CAREL@Chillventa: la sostenibilità parte dai refrigeranti naturali e a basso GWP

Da CAREL riceviamo e pubblichiamo:
Le soluzioni di controllo per sistemi che prevedono l’utilizzo di refrigeranti naturali e a basso GWP sono al centro dell’offerta CAREL alla prossima edizione di Chillventa, durante la quale la sostenibilità sarà uno dei temi più interessanti e condivisi.

È ormai chiaro che affrontare il cambiamento climatico sia indispensabile per tutti i settori economici, nonché un’occasione da cogliere come un’opportunità per costruire un nuovo modello economico, a cui tutti dovrebbero contribuire.

Forte di una vasta esperienza nella progettazione e produzione di soluzioni volte al risparmio energetico e che prevedono l’utilizzo dei refrigeranti alternativi, CAREL è pronta ad affrontare le attuali sfide che si presentano nel mondo industriale e in particolare nel settore dell’industria di processo, e lo fa proponendo μChiller Process, per il mercato dei chiller di processo di piccola e media taglia. La famiglia μChiller è la soluzione CAREL per la gestione completa di chiller e pompe di calore commerciali aria/acqua e acqua/acqua con compressori on-off e/o DC; μChiller Process, in particolare, è stato sviluppato per essere compatibile con l’attuale normativa F-gas ed è stato progettato per lavorare con gas refrigeranti naturali e a basso GWP, come CO2, R290, R32, R452B, R454B, R513A e molti altri. Oltre a queste caratteristiche, è dotato di funzioni avanzate di connettività locale e remota per una gestione dell’impianto semplice, veloce e intuitiva e finalizzata al miglioramento della gestione dell’impianto stesso, grazie anche ad app dedicate compatibili con tutti gli smartphone e i tablet. Insieme a valvole di espansione elettroniche, driver, compressori e sensori, μChiller Process è parte della gamma di soluzioni CAREL classificate come A2L ready e A3 ready, che soddisfano i requisiti previsti dalle normative riguardanti l’utilizzo di gas infiammabili. Questi prodotti possono essere quindi integrati dai produttori di unità al fine di raggiungere gli obiettivi necessari in termini di efficienza, sicurezza e conformità elettrica e soddisfare tutti i requisiti tecnici del mercato HVAC industriale che contraddistingueranno fortemente il prossimo futuro.

Anche il mercato della refrigerazione commerciale, soprattutto europeo, si sta naturalmente spingendo verso una necessaria transizione energetica. Ciò comporta da un lato la riduzione del GWP delle installazioni, per limitare le emissioni dirette, dall’altro la ricerca di maggiore efficienza al fine di ottenere una riduzione delle emissioni indirette. La nuova unità moto-condensante per installazioni waterloop, Heosbox CO2, è una soluzione che risponde a entrambe le esigenze: dotata di tecnologia ad alta efficienza Heos e progettata per operare con refrigerante CO2 in condizioni subcritiche, necessita di una minore carica di refrigerante installata e garantisce una drastica riduzione del rischio di perdite. Inoltre, la regolazione puntuale e ottimizzata delle singole utenze e la sincronizzazione delle azioni di compressore BLDC e valvola elettronica consentono di massimizzare l’efficienza complessiva. Infine, in un sistema subcritico l’utilizzo della CO2 (in alternativa a refrigeranti infiammabili come il propano) permette di superare i limiti di carica e di contenere i costi tecnologici, grazie a pressioni di lavoro più basse.

Dallo studio della soluzione più sostenibile, più affidabile e a prezzo accessibile nei diversi ambiti di applicazione, dagli anni di esperienza nella progettazione e produzione dei sistemi di controllo e da una sperimentazione continua derivano anche la scelta della gamma di compressori scroll e rotativi presentati a Chillventa e nel parco prodotti CAREL. Combinando o alternando le soluzioni a seconda dell’impiego e delle necessità dell’applicazione, CAREL ha sviluppato prodotti e soluzioni particolarmente efficienti. Accanto alle più tradizionali gamme che lavorano con i refrigeranti di sintesi (R-410A, R-32, R-448A, R-449A, etc.) vi sono quelle progettate per i refrigeranti naturali a basso o nullo GWP, quali l’anidride carbonica (R-744, CO2) e il propano (R-290). Si spazia dai compressori a velocità fissa a quelli a velocità variabile, che si avvalgono della tecnologia a inverter DC. Questi ultimi, abbinati alla valvola d’espansione elettronica, consentono di realizzare una modulazione continua delle prestazioni nelle soluzioni ad alta efficienza del portafoglio CAREL.

Rispondi