Al Parlamento Europeo un incontro sui risultati e l’impatto del Regolamento F-Gas

Parlamento europeoIl prossimo 13 novembre il Parlamento Europeo ospiterà un importante incontro incentrato sugli obiettivi del Regolamento F-Gas e sulle problematiche legate alla sua attuazione.
L’evento, a cui prenderanno parte europarlamentari, membri della Commissione Europea e rappresentanti del settore HVACR, è stato organizzato da SmeUnited, l’associazione europea dell’artigianato e delle piccole e medie imprese.
Il Regolamento (UE) N. 517/2014 è entrato in vigore nel 2015. Da allora abbiamo riscontrato una serie di gravi conseguenze sulle imprese, in particolar modo le PMI. Gli esempi sono questioni di forniture non pianificabili o l’aumento esorbitante dei prezzi per i fluidi e i gas refrigeranti. Inoltre, l’intento principale del regolamento di proteggere il clima potrebbe essere compromesso dall’aumento delle importazioni illegali di F-Gas“, si legge sulla pagina ufficiale del meeting.
L’esperienza delle aziende europee potrebbe aiutare a sviluppare una politica ambientale condivisa da tutte le parti interessate: “Vorremmo presentare quelle osservazioni e discutere eventuali ulteriori azioni con i Membri del Parlamento Europeo, la Commissione Europea e altri soggetti coinvolti. In particolare, il nostro scopo è di focalizzarsi sugli effetti negativi sull’ambiente e sul clima. Vediamo margini di miglioramento e allo stesso tempo la possibilità di ridurre in maniera significativa l’onere per le PMI. L’obiettivo del nostro evento è di favorire un dibattito approfondito sull’efficienza ambientale ed energetica così come sulla sicurezza e la fattibilità riguardante la progettazione e la costruzione di sistemi di refrigerazione, condizionamento dell’aria e pompe di calore“.

Rispondi