Con il riscaldamento globale maggiore consumi elettrici e bollette più care!

Windturbines on the oceanIl noto portale meteo.it ha pubblicato i risultati di una ricerca dell’Università del Michigan, che dimostrano come a causa del riscaldamento globale, la bolletta elettrica costerà sempre di più.
La spiegazione è semplice: con il surriscaldamento del clima aumenterà anche la richiesta di elettricità per il raffrescamento (aria condizionata) e per il funzionamento degli impianti di refrigerazione che avranno bisogno di maggiore potenza per “combattere” una temperatura esterna più alta.
Quali misure occorrerà adottare per adeguarci alla richiesta crescente? Saranno sufficienti le energie rinnovabili oppure occorrerà tornare a guardare con interessa al nucleare?
L’Europa è la vera protagonista del decollo a livello mondiale delle rinnovabili, grazie agli obiettivi vincolanti introdotti dopo l’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto.
Gli ultimi anni hanno visto però un calo degli investimenti, nonostante la strategia a lungo termine punti ad una totale decarbonizzazione entro il 2050: dai 123 miliardi $ investiti nel 2011 si è passati ai 49 miliardi del 2015, di cui oltre la metà destinati all’eolico.
Secondo le previsioni UE nel 2050 potremmo superare il 50% dell’energia prodotta attraverso rinnovabili, con l’eolico a farla da padrone in nord europa e il solare nelle Nazioni mediterranee.
Un sicuro sostegno sarà assicurato dalla diminuzione dei prezzi di costruzione degli impianti e dalle nuove tecnologie in ambito di accumulatori di energia.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...