Migliora il tuo business: fatti trovare pronto per i refrigeranti infiammabili!

ezgif-5-555252853c.pdf-1È stata pubblicata anche in lingua italiana, tradotta dalla nostra associazione ATF, la brochure informativa prodotta dai maggiori attori europei del settore della refrigerazione – AREA, ASERCOM, EFCTC ed EPEE – in cui viene sottolineata l’importanza della formazione in materia di gas infiammabili, che, a breve, andranno a sostituire quasi completamente la gamma dei refrigeranti attualmente utilizzati.
La guida completa è disponibile a questo indirizzo.
Dal 2018, il Regolamento Europeo sugli F-Gas [UE 517/2014] prevede consistenti tagli del consumo di HFC. Questo programma di riduzione, conosciuto come phase-down degli HFC, si basa su un sistema di quote. Le quote sono espresse in CO2 equivalente [kg x GWP]. Continua a leggere

Buone feste!

 

Cattura

Pubblichiamo gli  auguri del presidente di AREA, Segretario Generale ATF e Direttore Centro Studi Galileo Marco Buoni.

“Invio questo messaggio per fare i miei migliori auguri a te e alla tua famiglia in prossimità  della fine del 2018 e delle vacanze di Natale.
ATF è un’Associazione unica al mondo. Siamo la prima associazione europea nel settore RAC e, tramite l’associazione AREA, siamo di esempio a livello globale di come 26 diverse Associazioni possano lavorare insieme per il bene del nostro settore.
Sono lieto di poterti presentare il buon lavoro che stiamo svolgendo per l’attuazione del regolamento Fgas in Italia e del phase down, che stiamo seguendo da vicino al fine di giungere alla migliore soluzione dei problemi che si stanno verificando.
Stiamo supportando il passaggio alle nuove tecnologie e ai nuovi refrigeranti a livello italiano, europeo e mondiale, sfruttando la conoscenza e la leadership da parte delle istituzioni, dei produttori e dei Tecnici del Freddo italiani e europei.
Nel 2018 abbiamo lavorato a progetti come “Real Alternatives”, sulla formazione gratuita in italiano sui refrigeranti alternativi, progetto che verrà  ampliato l’anno prossimo con sessioni di “Train the Trainers” in diversi altri paesi.
Ci impegniamo per una conoscenza comune in tutta Europa che aiuterà  tutte le Associazioni e i relativi Enti di formazione a crescere insieme.
Stiamo lavorando per estendere questo programma a livello globale attraverso due progetti delle Nazioni Unite: il kit di formazione universale UT-KAR e la patente del refrigerante RDL.
L’evento internazionale biennale, ChillVenta, ha dimostrato l’importanza del nostro settore e siamo stati profondamente coinvolti nel suo successo, attraverso lo stand, i seminari e il Congresso.
Sono molti i nuovi tecnici che si stanno associando all’ATF grazie alla nostra crescente importanza e influenza.
La nostra forza risiede nei nostri numeri: 1000 aziende che rappresentano 9000 tecnici, le cui attività  costituiscono una parte fondamentale dell’economia italiana e sono vitali per il suo successo.
Più lavoro sarà  richiesto nel 2019 e lo condurremo come sempre con passione e unendo le forze insieme.
Dobbiamo divulgare e promuovere le migliori pratiche: nel 2019 saremo coinvolti negli eventi “Train the Trainers” nell’UE, con il mio coinvolgimento diretto. Contribuiremo a facilitare la formazione nei paesi in via di sviluppo, assistendo con materiali e procedure. Saremo presenti a una sessione di certificazione nell’ambito del progetto RDL delle Nazioni Unite.
Organizzeremo tre importantissimi eventi:
La Conferenza europea – UNEP-IIR-AREA-CSG “XVIII Conferenza dell’UE sulle ultime tecnologie” al Politecnico di Milano http://www.centrogalileo.it e EPEE-EVIA “EUREKA” a Bruges (6-7 giugno)
Saremo organizzatori e Associazione di riferimento per Refrigera.Show, la prima fiera unicamente del settore in Italia (20-22 febbraio)
Parteciperemo al protocollo MOP31 della conferenza di Montreal, che deciderà  il futuro dell’emendamento Kigali a Roma (4-8 novembre).
Parallelamente a questo impegno continueremo a fronteggiare le numerose sfide che i nostri Tecnici del Freddo e i nostri Soci devono affrontare, quali la disponibilità  e la transizione verso nuovi refrigeranti, il monitoraggio dei prezzi e molto altro ancora.
ATF sta lavorando per l’Italia e per l’Europa ma sta guardando al mondo.
Auguro a Te e alla tua famiglia un buon Natale e un meraviglioso e felice Anno Nuovo 2019″.

Indagine AREA. Installatori sempre più consapevoli del commercio illegale di refrigeranti

RefSurvey_0Un’indagine interna AREA rivela che quasi l’80% del settore è a conoscenza del commercio illegale di alcuni degli HFC più comunemente usati. Questa osservazione viene fatta mentre una diminuzione della disponibilità di questi refrigeranti è stata testimoniata dal 60% del settore.
La percentuale dell’industria che registra una diminuzione della disponibilità di refrigerante varia dal 50% per R134a al 60% e oltre per R507A, R410A e R404A. I refrigeranti a basso GWP, d’altra parte, sembrano non mostrare carenza. Ovviamente queste tendenze sono legate alle quote del regime di riduzione graduale HFC del regolamento Fgas. Diventano preoccupanti quando messe in prospettiva con il commercio illegale.
L’80% dell’industria RACHP dichiara consapevolezza del commercio illegale di questi refrigeranti. Si arriva al 90% per l’R134a. L’R32, tuttavia, non sembra interessato. Va sottolineato che la questione sembra più urgente nelle Nazioni confinanti con paesi extra UE. La problematica sembra in peggioramento dall’inizio dell’anno.
Anche i rapporti sul furto del refrigerante danno un dato in aumento anche se non tutti i paesi sono ugualmente esposti. Le percentuali di consapevolezza rimangono più modeste tra il 40% e il 50% a seconda del tipo di refrigerante.
Come affrontare questi problemi? Quando vengono informate dal settore, le autorità nazionali cercano in genere di agire. Tuttavia, sono spesso come carenti di risorse e / o competenze. L’industria si dichiara favorevole a maggiori controlli, sanzioni più severe, maggiore consapevolezza degli utenti finali, lotta contro le vendite illegali in Internet e una più stretta cooperazione con le dogane.
Conservando una posizione di favore al regolamento Fgas e in linea con il messaggio recentemente emanato sul commercio illegale di refrigeranti, AREA e i suoi membri intendono continuare a lavorare con le autorità europee e nazionali.
L’indagine interna AREA è stata effettuata nell’ottobre 2018 e raccoglie le risposte di 18 associazioni membri provenienti da 16 paesi dell’UE.

Commercio illegale di refrigeranti. La denuncia delle Organizzazioni europee

1421744463-0-la-finanza-sequestra-rifornimento-di-gas-metano1AREA, ADC3R, EFCTC ed EPEE esprimono congiuntamente forti preoccupazioni sul commercio illegale di refrigeranti e chiedono una migliore applicazione del regolamento Fgas.
Poiché viene segnalato un crescente commercio illegale di refrigeranti, le associazioni chiedono a tutti gli operatori del mercato di acquistare solo refrigeranti da fonti attendibili al fine di garantire il funzionamento sicuro ed efficiente delle apparecchiature HVACR.
Le Associazioni invitano inoltre le autorità ad aumentare i controlli. “Le autorità sono in ultima analisi responsabili della corretta applicazione del regolamento sui gas fluorurati e chiediamo a tutti gli attori – comprese le autorità competenti dell’UE e nazionali – di svolgere il proprio ruolo nell’applicare controlli più severi alle frontiere dell’UE”, ha affermato Olivier Janin, segretario generale di AREA.

Comunicato stampa completo in lingua inglese qui

Il Presidente AREA Marco Buoni speaker a Chillventa Congress

926c9f44-1359-433f-9c18-118041788b07

Marco Buoni durante il suo intervento a Chillventa Congress

Nell’ambito del simposio EPEE – ASERCOM a Chillventa Congress è intervenuto come speaker l’italiano Marco Buoni, recentemente promosso al ruolo di Presidente di AREA con l’incarico di rappresentanza europea delle 22 Associazioni Nazionali dei Tecnici del Freddo.
Nel corso del suo intervento ha presentato le linee guida per formazione, certificazione, recupero e riciclaggio, la nuova APP multilingue di AREA  per Tecnici del Freddo e più in generale il grande sforzo che il settore installazione sta facendo nel percorso della phasedown dei refrigeranti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

IL 17 OTTOBRE AREA COCKTAIL @CHILLVENTA!

unnamedCome tradizione il momento conviviale organizzato dall’Associazione Europea AREA a Chillventa, principale fiera mondiale della Refrigerazione, è atteso per  mercoledì 17 ottobre alle 17,00 (HALL 9 – Stand 9 – 119/220/320).
L’invito esteso a tutti gli addetti del settore presenti in fiera è del Presidente di AREA Marco Buoni.
AREA è l’Associazione di Categoria europea del settore HVAC.
Fondata nel 1989 rappresenta gli interessi di 23 Associazioni nazionali di settore provenienti da 26 Nazioni dell’UE più Norvegia, Turchia e Thailandia come Internation Observer.
13.000 aziende iscritte per 110.000 Tecnici e un fatturato complessivo di 23 miliardi di €.
Gli aderenti AREA sono il legame essenziale tra utenti finali e produttori. Progettano, installano e manutengono impianti RACHP utilizzando ogni soluzione disponibile con completa neutralità nei confronti di produttori di attrezzature e refrigeranti, allo scopo di garantire il massimo livello di affidabilità, efficienza energetica e rapporto costi – benefici.
Industria & Formazione ti regala un ingresso gratuito a Chillventa! Clicca qui e scrivi VisitCV18ief per registrarti e stampare il tuo eTicket!

 

 

 

 

 

 

Nazioni Unite: workshop sul settore dei servizi alla refrigerazione

gruppoIl Presidente AREA, Marco Buoni, ha partecipato a un seminario nella sede UNE (Nazioni Unite Ambiente) unitamente a diverse organizzazioni internazionali: Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale (Unido) , Banca mondiale, ACAIRE – Associazione colombiana di climatizzazione e refrigerazione, AHRI – Istituto di climatizzazione, riscaldamento e refrigerazione, ASHRAE, EPEE – Partnership europea per l’energia e l’ambiente, IIR – Istituto internazionale di refrigerazione, IOR – Istituto di refrigerazione, JRAIA – Associazione dell’industria refrigerazione e climatizzazione giapponese ad esperti del calibro di Ronald Viskil, Manuel Azucena, Ray Gluckman.
Il workshop internazionale “Cambiare la mentalità del settore dei servizi di refrigerazione” si è tenuto a Parigi il 17 e 18 luglio 2018.
L’emendamento Kigali, che entrerà in vigore tra pochi mesi, influenzerà la vita delle imprese e dei progetti internazionali in tutti i paesi compresi nell’articolo 5. Pertanto, ciascuno per le proprie competenze, i partecipanti a questo seminario, uniranno le forze per una transizione che consenta una mentalità nuova al settore.
marcoIl workshop ha affrontato cinque argomenti principali:
– Considerazioni e problemi emergenti RSS;
– Programmi di formazione e risorse;
– Certificazione e qualificazione;
– Miglioramento delle pratiche di gestione del refrigerante;
– Responsabilizzazione delle associazioni locali nei paesi di cui all’articolo 5.
Il Presidente AREA ha tenuto 2 interventi sui seguenti argomenti:
– Lacune della forza lavoro RSS nella gestione di refrigeranti alternativi; Analisi dall’UE e somiglianze con paesi A5
– Kit di formazione globale per RSS; Kit modulare per istituti di formazione nei paesi articolo 5