BESA – Indoor Air Quality (IAQ): cosa vuol dire e perchè è importante

La prima pagina della guida

Da thebesa.com:
“Crediamo che tutti abbiano il diritto all’aria pulita, e questo può essere raggiunto solo se lavoriamo insieme per aumentare la consapevolezza dei rischi di inquinamento e per guidare il cambiamento nella nostra legislazione e nei nostri comportamenti”: così BESA ha introtto la nuova Beginner’s Guide to Indoor Air Quality.

La guida, destinata ai principianti, è il risultato di una serie di studi sulla qualità dell’aria e sull’inquinamento che condensano l’argomento in una “guida per profani”. È fondamentale che i problemi di salute causati dalla cattiva qualità dell’aria siano meglio compresi, in modo da poter aiutare i cittadini a godere di ambienti interni migliori e salubri.

La pandemia ha messo come mai prima d’ora in evidenza una situazione che BESA – Building Engineering Services Association sostiene da anni, ossia la necessità di monitorare e migliorare la qualità dell’aria negli edifici, considerando anche come il 90% del nostro tempo viene trascorso all’interno degli edifici. Risulta quindi di vitale importanza migliorare la qualità dell’aria che respiriamo: l’inquinamento atmosferico, che include una cattiva qualità dell’aria interna, ccausa problemi di salute cardiaci e polmonari, nonchè livelli ridotti di produttività sul posto di lavoro.

Un sondaggio commissionato dalla BESA ha rilevato che una scarsa IAQ ha avuto effetti negativi sugli impiegati, con quasi il 70% che afferma che la scarsa qualità dell’aria sul posto di lavoro ha avuto un effetto negativo sulla produttività e sul benessere quotidiani. L’indagine ha anche rilevato che i lavoratori subiscono regolarmente cali di concentrazione, affaticamento e diminuzione dei livelli di produttività a causa della scarsa IAQ.  

Il gruppo BESA Health & Wellbeing in Buildings ha prodotto quindi una “Guida per principianti” alla qualità dell’aria interna (IAQ), in collaborazione con il membro affiliato Mitsubishi Electric.

La Guida ha ottenuto il sostegno dei principali attivisti ed esperti sanitari, tra cui Rosamund Adoo Kissi-Debrah, sostenitrice dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la British Lung Foundation e il Global Action Plan, gli organizzatori della Giornata Nazionale dell’Aria Pulita.

Progettata per essere un’introduzione all’argomento facilmente consultabile e non troppo tecnica, la Beginner’s guide to indoor air quality offre consigli e indicazioni per dipendenti e visitatori di edifici commerciali e, con così tante persone che ora lavorano da casa, include alcuni semplici suggerimenti per ottimizzare l’IAQ in contesti residenziali.

La pubblicazione digitale può essere scaricata gratuitamente qui e viene anche promossa al pubblico più ampio possibile, inclusi consumatori, gestori di edifici commerciali, team di dirigenti scolastici, decisori politici e affini.

La Guida interesserà anche a ingegneri e aziende specializzate coinvolte nella progettazione, messa in servizio e gestione degli ambienti interni, perché fornisce un’utile panoramica delle principali aree tematiche. Funziona anche come punto di partenza per chiunque cerchi di impostare una strategia per affrontare una scarsa IAQ in diversi contesti, compresi ad esempio gli edifici scolastici.

Questo articolo è offerto da Centro Studi Galileo, il più autorevole Centro Formativo in Europa, considerato uno dei primi nel mondo, per l’attività di formazione (Corsi) e informazione (Convegno Europeo) nei settori della refrigerazione e del condizionamento. Fondato nel 1975 ha formato circa 60mila Tecnici e da sempre collabora con realtà internazionali, sviluppando partnership di altissimo livello con le Nazioni Unite, l’Istituto Internazionale del Freddo e la Commissione Europea. Le Nazioni Unite hanno scelto Centro Studi Galileo per la formazione dei Tecnici nei paesi in via di sviluppo. È Editore di Industria&Formazione, la prima rivista italiana del settore. Dal Centro Studi Galileo, recependo le direttive europee e nazionali, nascono il Patentino Europeo Frigoristi e il Patentino Italiano Frigoristi, Certificazioni che hanno permesso ai Tecnici italiani del Freddo di battere la concorrenza a basso costo e dare piena dignità ad una Professione che meritava da tempo di essere riconosciuta offrendo una Patente ai Tecnici che operano con capacità tecniche, senza rischi e a impatto zero. Per info scrivere a corsi@centrogalileo.it 

Rispondi