I refrigeranti A2L: l’industria deve agire ora ed essere pronta per il prossimo phasedown del regolamento F-Gas nel 2021

image003

Phasedown del regolamento europeo F-Gas – Livelli medi previsti di GWP

Chemours sta sollecitando l’industria HVACR a essere pronta per il prossimo phasedown del regolamento europeo F-Gas sugli HFC del 2021 accelerando sia lo sviluppo di  apparecchiature e sistemi A2L, sia l’adozione di refrigeranti A2L disponibili commercialmente. Questi refrigeranti, definiti come meno infiammabili rispetto ai fluidi di Classe 2 o Classe 3, offrono il vantaggio di soluzioni a basso potenziale di riscaldamento globale (GWP) potenzialmente utilizzabili con cariche maggiori rispetto ai fluidi di Classe 3 come gli idrocarburi. Per consentire e sostenere l’adozione di refrigeranti A2L, è necessaria una maggiore formazione sul loro utilizzo, nonché una maggiore conoscenza e comprensione dei metodi di valutazione del rischio.

Perchè è necessario agire ora

Nel gennaio 2015, il regolamento F-Gas è entrato in vigore in Europa per guidare il mercato verso soluzioni con un GWP più basso al fine di raggiungere importanti obiettivi climatici. L’approccio utilizzato comprende un tetto quantitativo massimo e la riduzione progressiva della quantità di HFC autorizzati a essere immessi sul mercato europeo via un sistema di quote, espresso in tonnellate di CO2 equivalente basato sul GWP di un prodotto. Queste quote vengono ridotte anno dopo anno e ne consegue un minore disponibilità e un aumento dei prezzi pesato in funzione del GWP dei refrigeranti ad alto GWP quali R-404A e R-410A. In seguito al taglio importante delle quote F-Gas nel 2018, un’ulteriore riduzione significativa è in arrivo nel 2021.
L’eliminazione graduale degli HFC (vedi Fig. 1) riduce le quote disponibili del 55% rispetto al valore di riferimento – una riduzione significativa – e perciò l’industria deve essere pronta. Ma come? Utilizzando il refrigerante idoneo con il GWP più basso per l’applicazione che presenta l’equilibrio ottimale di proprietà incluse prestazioni, sostenibilità ambientale, sicurezza e CostoTotale di Proprietà (TCO). In molti casi, questo sarà un refrigerante A2L. Un grado di infiammabilità è spesso un compromesso necessario per ottenere i prodotti con un GWP più basso possibile, senza sacrificare la capacità, l’efficienza e la sostenibilità economica dell’investimento globale. Questi refrigeranti A2L devono essere implementati in volumi elevati e su larga scala per dare all’industria le possibilità di raggiungere il phasedown del regolamento F-Gas.
Benché il regolamento europeo F-Gas sia impostato per ridurre le emissioni globali di CO2 provenienti dagli HFC, finora è stato raggiunto solamente il primo taglio importante. Guardando avanti, per riuscire a soddisfare i requisiti futuri di tagli e soddisfare i bisogni del mercato, l’adozione di refrigeranti A2L deve aumentare rapidamente. Tuttavia, ci sono alcune sfide che devono essere affrontate al più presto. Le recenti relazioni sulle importazioni non conformi alle quote indicano la necessità di un’applicazione più rigorosa del regolamento per assicurare che gli obiettivi climatici siano rispettati. Per preparare completamente il mercato alle successive riduzioni del regolmento F-Gas, è necessario aggiornare gli standard di sicurezza per riflettere adeguatamente la differenziazione delle dimensioni della carica e i requisiti di progettazione/riduzione tra i diversi livelli di infiammabilità. Inoltre, è necessaria una maggiore formazione sull’utilizzo di refrigeranti A2L. L’aumento del numero di tecnici competenti e qualificati, combinato con l’aumento della base di conoscenze sui metodi di valutazione del rischio e l’interpretazione delle norme EN378 e IEC, consentirà di sostenere l’adozione di soluzioni con un GWP più basso.

Il “momentum” si costruisce

La buona notizia è che la consapevolezza dei prodotti A2L, delle loro proprietà e caratteristiche è in aumento. L’associazione FETA, The Institute of Refrigeration (IoR) e vari produttori di apparecchiature mettono a disposizione delle guide. I produttori di componenti stanno lavorando in parallelo con i fornitori di refrigeranti come Chemours per testare e approvare le nuove miscele A2L. I primi prototipi di compressori sono disponibili o stanno entrando in fase di prove sul campo. Alla fiera Chillventa questo numero aumenterà significativamente in quanto i produttori si sfideranno per portare i loro prodotti sul mercato.
Codici e standard quali EN378 o IEC60533-2-40 sono ora disponibili, per consentire il calcolo delle dimensioni di carica sicure dei refrigeranti A2L. Le guide al calcolo sono disponibili anche presso i fornitori e le associazioni di categoria. Le normative in Europa e nel Regno Unito si concentrano sulla valutazione del rischio. Le apparecchiature contenenti A2L rientrano nel campo di applicazione, ma il rischio aggiuntivo di un refrigerante infiammabile deve essere considerato anche quando viene eseguita l’installazione dell’apparecchiatura. Il rischio di creare e quindi di innescare un’atmosfera infiammabile deve essere valutato e mitigato. I refrigeranti A2L rendono questa mitigazione semplice poiché hanno un limite inferiore di infiammabilità (LFL) più elevato e sono più difficili da innescare dei refrigeranti di classe A3. Ci sono risorse aggiuntive disponibili attraverso consulenti e centri di formazione che possono aiutare con la valutazione del rischio.
Vi è ora maggiore chiarezza sulla strada da percorrere per l’adozione della tecnologia dei refrigeranti A2L e idorfluoro-olefine (HFO), una tecnologia che rende molto più semplice il raggiungimento dell’obiettivo imposto dal regolamento europeo F-Gas di GWP più bassi. Per le nuove apparecchiature, la gamma di prodotti che soddisfano questi criteri è stata ora estesa per includere le miscele HFO quali R-454A nella refrigerazione e R-454B nella climatizzazione.

In che modo Chemours può esservi di aiuto

Chemours è pronta a sostenere la vostra azienda nella transizione verso refrigeranti a basso GWP – dall’offerta di un portfolio completo di soluzioni a basso GWP a una vasta rete di distributori partner, fino al sostegno da parte dei suoi esperti della tecnologia. La gamma di refrigeranti Opteon™ XL comprende soluzioni a basso GWP che sono state sviluppate specificamente per aiutare il mercato europeo della refrigerazione a rispettare il regolamento F-Gas in corso. L’utilizzo di refrigeranti Opteon™ XL per applicazioni di refrigerazione, pompe di calore, chiller e aria condizionata offre significative riduzioni del GWP (fino al 99 percento) rispetto ai refrigeranti HFC che sostituiscono.

Cosa posso fare?

Agire ora! La tecnologia HFO A2L è una realtà e sta svolgendo un ruolo cruciale nel raggiungimento degli obiettivi climatici e la continuità del business. Nella refrigerazione c’è un numero crescente di casi di studio pubblicati e le principali catene di supermercati stanno procedendo con l’adozione di tali refrigeranti come parte delle loro strategie a lungo termine. Benché questi primi utenti siano incoraggianti, il resto del mercato, come quello delle pompe di calore deve anche richiedere i prodotti A2L ai propri fornitori per creare una domanda crescente e accelerare la disponibilità di apparecchiature compatibili. Le nuove apparecchiature e i nuovi sistemi predisposti per A2L devono essere sviluppati e pronti entro la fine del 2020. La sfida è reale, ma potete guardare a Opteon™ per aiutarvi a navigare nel panorama dei refrigeranti e ad emergere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...