NUOVA RUBRICA: APPROFONDIAMO IL DECRETO, SCHEMA ACCREDITAMENTO E LA BANCA DATI – ACQUISTO REFRIGERANTE

bancadati-fgas

E’ vero che per acquistare i gas fluorurati è necessario avere la certificazione dell’azienda f-gas?

E’ vero nella maggior parte dei casi ovvero per tutte le attività di installazione, manutenzione, riparazione, recupero, ricerca delle perdite effettuate presso terzi. Se le stesse attività sono svolte su apparecchiature di proprietà della ditta che svolge queste attività la certificazione non è dovuta. Allo stesso modo, la certificazione dell’azienda non è dovuta qualora il gas sia acquistato esclusivamente per attività di produzione di apparecchiature frigorifere.

Si potrebbe obiettare che se fosse così, sarebbe sufficiente dichiarare di svolgere attività di produzione per farsi vendere il gas senza obbligo di certificazione dell’azienda. Naturalmente non è così: il venditore dovrà selezionare la casella relativa a finalità differenti da quelle di cui all’art. 11, paragrafo 4 del regolamento 517/2014 ed inserire il codice fiscale e la ragione sociale dell’ente o impresa acquirente oltre a caricare il pdf con la dichiarazione con la quale l’acquirente dichiara che gli FGAS sono acquistati per finalità per le quali non è richiesto il certificato o l’attestato

Dalle FAQ riportiamo a questo riguardo:

Il rivenditore può vendere F-gas ad una persona certificata?

Il rivenditore può vendere alle persone fisiche laddove le imprese non siano soggette ad obbligo di certificazione. In questo caso la persona dovrà indicare l’impresa per conto della quale opera.

Continua a leggere

Al Parlamento Europeo un incontro sui risultati e l’impatto del Regolamento F-Gas

Parlamento europeoIl prossimo 13 novembre il Parlamento Europeo ospiterà un importante incontro incentrato sugli obiettivi del Regolamento F-Gas e sulle problematiche legate alla sua attuazione.
L’evento, a cui prenderanno parte europarlamentari, membri della Commissione Europea e rappresentanti del settore HVACR, è stato organizzato da SmeUnited, l’associazione europea dell’artigianato e delle piccole e medie imprese.
Il Regolamento (UE) N. 517/2014 è entrato in vigore nel 2015. Da allora abbiamo riscontrato una serie di gravi conseguenze sulle imprese, in particolar modo le PMI. Gli esempi sono questioni di forniture non pianificabili o l’aumento esorbitante dei prezzi per i fluidi e i gas refrigeranti. Inoltre, l’intento principale del regolamento di proteggere il clima potrebbe essere compromesso dall’aumento delle importazioni illegali di F-Gas“, si legge sulla pagina ufficiale del meeting. Continua a leggere

Partita la Banca Dati Fgas

bancadati-fgas.pngA partire dal 25 settembre le imprese certificate devono comunicare gli interventi di installazione, manutenzione, controllo perdite, riparazione e smantellamento svolti su apparecchiature contenenti FGAS.

Devono essere comunicati gli interventi svolti sulle seguenti apparecchiature, a prescindere dalla quantità di FGAS in essa contenute

  • apparecchiature fisse di refrigerazione e di condizionamento d’aria;
  • pompe di calore fisse;
  • apparecchiature fisse di protezione antincendio;
  • celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero;
  • commutatori elettrici

La comunicazione va effettuata, via telematica, alla Banca Dati nazionale gestita dalle Camere di commercio via telematica, entro 30 giorni:

A. dall’installazione delle apparecchiature;

B. Dal primo intervento di controllo delle perdite, manutenzione o riparazione di apparecchiature già installate;

C. Dallo smantellamento delle apparecchiature.

Continua a leggere

Da oggi cambia tutto per il settore della installazione e manutenzione

bancadati-interventiL’avvento della Banca Dati FGAS rappresenta una vera e propria rivoluzione per il settore italiano della refrigerazione e del condizionamento dell’aria.
In particolare, come noto, da oggi gli interventi di installazione, manutenzione, riparazione ricerca delle perdite e smantellamento dovranno essere comunicati alla Banca Dati (http://bancadati.fgas.it). Gli interventi devono essere comunicati entro un mese dalla data dell’intervento stesso.
Per poter caricare gli interventi bisogna richiedere l’abilitazione accedendo all’area riservata del registro telematico nazionale (www.fgas.it) con la firma digitale e provvedere alla registrazione dell’azienda e delle persone abilitate al caricamento dei dati. A questo punto si ottengono le credenziali ed è possibile caricare gli interventi. Continua a leggere

Disponibili i manuali per la richiesta abilitazione e la comunicazione interventi alla Banca Dati FGAS

bancadati-interventiQuesta mattina è stata aperta l’area della Banca Dati FGAS riservata alla comunicazione degli interventi svolti su apparecchiature contenenti gas fluorurati.
Si tratta della sezione rivolta a imprese e persone in possesso di certificato che svolgono attività di installazione, manutenzione, riparazione, controllo delle perdite e smantellamento. Come noto, dal 25 settembre le imprese certificate (o le persone nel caso di imprese non soggette ad obbligo di certificazione) saranno tenute a comunicare alla Banca Dati FGAS le informazioni relative agli interventi effettuati su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore e celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero, apparecchiature fisse di protezione antincendio e commutatori elettrici. Continua a leggere

Banca Dati FGAS, le FAQ per la comunicazione degli interventi e la richiesta di abilitazione

banca dati FGASA breve anche l’ultima parte del portale della Banca Dati FGAS verrà aperta: si tratta di quella relativa alla comunicazione dei dati degli interventi effettuati su apparecchiature di refrigerazione e condizionamento dell’aria.
Dal 25 settembre, infatti, le imprese certificate (o le persone nel caso di imprese non soggette ad obbligo di certificazione) che svolgono attività di installazione, manutenzione, riparazione, controllo delle perdite e smantellamento, dovranno comunicare alla Banca Dati FGAS le informazioni relative agli interventi effettuati su apparecchiature contenenti gas fluorurati.
Continua a leggere

Nuovo corso online di preparazione alla certificazione dell’azienda

unnamedIl D.P.R. n. 146 del 16 novembre 2018 ha ribadito a livello legislativo l’importanza e l’obbligatorietà della certificazione dell’azienda che opera nel settore della refrigerazione e del condizionamento dell’aria.
Senza di essa, non è possibile acquistare gas refrigerante o apparecchiature non ermeticamente sigillate contenenti gas fluorurati né tanto meno effettuare interventi di installazione, manutenzione, riparazione e smantellamento su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore e celle frigorifere. Continua a leggere

All’Avogadro di Torino seminario CSG-ATF sulle nuove normative del settore del Freddo e i refrigeranti del futuro

Locandina seminario AvogadroGli obblighi di legge che i Tecnici del Freddo sono tenuti a rispettare per il loro lavoro.
Lo scorso 3 giugno è stato aperto il portale della Banca Dati FGAS, istituita dal D.P.R. n. 146 del 16 novembre 2018. Il decreto FGAS, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 9 gennaio di quest’anno, è entrato in vigore il 24 gennaio successivo. L’avvento della Banca Dati rappresenta una vera e propria rivoluzione per tutti coloro che operano nel settore italiano della refrigerazione e del condizionamento dell’aria, oltre che un’anteprima mondiale che altri paesi guardano con interesse.
Dal 25 settembre tutti i Tecnici del Freddo che effettuano interventi sugli impianti di refrigerazione, condizionamento e pompe di calore contenenti F-gas, indipendentemente dalla quantità di refrigerante presente, devono darne comunicazione alla Banca Dati online. Continua a leggere

Una guida all’aggiornamento della normativa in materia di F-Gas

1564841317_924Riceviamo e pubblichiamo da GeneralGas il seguente articolo sulle novità normative introdotte dal decreto F-Gas e sulle modalità di comunicazione delle vendite alla nuova Banca Dati F-Gas.
Come richiesto dal D.P.R. n. 146 del 16 novembre 2018 (che recepisce il Regolamento Europeo n° 517/2014), a decorrere dal 25 luglio 2019 è in vigore, per coloro che rivendono e commercializzano gas fluorurati a effetto serra (F-Gas) e apparecchiature non ermeticamente sigillate contenenti tali gas, l’obbligo di comunicare le vendite effettuate sul Registro Elettronico (Banca Dati Telematica) F-Gas.
Le informazioni vengono comunicate via telematica attraverso le funzionalità disponibili nell’area comunicazione vendite della Banca Dati F-Gas. Continua a leggere