Tante iniziative in programma per la prima Giornata Mondiale della Refrigerazione anche in Italia

WRDIl prossimo 26 giugno si svolgerà la prima edizione del World Refrigeration Day, del quale Centro Studi Galileo e Associazione dei Tecnici del Freddo sono stati i promotori definendone i dettagli ancora il 26 giugno del 2018 quando venne decisa l’iniziativa.
La Giornata Mondiale della Refrigerazione ha l’obiettivo di accrescere la consapevolezza e migliorare l’accessibilità del settore della refrigerazione dalla società civile fino ad un livello internazionale. Per raggiungerlo, gli stakeholder di tutto il mondo sono stati invitati ad organizzare iniziative nei rispettivi paesi per aiutare a portare l’industria dell’HVACR sotto gli occhi dell’opinione pubblica.
A questa pagina, l’Istituto Internazionale della Refrigerazione ha messo a disposizione un elenco (in continuo aggiornamento) di tutte le iniziative in programma per celebrare la prima Giornata Mondiale della Refrigerazione.
In Italia, si terranno due eventi: un seminario gratuito targato CSG e ATF, ripreso in diretta streaming attraverso i più importanti social, in programma il pomeriggio del 26 giugno a Casale Monferrato con la partecipazione di alcune delle più importanti aziende del settore HVACR.
L’evento tratterà in maniera non tecnica ma in forma di dibattito, l’importanza della refrigerazione e dell’aria condizionata, responsabile del 20-25% dei consumi energetici. Gli impianti sono ormai dati per scontati ma senza avremmo un pianeta privo di apparecchi indispensabili per la vita umana.
Altra iniziativa di cui CSG è main partner è il simposio “Refrigerants: heat transfer and applications”, organizzato dall’Università di Padova.
Le iniziative possono comprendere, ad esempio, lo svolgimento di giornate aperte presso centri di formazione per la refrigerazione, l’organizzazione di concorsi fotografici o di poesie in coordinamento con gli istituti di ingegneria nazionali, la promozione di webinar nella lingua dei segni dedicati alla refrigerazione o la visita ad istituti locali per dare alle generazioni più giovani l’opportunità di conoscere il settore.

Rispondi