Embraco-Nidec, un position paper per “Europa 2022”

Da http://www.embraco.com:
Con l’emendamento di Kigali al Protocollo di Montreal, la comunità globale ha compiuto un altro passo importante verso la conservazione del nostro pianeta per le generazioni future, riducendo le emissioni di CO2 dovute alle attività umane.

La riduzione graduale globale degli HFC nel settore della refrigerazione rappresenta un importante contributo agli sforzi internazionali di mitigazione dei cambiamenti climatici. Da molti anni, Embraco investe attivamente in questa direzione, sviluppando e promuovendo compressori ermetici da utilizzare con refrigeranti a basso impatto atmosferico in tutti i continenti. Oltre all’uso di isobutano (R600a) negli elettrodomestici, sono stati compiuti progressi significativi nell’integrazione del propano (R290) nei sistemi plug-in commerciali leggeri come alternativa naturale all’R404A, nonché nell’uso dell’anidride carbonica nel settore dei supermercati.

Le normative UE sui gas fluorurati ha introdotto una serie di divieti relativi ai refrigeranti ad alto potenziale di riscaldamento globale (GWP) per quanto concerne diverse categorie di applicazioni commerciali per ridurre gradualmente l’impatto diretto sul clima dovuto ai refrigeranti HFC. L’industria chimica ha sviluppato diversi refrigeranti alternativi sintetici, da allora, e altri sono in arrivo. Embraco ha eseguito una serie di test approfonditi per valutare la capacità di queste alternative di sostituire i refrigeranti ad alto GWP attualmente in uso. La più grande difficoltà è stata incontrata nel tentativo di sostituire R404A.

Il position paper di Embraco riassume i test attuali per le sostituzioni a breve e lungo termine di R404A e R134a, con particolare attenzione all’affidabilità e alle prestazioni, nonché all’evoluzione della relativa legislazione sulla sicurezza, ed è disponibile CLICCANDO QUI.

Rispondi