Confartigianato commenta il decreto F-Gas: “Norme più chiare per le imprese e stop alla vendita illegale di F-gas”

logo_confartigianato101214
Non si è fatto attendere il commento di Confartigianato sul decreto presidenziale che attua il Regolamento UE del 2014 sui gas fluorurati a effetto serra.
A poche ore dalla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, Confartigianato ha sottolineato come siano state accolte le modifiche sollecitate per chiarire e rendere meno onerosi alcuni adempimenti: “Norme più chiare e semplici per gli imprenditori e stop alla vendita illegale di F-Gas“. Continua a leggere

Gas fluorurati Consiglio di Stato: rimandato a settembre il nuovo DPR f-gas

martello-cdsSe non è una bocciatura, poco ci manca. Chiederemo al Ministero di riaprire il tavolo di confronto con le associazioni di categoria per migliorare il testo dello schema di decreto come richiesto dal Consiglio di Stato”. È questo il primo commento di Carmine Battipaglia, Presidente di CNA Installazione Impianti,  di fronte alla decisione del Consiglio di Stato di sospendere l’emissione del parere che avrebbe dovuto dare il via libera allo schema di DPR di recepimento del Regolamento UE 517/2014. Una vera e propria bacchettata al Ministero dell’Ambiente  costretto ora a correre ai ripari ed a modificare il testo del DPR.
Non sono pochi, infatti, i rilievi che il Consiglio ha espresso nei confronti del lo schema di DPR già approvato, in via preliminare, dal Consiglio dei Ministri del Governo Gentiloni.
Innanzitutto il CdS ricorda che le norme di attuazione del precedente Regolamento UE 842/2006, il DPR 43/2012 attualmente in vigore ed il Dlgs 26/2013 sulle sanzioni, furono emanate “con rilevantissimo ritardo” per cui “si ritiene necessaria la massima sollecitudine nell’emanazione dello schema in esame “. Analoga rapidità viene richiesta per l’emanazione di un nuovo “Decreto Sanzioni” che dovrà sostituire il Dlgs vigente.
Per questo, il Consiglio suggerisce al Governo di avvalersi della delega di cui all’articolo 2 della legge di delegazione europea 2016-2017 – 20 ottobre 2017, n. 163. In mancanza del decreto sulle sanzioni, sottolinea infatti il Consiglio,  l’effettivita’ del nuovo DPR f-gas “sarebbe vanificata”. “Sarà pertanto fondamentale – afferma Battipaglia – che l’approvazione del decreto legislativo sulle sanzioni sia contestuale, o quasi, all’entrata in vigore del nuovo DPR f-gas”.  Continua a leggere

F-Gas? Risorsa inaccessibile!

logoceceditaliaconfindustriaanie_1Pubblichiamo un Comunicato Stampa emesso da Confindustria CECED Italia circa la scarsa disponibilità di F-Gas e l’aumento esponenziale del costo del prodotto. “Negli ultimi decenni il settore degli apparecchi domestici e professionali, rappresentato da CECED Italia, ha giocato il proprio ruolo in ottica di circolarità di prodotti e processi, investendo ingenti somme per migliorare il design e la produzione di prodotti sempre più innovativi e con minor uso delle risorse, migliorando le prestazioni degli apparecchi, riducendo l’impatto ambientale e salvaguardando l’occupazione nazionale. Continua a leggere

Le regolamentazioni F-Gas nelle Nazioni Europee. Novità da Spagna e Danimarca

EVID_f-gas_solo-300x225Danimarca |Si è acceso il dibattito politico in Danimarca, dove il governo vuole drasticamente ridurre l’uso di HFC e HFO indistintamente. Una legge recente, infatti, pone come limite massimo di GWP ai refrigeranti impiegabili il valore 5. Tale soglia è rispettata solo dall’R1234yf, destinato all’uso nel settore automobilistico.
Spagna | Il 18 marzo in Spagna è stato promulgata una legge che accoglie il Regolamento F-gas e che predispone un aumento dei controlli riguardo il suo rispetto. Uno dei punti più significativi riguarda la vendita delle apparecchiature non ermeticamente sigillate vendute direttamente agli utenti finali per quanto riguarda l’osservanza dell’obbligo di installazione da parte di personale certificato. Viene previsto che il venditore  informi l’acquirente degli obblighi legali mediante un documento che deve essere controfirmato da quest’ultimo.  Inoltre deve fornirgli un elenco di installatori certificati dal quale scegliere la persona che eseguirà l’installazione. La scelta deve essere controfirmata ed il documento restituito al venditore entro 1 anno. A partire da gennaio 2018 il venditore dovrà informare le autorità competenti in merito agli acquirenti che non ottemperano a tali disposizioni.

Crescono le certificazioni F-Gas. In attesa del nuovo Decreto…

IMG_5185Un dato positivo per il mercato della manutenzione e installazione delle apparecchiature di refrigerazione e condizionamento. Sono in aumento le pif _tagliato giusto_noscritteCertificazioni F-Gas, sinonimo che il mercato si sta muovendo e che c’è sempre più voglia di qualificazione nella professione.
Ecocerved e UnionCamere danno i numeri con un +1000 imprese certificate rispetto al 2016 portandole da 24,279 a 25,277 e una percentuale del 49% contro il 29% del 2014 nel rapporto tra imprese iscritte F-Gas ed effettivamente certificate.
I possessori di Patentino Frigoristi sono nel primo semestre del 2017 58,872 con un rapporto iscritti – Certificati del 72%
Tuttavia il mondo dei Tecnici del Freddo è in attesa del Decreto di recepimento del regolamento UE 517/14 che metterà nel cassetto il DPR 43/2012

 

 

 

 

ULTIMA ORA! ULTIMATUM DEL MINISTERO DELL’AMBIENTE. OCCORRE CERTIFICARE LE IMPRESE

Pubblichiamo in anteprima sulle colonne di I&FOnline la comunicazione, inviata in migliaia di copie questa settimana in tutta Italia, che dà 15 giorni di tempo alle imprese del settore per completare la Certificazione F-Gas o giustificare l’assenza della stessa nel caso non vengano svolte attività che la richiedono. Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha così inteso fornire un ultimatum alle aziende che non hanno ancora completato il percorso di legge prima di procedere con le sanzioni.

unnamed (1)

 

NEWS dal sito F-Gas.it: “Percorsi guidati per orientarsi sugli adempimenti ambientali”.

logRiceviamo dal portale del Ministero dell’Ambiente www.fgas.it una news di sicuro interesse per i Tecnici del Freddo italiani: “Percorsi guidati per orientarsi sugli adempimenti ambientali”.
La pagina fornisce informazioni on line sulle principali pratiche amministrative a carico delle imprese, per esempio per l’iscrizione al Registro Gas Fluorurati e offre un percorso guidato sulle procedure da seguire per iscriversi al Registro Gas Fluorurati: per accedere cliccare qui.
Sono inoltre disponibili percorsi guidati sulla Dichiarazione Gas Fluorurati e sugli adempimenti legati ai seguenti ambiti normativi:

MUD
Albo Gestori Ambientali
Formulari e Registro di carico e scarico
SISTRI
Registro Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE)
Registro Pile e accumulatori
Dichiarazione E-PRTR

Chi conosce gli obblighi di legge e ricade in un certo ambito normativo, può cliccare sul percorso specifico e accedere a tutte le indicazioni sulle relative pratiche amministrative.
Chi non conosce la normativa e vuole verificare se è un soggetto obbligato a uno o più adempimenti, può consultare le informazioni disponibili per il/i profilo/i di proprio interesse (“Produco rifiuti”, “Trasporto rifiuti” ecc.): per accedere all’elenco di attività cliccare qui.