CDP finanzia lo sviluppo sostenibile di LU-VE Group  a tassi più bassi se crescono gli organici

Da Lu-Ve pubblichiamo:
Da Cassa Depositi e Prestiti 40 milioni all’azienda varesina per investimenti in nuove tecnologie che riducano l’impatto ambientale. Con una formula finanziaria innovativa in Italia, Cassa diminuirà il tasso applicato al finanziamento se saranno raggiunti gli obiettivi in materia di crescita occupazionale.

 Investire in nuove tecnologie all’avanguardia per ridurre l’impatto sull’ambiente e incrementare i livelli occupazionali in Italia. Questo il duplice obiettivo dell’accordo di finanziamento da 40 milioni di euro siglato tra Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e LU-VE Group finalizzato a sostenere la crescita della multinazionale varesina, quotata al mercato Euronext Milan e terzo operatore al mondo nel settore degli scambiatori di calore ad aria.

Quello concesso all’azienda lombarda, tra l’altro, è il primo finanziamento perfezionato da CDP in cui è previsto un impegno da parte della società ad aumentare i livelli occupazionali in Italia, coerentemente con i propri obiettivi ESG. Grazie a una formula finanziaria innovativa l’accordo prevede, in linea con i principi del Piano Strategico 2022-2024 di CDP, che al raggiungimento di tale obiettivo verrà corrisposto all’azienda un beneficio in termini di riduzione del costo di finanziamento.

Con le risorse messe a disposizione da CDP, LU-VE Group proseguirà nell’attivazione di rilevanti investimenti previsti dal Piano Industriale 2022-2023, con particolare attenzione alla crescita sostenibile sul mercato nazionale ed estero. A questo si aggiunge la ricerca di soluzioni tecnologiche all’avanguardia, come per esempio il progressivo impiego di fluidi refrigeranti naturali al posto degli idrofluorocarburi, con il conseguente beneficio di azzerare o ridurre drasticamente gli impatti negativi sull’ambiente, rispondendo così anche alle esigenze green dei propri clienti.

LU-VE Group ha registrato nel 2021 un fatturato complessivo di oltre 490 milioni, in crescita del 22,6% rispetto al 2020, con un EBITDA di 60,8 milioni (+34,6%),e conta più di 4.400 risorsetra occupazione diretta e indiretta. Con una forte spinta all’internazionalizzazione, il Gruppo opera in tutto il mondo, grazie a una fitta rete di stabilimenti in Europa, Cina, India e Stati Uniti.

Massimo Di Carlo, Vice Direttore Generale e Direttore Business CDP, ha dichiarato: “Questa è un’operazione iconica per CDP, perché da una parte confermiamo il nostro impegno a favore delle imprese italiane nel loro percorso di crescita nazionale e di proiezione sui mercati esteri. Dall’altra, e per la prima volta, il tasso finale del prestito è legato al raggiungimento di un obiettivo di creazione di posti di lavoro: una novità importante, che è da stimolo alle aziende per la fase operativa degli investimenti e che permetterà a Cassa di misurare il proprio impatto, come previsto dal Piano strategico triennale. Uno schema che auspico sia d’esempio per molte altre aziende che puntano sulla sostenibilità e sulla qualità delle proprie risorse umane”.

Matteo LiberaliCEO di LU-VE Group ha commentato: “LU-VE Group è nata con una vocazione alla sostenibilità che ha coltivato nel corso di tutta la sua storia. Gli obiettivi che abbiamo raggiunto sono anche il frutto di valori professionali di una comunità di lavoro internazionale impegnata nell’innovazione dei prodotti e dei processi aziendali. È grazie alle sue persone e ai valori condivisi che LU-VE ha reso possibile tutto questo. Vogliamo proseguire questo trend e per farlo abbiamo bisogno di rafforzare la nostra squadra. Siamo felici della fiducia e del sostegno che CDP ha dimostrato nei confronti dei nostri progetti”.

Rispondi