L’impianto a idrocarburi esplode, muoiono due operai. Iniziato il processo

 

rochester-hotel-3029Una perdita di refrigeranti idrocarburi ha causato l’esplosione mortale per due operai che lavorano in un pub nello stato australiano del Victoria, estremo sud dell’Australia, nel giugno del 2014.
L’inchiesta sulla morte di Barry Purtell (34 anni) e Dave Lobb (52 anni) è stata aperta lunedì a Bendigo. Riporta CoolingPost che Mr. Purtell ha subito ustioni facciali e lesioni interne ed è morto il giorno dell’incidente mentre Mr Lobb è morto per le ferite due settimane più tardi.
I due stavano operando nella cantina del “Rochester Hotel” quando si è verificata l’esplosione. Gli uomini, entrambi fumatori, erano intenti nella rimozione di un gruppo frigorifero che è esploso. Un accendino può aver innescato il refrigerante idrocarburo, che era stato adattato al sistema.
Secondo il portale ABC News, i due operai non erano stati qualificati nell’ambito della refrigerazione e pare non avessero eseguito il vuoto dell’impianto prima di rimuoverlo.
Esistono norme e procedure rigorose in Australia per quanto riguarda l’uso di refrigeranti infiammabili, compresi gli idrocarburi. Tuttavia, mentre a coloro i quali manipolano refrigeranti fluorocarburi è richiesto un “Patentino” lo stesso non è necessario per i refrigeranti naturali come gli idrocarburi.
Una follia che come vediamo può avere conseguenze tragiche e sulla quale occorre riflettere bene anche in Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...