Al workshop ISPRA presentate le attività del Centro Studi Galileo in vista del 31° MoP

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lo scorso venerdì, 12 luglio, si è svolto presso la sala conferenze di ISPRA il workshop “Tecnologie alternative agli HFC made in Italy e opportunità per il sistema Italia”.
Si è trattato dell’evento di presentazione del documento tecnico “First National Census on HFC alternative technologies – Aerosol, Air conditionig, Foams and Refrigeration sectors”, il primo censimento in Italia sulle innovazioni tecnologiche alternative agli HFC e il primo tentativo di costruire un quadro preliminare delle tecnologie rispettose del clima nei settori che utilizzano gas fluorurati.
Fra i relatori della giornata Marco Buoni, Direttore del Centro Studi Galileo, che ha tenuto una presentazione in vista del prossimo Meeting of the Parties to the Montreal Protocol (Riunione delle Parti del Protocollo di Montreal, MoP).
Il 31esimo MoP, il primo dall’entrata in vigore dell’Emendamento di Kigali, si terrà questo autunno a Roma, 17 anni dopo quello organizzato nel 2002 sempre nella capitale. L’intervento ha voluto sottolineare come esso rappresenti una grande opportunità per l’Italia, dove i rappresentanti di tutte le Nazioni del Mondo si ritroveranno per discutere delle misure prese e ancora da adottare per contrastare i cambiamenti climatici e tutelare l’ambiente.
Buoni ha inoltre illustrato tutti i progetti, gli eventi e le attività che Centro Studi Galileo sta portando avanti da anni al fianco delle Nazioni Unite. La presentazione integrale è consultabile e scaricabile a questo link.

 

Rispondi