EPEE, position paper sulla revisione della Regolamentazione Europea F-Gas

Da EPEE condividiamo:
EPEE ha di recente rilasciato un nuovo Position Paper, incentrato sulla revisione della regolamentazione europea sugli F-Gas che tanto ha modificato il nostro settore negli ultimi 15 anni.

EPEE, che rappresenta l’industria della refrigerazione, del condizionamento dell’aria e delle pompe di calore (RACHP) in Europa, sostiene sin dall’inizio il regolamento UE sugli F-Gas del 2014 (UE 517/2014).

Grazie alla riduzione delle emissioni anno dopo anno dalla sua entrata in vigore, è diventato il gold standard efficace in tutto il mondo per ridurre le emissioni dei gas fluorurati a effetto serra (F-Gas). I gas fluorurati, e in particolare gli HFC, sono utilizzati come refrigeranti nelle apparecchiature RACHP, che a loro volta sono tecnologie chiave per raggiungere la neutralità climatica nel 2050 decarbonizzando il riscaldamento e il raffreddamento. Gli HFC sono stati introdotti come alternative alle sostanze che riducono lo strato di ozono, facilitandone l’eliminazione graduale in Europa. Tuttavia, a causa del loro potenziale di riscaldamento globale (GWP), l’uso di HFC e le relative emissioni vengono ridotti al minimo e molti refrigeranti con un minore impatto climatico vengono introdotti gradualmente, ove questo è sicuro, efficiente dal punto di vista energetico, tecnicamente ed economicamente fattibile e non ostacoli la transizione verso l’energia verde.

Trend nelle emissioni degli HFC divise per Paese, sintomo di maggior uso di tali refrigeranti: Italia in testa con il 17% rispetto a tutta Europa, segno del forte sviluppo del mercato RAC nel nostro paese

In vista dell’imminente revisione del regolamento UE sui gas fluorurati, il position paper di EPEE delinea le principali opportunità e sfide per migliorare ulteriormente il quadro politico esistente in linea con il Green Deal europeo, gli obiettivi dell’UE in materia di clima ed energia per il 2030 e gli impegni internazionali dell’emendamento di Kigali al protocollo di Montreal. Il documento include i dati del modello HFC Outlook EU di Gluckman Consulting, che prevede gli sviluppi futuri delle apparecchiature RACHP in UE e nel Regno Unito, tenendo conto:

  • crescente numero di attrezzature RACHP,
  • consumo e domanda di refrigeranti HFC da parte del settore RACHP,
  • emissioni di gas a effetto serra prodotte dai refrigeranti,
  • emissioni di gas a effetto serra derivanti dall’energia utilizzata da tali apparecchiature, e
  • il contributo alla decarbonizzazione delle pompe di calore.

Tra le proposte per la revisione sostenibile del regolamentazione F-Gas ci sono molti punti in comune con il programma dell’associazione AREA, in particolare EPEE propone:

– Estendere i requisiti e le disposizione di controllo perdite e recupero a tutti i refrigeranti in maniera completa senza esclusioni
– Uso di registri elettronici per una verifica puntuale e immediata dei dati a livello europeo
– Estendere la formazione e la certificazione a tutti i refrigeranti senza esclusioni
– Introdurre mille e penalità più pesanti
– Assicurare un allineamento tra i paesi non permettendo divieti più stringenti mettendo a rischio il mercato unico

Il documento può essere scaricato CLICCANDO QUI

Rispondi