionatori nel mondo. Un indagine della britannica BSRIA svela tutti i dati.
Nonostante il divario tra nazioni e continenti le vendite sono cresciute del 7%. La parte del leone la fanno le nazioni dell’area dell’Asia e del Pacifico. Il 58% del mercato mondiale, contro il 56% del 2013, dipende da questi paesi. Espresso in valore assoluto Cina e Giappone rappresentano l’83% del valore di mercato; Myanmar, Vietnam, Cina, Hong Kong e Malesia hanno mostrato tassi di crescita a due cifre e Australia, Thailandia e Indonesia riportano lievi flessioni.

Americhe

Le Americhe hanno assistito ad una crescita del 7% lo scorso anno. I maggiori contributori sono stati il ​​mercato USA con il 6%, seguito dal Brasile con il 28%. Altri paesi significativi della regione sono l’Argentina, il Canada e il Messico.

Europa

Nonostante la buona prestazione di Regno Unito e Germania, le vendite in Europa sono state influenzate dal trend negativo espresso da Italia e Spagna. Le vendite complessive sono diminuite del 5%.
La crescita maggiore è stata osservata nel mercato del Regno Unito: + 22% rispetto al 2013.
Tale valore è stato influenzato dai nuovi insediamenti commerciali nell’area di Londra, con domande particolarmente rivolte agli impianti centralizzati e VRF. Il mercato tedesco è cresciuto del 2%.
L’Italia (il mercato AC più grande d’Europa), è diminuito del 14% e la Russia, il secondo più grande mercato, è diminuita del 22%. L’assenza di progetti su larga scala in Italia con l’eccezione della Expo di Milano e le temperature fresche nel 2014 hanno avuto un effetto negativo sui mercati.

Medio Oriente, India, Africa

Il MEIA (Medio Oriente, India e Africa) ha mostrato la maggiore crescita, pur partendo da una base più piccola.
L’India (mercato AC più grande della regione), ha fornito il maggior contributo, raggiungendo un fatturato da 2,2 miliardi di dollari contro gli 1,8 miliardi del 2013. Gli altri importanti paesi da segnalare sono la Nigeria, il Qatar, il Sud Africa, gli Emirati Arabi Uniti e l’Iran. Gli unici stati con asticella negativa sono stati Egitto e Arabia Saudita.

Portatili

Le vendite di condizionatori portatili sono stimate nel 2014 in 1,8 milioni di unità  con un calo del 3% rispetto al 2013. Registrati aumenti esponenziali, oltre il 200% e 100 mila unità in Cina con una flessione del 6% nel più grande mercato mondiale, gli Stati Uniti con 870 mila unità.

Condizionatori fissi a finestra o a muro

Nel 2014 questo tipo di condizionatore ha continuato a perdere la sua quota di mercato con un -9% di vendite. Gli Stati Uniti restano il più grande mercato del mondo, in questo settore, comprendendo il 39% del mercato totale in volume e il 54% in valore.

Split

Le vendite di tutti i gruppi hanno mostrato un secondo anno consecutivo di crescita di valore.
Tale crescita, che va dal 5% al 18% in termini di volume, è stata osservata in tutti i tipi di prodotti nel 2014.
I monosplit rappresentano l’88% del mercato totale, il 9% VRF. Tuttavia, la crescita maggiore è stata osservata nel mercato VRF che è cresciuto del 18%.
I maggiori contribuenti a questo sviluppo sono stati la Cina, il Giappone, gli Stati Uniti, il Brasile e India: Questi paesi hanno rappresentato il 70% del mercato mondiale in termini di valore assoluto.

VRF

Il mercato VRF ha proseguito la sua crescita ininterrotta nel 2014 e ha raggiunto 1,3 milioni di unità. La top ten dei mercati, per valore assoluto, erano in ordine di importanza: Cina, Giappone, Corea del Sud, Stati Uniti d’America, Regno Unito, Francia, Brasile, Turchia, India e Germania.
Ci si aspetta che questo mercato continui a crescere a scapito dei refrigeratori di circa l’11% tra il 2013 e il 2018.

Indoor packaged

L’Indoor packaged sono le unità autonome per applicazioni commerciali, che hanno l’installazione interna per rispondere alle limitazioni di spazio.
Il mercato mondiale era appena sotto le 100.000 unità nel 2014, in calo rispetto alle 108.000 unità nel 2013. Il Giappone è stato di gran lunga il più grande mercato per questo prodotto rappresentando circa il 53% del mercato mondiale per valore, seguito da Cina, Taiwan, Spagna e Brasile.
A lungo termine BSRIA si aspetta che questo mercato diminuisca di circa il 5% l’anno in termini di valore tra il 2013 e il 2018.

PTAC

Il Condizionatore terminale monoblocco è per lo più utilizzato in Nord America. Nel 2014 sono state vendute 506 mila unità per un valore complessivo di  278 milioni di dollari. Gli Stati Uniti assorbono circa l’85% del volume di produzione di tali apparecchi.
Il 2014 è stato particolarmente dinamico per la crescita di nuove costruzioni e ristrutturazioni di strutture ricettive, che utilizzano in larga scala tali apparecchiature.

3 pensieri su “Il mercato dell’aria condizionata nel mondo

  1. Pingback: Il riscaldamento globale alimentato dal “raffrescamento” dell’aria condizionata? | I&F ONLINE
  2. Pingback: Analisi sul mercato dell’Aria Condizionata | I&F ONLINE
  3. Pingback: I dati dell’aria condizionata nel mondo | I&F ONLINE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...