Nuova rubrica: Approfondiamo il decreto, schema accreditamento e la Banca Dati – Obbligo Certificato Persona Categoria 1 per certificare l’azienda (2)

A seguito dell’entrata in vigore della nuova normativa Fgas, il regolamento Accredia prevede la possibilità di consentire alle persone che negli anni precedenti si sono certificate Fgas per categorie inferiori alla cat.1, di svolgere un esame integrativo per il raggiungimento della categoria 1.

Questo a fronte del fatto che per la certificazione di impresa è necessario essere in possesso di almeno un Patentino Fgas cat.1

Le persone certificate con categorie inferiori sono poche, tuttavia potrebbero pervenire in futuro richieste in tal senso.

Gli Organismi di Valutazione prevederanno quindi l’eventuale erogazione di esami integrativi per il passaggio di categoria, predisponendo un test teorico e un test pratico con le sole domande necessarie al raggiungimento del totale previsto per la categoria 1

Per entrambi i test è necessario includere le domande previste dal nuovo regolamento Fgas per le attività sulle celle frigorifero, in modo tale da rilasciare un certificato aggiornato ed esteso.

(Aggiornamento alla notizia del 21 ottobre 2019)

Obbligo del patentino fgas di categoria 1 per certificare l’azienda

Annotazione 2019-10-21 090450A seguito dell’entrata in vigore del dpr 146/2018 il 25 gennaio 2019 Accredia ha riemesso, nei mesi successivi, lo schema di accreditamento delle imprese che svolgono le attività di cui al Regolamento di esecuzione (UE) 2015/2067. Tali schemi servono per tradurre in indicazioni pratiche il riferimento legislativo in  procedure che gli enti certificatori devono seguire per poter rilasciare i certificati. In altre parole: il dpr 146 non contiene le modalità operative per poter certificare l’azienda; tali modalità sono stabilite, in conformità alla legge, dall’organismo che in Italia rilascia gli accreditamenti, ovvero abilita gli enti certificatori.

I nuovi schemi di accreditamento prevedono che le aziende che svolgono le attività di installazione, manutenzione, riparazione, recupero gas, ricerca delle perdite e smantellamento di apparecchiature fisse di refrigerazione e condizionamento contenenti gas fluorurati ad effetto serra debbano certificarsi.

Per potersi certificare, l’azienda deve avere personale al proprio interno in possesso di patentino fgas; la novità introdotta dal nuovo schema di accreditamento consiste nel fatto che tale patentino deve obbligatoriamente essere di categoria 1, ovvero della categoria che abilita a tutte le operazioni sugli impianti contenenti gas fluorurati. Diversamente, coloro che sono in possesso di un patentino fgas di categoria 2, 3 o 4 e volessero certificare l’azienda, dovranno prima ottenere la categoria 1 attraverso un esame integrativo e solo successivamente avranno la possibilità di certificare l’azienda


Su Industria e Formazione online iniziamo una nuova rubrica con le domande dai tecnici.

Pubblicate singolarmente permettono un approfondimento e commenti sui social network della nostra vasta rete dove giornalmente migliaia di tecnici commentano e si confrontano.

Vista l’importanza vogliamo affrontare ogni argomento singolarmente, argomenti anche molto richiesti alla segreteria ATF.

Per tutte le altre domande riferirsi alle FAQ di Banca dati molto complete. Inoltre Ecocamere risponde e aggiunge i nuovi quesiti velocemente. Clicca qui.

Rispondi