Messaggio dal Presidente di AREA e Segretario ATF

Carissimi associati;

fa6738ab-2950-430d-8e9d-2a6f06d7dfebCome consuetudine, è per me un privilegio assoluto, come presidente di AREA, mandare a voi e alle vostre famiglie i miei migliori auguri, per il Nuovo Anno. Il 2020 si prospetta ricco di grandi e stimolanti sfide.

Come prima associazione dei tecnici del freddo, con 26 associazioni indipendenti impegnate a lavorare e a collaborare insieme, siamo un esempio unico di come il settore possa unire le forze per raggiungere gli obiettivi comuni.L’anno appena concluso si è dimostrato tanto intenso quanto soddisfacente, dal momento che stiamo sviluppando e rinnovando la nostra visione del futuro, AREA Vision 2025. Siamo assolutamente entusiasti della ristrutturazione dei gruppi di lavoro di AREA, basata su Vision 2025, che ha definito il nostro punto di vista strategico sul settore fondandosi su quattro pilastri principali. Questa riorganizzazione dipende dalla crescente domanda di refrigerazione all’interno della vita quotidiana, non solo per quanto concerne l’Europa, ma anche il resto del mondo: refrigeranti, raffreddamento sostenibile, sviluppo tecnologico e attrarre, mantenere e migliorare le nostre risorse umane.

Abbiamo creato quattro gruppi di lavoro, con l’impegno di garantire ad AREA una consistenza interna capace di affrontare tutte le sfide a cui stiamo per approcciarci, confermando il nostro ruolo come punto di riferimento focale a livello nazionale, europeo e internazionale.

Nel corso di MOP31 (l’assemblea dei firmatari del Protocollo di Montreal), tenuto a Roma lo scorso novembre, AREA si è distinta con un ruolo attivo, tanto organizzando numerosi eventi quanto firmando il Protocollo d’Intesa con OzonAction, momento cruciale che ha sancito la cooperazione con United Nations Environment Programme, già attiva dal 2005. Il nostro coinvolgimento nel MOP31 è stato segnato da numerosi momenti cruciali, che hanno portato a nuovi contatti e nuove opportunità di collaborazione con le più importanti associazioni, istituzioni e rappresentanze politiche a livello mondiale.

Il protocollo d’Intesa firmato durante il MOP31 formalizzerà e approfondirà la cooperazione tra AREA e UNEP, ricordando l’impegno che entrambe le parti sono state liete di abbracciare nell’ottica di arrivare a un’industria del freddo più sostenibile, nonché un ulteriore e importante esempio del rafforzamento degli impegni globali per un ambiente più sano, tramite la formazione, gli incontri e la condivisione delle idee e dell’esperienza, relativamente alla recente transizione ai refrigeranti a basso GWP.

Il 2020 sarà un anno di importanza fondamentale per tutta la catena del freddo. L’industria dovrà affrontare numerose sfide e le priorità dell’associazione spaziano dall’imminente revisione delle regolamentazioni e dall’introduzione dei refrigeranti alternativi all’abbattimento del traffico illegale dei gas.

AREA continuerà a lavorare a livello internazionale per contenere le emissioni dei gas serra.

L’impegno di AREA diventerà ogni anno sempre più importante. Dalla firma del Protocollo di Montreal, per noi il più importante accordo internazionale di sempre, abbiamo continuato a promuovere e organizzare eventi di attualità, rilasciare pubblicazioni internazionali, linee guida, progetti e stabilire nuovi contatti e partnership (nel 2020, con ISHRAE e le Isole Caraibiche). L’imminente partecipazione ai principali eventi previsti per il 2020  rappresenta una chiara indicazione del ruolo chiave che AREA, con il Centro Studi Galileo e l’ATF – Associazione Tecnici del Freddo, rappresenterà per il futuro sviluppo del settore HVAC&R: saremo profondamente coinvolti all’interno di ChillVenta – International Exhibition for Refrigeration (13-15 Ottobre), e non vediamo l’ora di prender parte a Refrigera (5 Marzo), a Caserta, e a MCE – Mostra Convegno Expocomfort (17-20 Marzo) a Milano.

Come sempre, AREA lavora per l’Europa ma guarda al Mondo.

Augurando a voi e alle vostre famiglie buon Natale e felice Anno Nuovo;
Marco Buoni
Presidente | Air Conditioning Refrigeration European Association AREA

Rispondi