BSRIA, ecco lo studio sull’impatto della pandemia sul settore HVAC/R in tutto il mondo

Da www.bsria.com:
Dopo la pubblicazione di diversi rapporti sul mercato della climatizzazione, nel corso degli ultimi mesi (aggiornamento di settembre 2020, rapporti approfonditi europei e statunitensi e studio regionale europeo), BSRIA ha completato con successo la sua analisi sui mercati mondiali della climatizzazione, prendendo in considerazione l’impatto del coronavirus in diverse parti del mondo, a marzo 2021.

BSRIA chiede l’opinione delle aziende che si occupano di Refrigerazione Commerciale: compilate il sondaggio CLICCANDO QUI!

La pandemia ha creato un’enorme recessione economica in tutto il mondo, che è stata avvertita a tutti i livelli del settore del riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria (HVAC). Il settore commerciale è stato particolarmente colpito in ogni parte del mondo, la domanda dei clienti è cambiata e sono cambiate le operazioni e la pianificazione tra i produttori e distributori di sistemi HVAC. Il lato positivo è che, seguendo l’evoluzione del comportamento e delle esigenze dei clienti, sono state create nuove opportunità, tecnologie e approcci.

Nel 2020, il mercato globale è stimato a circa 150 milioni di unità, con un valore corrispondente di oltre 100 miliardi di dollari. Ciò rappresenta un notevole calo in termini di volume e valore rispetto al 2019.

Americhe

Negli Stati Uniti, il mercato residenziale è stato in forte crescita; tuttavia, il grande mercato VRF è diminuito poiché gli uffici commerciali, l’ospitalità e l’istruzione, ossia le applicazioni VRF più comuni, sono stati i più colpiti dalla pandemia. Il mercato dei mini VRF è riuscito a chiudere il 2020 con una crescita positiva, poiché beneficia della crescente popolarità nelle case unifamiliari e plurifamiliari. Sui segmenti commerciali, le vendite di refrigeratori sono rimaste deboli e la ripresa è prevista per il 2021. I mercati rooftop e indoor packaged sono stati pesantemente penalizzati dalla crisi del Covid-19. La ventilazione si concentra sulla qualità dell’aria interna. Le vendite in America Latina sono state fortemente influenzate dal COVID, che ha avuto un impatto sulle vendite complessive. Il Brasile ha visto le vendite di aria condizionata in calo del 4,6%.

Asia e Australia

I produttori cinesi hanno chiuso le loro fabbriche e la spedizione di merci è iniziata prima, quest’anno. Nel complesso, il mercato cinese della climatizzazione si è ripreso controllando la pandemia e promuovendo consumi locali e progetti infrastrutturali. Il mercato malese dell’AC dovrebbe riprendere a crescere nel 2021, ma non dovrebbe raggiungere i livelli del 2019 fino al 2023. Singapore è stata significativamente colpita dalla pandemia, mentre il Vietnam è rimasto uno dei mercati di condizionamento d’aria più in rapida crescita in Asia a causa di un’economia in continua crescita, come così come grazie a una forte domanda da parte dei clienti residenziali e commerciali. In Giappone, il lavoro da casa e il clima hanno salvato il mercato residenziale, mentre il mercato commerciale si è contratto. Il mercato di Corea del Sud, Thailandia e Indonesia ha registrato un calo considerevole, poiché le misure di controllo della trasmissione e di allontanamento sociale hanno contribuito a rendere meno sicuro il benessere delle famiglie, meno propense a spendere. In Australia, il programma delle sovvenzioni per i costruttori di case ha sollevato il mercato residenziale per gli edifici ad ampio sviluppo verticale. 

Medio Oriente e India

In Arabia Saudita e negli Emirati Arabi Uniti i prodotti commerciali hanno subito una grave interruzione dell’attività causata dall’epidemia di Covid-19, e dalla mancanza dei progetti di costruzione più ambiziosi. In India le vendite di tutti i prodotti AC sono diminuite nel 2020 a causa di importanti interruzioni dell’attività causata dalla pandemia, e con l’ultimo aumento delle infezioni, è probabile che la ripresa sia ritardata.

Europa

In Italia e Russia, le vendite di AHU hanno beneficiato dell’aumento della domanda di ventilazione dovuto al Covid-19. In Francia, Spagna e Germania le scissioni hanno registrato un altro anno di crescita, a causa degli investimenti nel mercato residenziale, mentre il mercato del VRF è diminuito. Il mercato dei chiller nel Regno Unito ha denotato una tendenza verso le pompe di calore e i sistemi bivalenti. Il rallentamento economico, le fluttuazioni valutarie, la continua contrazione nel settore delle costruzioni e l’impatto del Covid-19 hanno colpito il mercato turco dei refrigeratori nel 2020.

Rispondi