Revisione della Direttiva sull’efficienza energetica degli edifici

ape-2015La Commissione Europea ha pubblicato, lo scorso 30 novembre,  la sua proposta di revisione della Direttiva. Tra i principali punti: in primo luogo la Commissione europea invita gli Stati membri a definire strategie di ristrutturazione a lungo termine per gli edifici esistenti da sviluppare entro il 2050, con primo obiettivo intermedio per il 2030. Inoltre viene promossa l’e-mobility, auspicando l’installazione di punti di ricarica per veicoli elettrici come parte integrante degli edifici. I sistemi di riscaldamento e condizionamento vengono inclusi nella building-automation. Inoltre, gli Stati membri sono tenuti a prescrivere ispezioni periodiche degli impianti di riscaldamento e di condizionamento d’aria per i grandi edifici residenziali e non residenziali. Tutti gli edifici dovranno essere ad energia quasi-zero. Ora spetta al Parlamento Europeo esaminare la proposta della Commissione.

Rispondi