DORIN: la nuova gamma di compressori CD600 per applicazione CO2 Trans-Critiche e Sub-Critiche

Da Officine Mario Dorin, riceviamo e pubblichiamo:
La nuova gamma di compressori CD600 per applicazione CO2 Trans-Critiche e Sub-Critiche.

Nell’ottica di una continua evoluzione tecnica dei propri prodotti, Officine Mario Dorin S.p.A. presenta la sua nuova piattaforma di compressori a CO2, la più grande disponibile al mondo. Basata su un design a 6 cilindri, questa piattaforma include modelli fino a 90 hp e 98.58 m3/h con i massimi livelli di efficienza e affidabilità.
La nuova serie CD 600 sostituirà la precedente gamma CD500, e prevederà sia le stesse cubature della gamma CD500 che volumi spostati superiori.

Molti sono gli elementi da considerare, che rendono unica questa nuova piattaforma di compressori.

1. Dimensione dei compressori
Fino ad ora i prodotti della concorrenza presentavano modelli di compressori molto più piccoli.
Ciò ha reso molto difficile l’implementazione della CO2 come refrigerante tradizionale nelle applicazioni industriali, dove sono spesso coinvolti grandi richieste di potenza refrigerante. Questa nuova gamma di compressori è unica sul mercato perché sostanzialmente raddoppia il servizio di refrigerazione erogabile con un singolo compressore.
Pertanto, con la nuova gamma è possibile ridurre in modo significativo la quantità di compressori per un determinato impianto di refrigerazione, portando spesso a un numero inferiore di rack.
Con questa nuova piattaforma di compressori è possibile applicare la CO2 in modo economicamente conveniente ed efficiente in tutte quelle situazioni in cui l’utente finale cerca una valida alternativa all’ammoniaca.

2. Tecnologia automobilistica
Questa nuova piattaforma di compressori è ricca di soluzioni ingegneristiche provenienti dal settore dell’automotive.
Molti principi di progettazione utilizzati nei motori a combustione sono stati infatti implementati per far fronte alle condizioni operative, molto complesse e gravose, imposte dai sistemi di refrigerazione industriale a CO2. Una delle più importanti è data dal collettore di scarico esterno che permette i seguenti principali vantaggi: Maggiore durata di vita del compressore Livelli di efficienza più elevati (elevati COP) Temperatura dell’olio più bassa Temperatura di mandata inferiore (Gas cooler piccolo, migliore separazione dell’olio, minore sollecitazione termica sugli scambiatori di calore a piastre di recupero del calore) Vibrazioni e pulsazioni di pressione irrilevanti. La gamma CD600 è perfettamente intercambiabile con la precedente, ad eccezione del posizionamento del rubinetto di compressione; nella nuova versione risulta più agevole il montaggio e l’eventuale smontaggio del compressore dall’impianto frigorifero.

Inoltre, la gamma CD600 offre numerosi vantaggi rispetto alla precedente, tra cui: Minor trascinamento dell’olio, grazie a soluzioni innovative che garantiscono il confinamento del lubrificante all’interno del carter Ampliamento degli envelope operativi Miglioramento delle prestazioni, grazie a nuove geometrie di passaggio del gas refrigerante all’interno del compressore Massima temperatura di scarico innalzata a 160° C, grazie all’incremento delle efficienze di compressione ed al miglioramento dell’isolamento termico tra le zone di alta e bassa pressione In conclusione, possiamo affermare che la nuova gamma Dorin CD600 di grandi compressori CO2 rende i sistemi a CO2 una soluzione davvero economica per quelle grandi applicazioni industriali, dove in passato l’unica alternativa era utilizzare un gran numero di compressori più piccoli.
Molte sono le opportunità che offrono questi nuovi compressori che fortemente proponiamo come una valida e più sicura alternativa all’ammoniaca e un’eccellente soluzione per un futuro sostenibile, a salvaguardia del nostro pianeta.

Vai al sito Officine Mario Dorin

Rispondi