Nuovo caso di traffico illegale di refrigerante: bombole di clorofluorocarburo sequestrate in Lituania

p6240257-3-5d1315945e06eLa piaga del commercio illegale di refrigeranti continua ad affliggere tutti i Paesi dell’Unione Europea. L’ultimo caso è stato sventato in Lituania all’inizio della scorsa settimana.
Il rinvenimento effettuato dall’autorità doganale lituana è avvenuto presso la città di Kybartai: dopo aver fatto dei controlli su un camion proveniente dalla Russia, i funzionari hanno ritrovato due bombole monouso contenenti clorofluorocarburo, oltre a cento pacchetti di sigarette.
Sottoposto agli accertamenti di rito, l’autista del camion, un cittadino russo, ha dichiarato di trasportare solamente mobili. Un’ulteriore verifica ha consentito di scovare, all’interno del cassone del camion, uno scomparto nascosto dove si trovavano appunto le bombole illegali.
Mentre si continua a cercare una soluzione al problema, l’Europa continua ad essere teatro di episodi sempre più frequenti di compravendita illecita di gas refrigerante.


Questo articolo è offerto da Centro Studi Galileo, il più autorevole Centro Formativo in Italia, considerato uno dei primi in Europa e nel mondo, per l’attività di formazione (Corsi) e informazione (Convegno Europeo) nei settori della refrigerazione e del condizionamento.
Fondato nel 1975 ha formato circa 60mila Tecnici e da sempre collabora con realtà internazionali, sviluppando partnership di altissimo livello con le Nazioni Unite, l’Istituto Internazionale del Freddo e la Commissione Europea. Le Nazioni Unite hanno scelto Centro Studi Galileo per la formazione dei Tecnici nei paesi in via di sviluppo.
È Editore di Industria&Formazione, la prima rivista italiana del settore.
Dal Centro Studi Galileo, recependo le direttive europee e nazionali, nascono il Patentino Europeo Frigoristi e il Patentino Italiano Frigoristi, Certificazioni che hanno permesso ai Tecnici italiani del Freddo di battere la concorrenza a basso costo e dare piena dignità ad una Professione che meritava da tempo di essere riconosciuta offrendo una Patente ai Tecnici che operano con capacità tecniche, senza rischi e a impatto zero.

Rispondi