La pompa di calore: una tecnologia chiave per gli obiettivi 2030

assoclimaNella Strategia Energetica Nazionale 2017 e nella proposta di Piano Nazionale Integrato Energia e Clima (PNIEC) inviata a Bruxelles dal Governo italiano all’inizio di quest’anno viene dato ampio risalto ai sistemi a pompa di calore, in quanto corrispondono pienamente alla cultura sociale di rispetto del pianeta e delle sue risorse.
Le più recenti rilevazioni statistiche di Assoclima mostrano che nello scorso anno sono cresciuti tutti i comparti legati alle rinnovabili termiche, compresi i sistemi a pompa di calore, una tecnologia relativamente giovane, ma collaudata, che ha ancora importanti prospettive di miglioramento e innovazione, soprattutto dal punto di vista dell’efficienza energetica. Continua a leggere

Assoclima: 2018 un altro anno positivo per il settore della climatizzazione

assoclimaRisultati dell’indagine statistica Assoclima sul mercato dei componenti per impianti di climatizzazione: segno più per sistemi a espansione diretta e idronici. Continua l’affermazione delle pompe di calore.
Si percepisce una nota di soddisfazione nella dichiarazione di Roberto Saccone, Presidente di Assoclima Costruttori Sistemi di Climatizzazione, in occasione dell’incontro dedicato alla presentazione dei risultati dell’indagine statistica 2018: “Il settore della climatizzazione ha chiuso il 2018 con molti segni positivi. Sono cresciuti soprattutto i comparti legati alle rinnovabili termiche, ai sistemi a pompa di calore, una tecnologia che ha ancora importanti prospettive di miglioramento e innovazione, soprattutto dal punto di vista dell’efficienza energetica, e che avrà un ruolo importante nel raggiungimento degli obiettivi al 2030. Le nostre aziende sono pronte ad accettare la sfida, ma c’è da lavorare sulle condizioni al contorno“. Continua a leggere

Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima: le proposte di Assoclima

assoclimaAssoclima – Associazione dei Costruttori di Sistemi di Climatizzazione è stata invitata a un’audizione della X Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera dei Deputati nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle prospettive di attuazione e adeguamento della Strategia Energetica Nazionale al Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC).
Dopo aver premesso che l’utilizzo diffuso di sistemi a pompa di calore è fondamentale per raggiungere gli obiettivi del PNIEC, il Presidente di Assoclima ing. Roberto Saccone ha illustrato i plus della tecnologia e proposto alcuni interventi da attuare: “Le pompe di calore sono una tecnologia relativamente giovane, ma collaudata, che ha ancora importanti prospettive di miglioramento e innovazione, soprattutto dal punto di vista dell’efficienza energetica“. Continua a leggere

Sistemi a pompa di calore in Italia: continuano ad affermarsi nell’ultimo trimestre 2018

pompe_caloreIl 2018 si è concluso positivamente per il settore della climatizzazione, lo testimoniano i dati delle rilevazioni trimestrali sul mercato Italia di Assoclima, l’Associazione dei Costruttori di Sistemi di Climatizzazione.
Il comparto dell’espansione diretta ha registrato andamenti in crescita rispetto allo stesso periodo del 2017 per i sistemi monosplit (+10,8% a volume e +10,7% a valore), multisplit (+14,7% a volume e +11,8% a valore), miniVRF e VRF (+16,9% a volume e +20,4% a valore) e per i climatizzatori monoblocco (+2,5% sia a volume che a valore). Non altrettanto bene i climatizzatori trasferibili, per il quali il 2018 si è chiuso con un decremento del 15% a valore, a fronte però di un +6,6% a volume. Continua a leggere

Ecobonus per clima e pompe di calore

pompe_caloreSi può accedere all’ecobonus se si sostituiscono solo i radiatori oppure deve essere sostituito il generatore di calore? Il chiarimento di Enea spiegato da Assoclima.
È possibile usufruire dell’Ecobonus se si sostituiscono solo i radiatori di un impianto di climatizzazione? La risposta è No.
A chiarirlo è una nota dell’ENEA la quale, sebbene chiarisca che nel testo dell’Ecobobus manca una specifica definizione del termine “sostituzione parziale” (interventi di sostituzione integrale o parziale di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione, con impianti a pompa di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia), ha spiegato che per usufruire degli incentivi, diversi a seconda del tipo di impianto, l’intervento deve necessariamente comportare la sostituzione del generatore di calore. Continua a leggere

Con il nuovo Decreto ISTITUITA UNA BANCA DATI GESTITA DALLE CAMERE DI COMMERCIO PER RACCOGLIERE INFORMAZIONI SULLE QUANTITÀ DI F-GAS VENDUTE E UTILIZZATE DAGLI OPERATORI

Oil priceAssoclima l’Associazione dei costruttori di Sistemi di Climatizzazione federata ad ANIMA informa il settore di un’importante novità contenuta nel regolamento di attuazione del Regolamento (UE) n. 517/2014 sugli F-gas.
Il Consiglio dei Ministri ha approvato, in esame definitivo, un regolamento, da adottarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica, che attua il Regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra (F-gas). Continua a leggere

Legionella e torri di raffreddamento: dubbi e certezze

legionellaIl virus della legionella ha tenuto tristemente banco nelle colonne della cronaca per alcuni casi mortali registrati negli ultimi mesi in nord italia. 
Pubblichiamo al proposito un interessante intervista, realizzata da Assoclima, a Sergio La Mura, componente del GdL che ha redatto le “Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi” del ministero della Salute (2015), autore della Guideline Europea Rehva “Prevenzione legionellosi”, unico membro europeo del GdL Ashrae per la redazione dello Standard 188 e della prossima Guideline 12/2019, professore a contratto Impianti tecnici Politecnico di Milano.  Continua a leggere

MCE2018 | INTERVISTA A Giampiero Colli, Segretario Generale ASSOCLIMA

Come da tradizione a MCE, Centro Studi Galileo e Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo hanno promosso un grande Convegno Internazionale.
“Il Passaggio ai refrigeranti alternativi: impatto su nuovi e vecchi impianti” si è tenuto il 15 marzo dalle 14,00 alle 18,30 presso la Sala Sagittarius del Centro Congressi Stella Polare.
Si è dibattuto delle ultime tecnologie nel condizionamento e nella refrigerazione con particolare focus su sistemi, attrezzature e componenti al tempo del phase down HFC. Inoltre approfondimenti sulla regolamentazione europea 517/2014, sul futuro dei refrigeranti e sulle certificazioni del personale e delle aziende che operano in ambito F-Gas.
Presidenti del Convegno, che è anche aggiornamento al XVII Convegno Europeo: Didier Coulomb (Presidente Istituto Internazionale della Refrigerazione di Parigi), Andrea Voigt (Direttore Generale EPEE), Bjarne Olesen (Presidente Ashrae), Per Jonasson (Presidente AREA), Francesco Scuderi (ViceSegretario Generale Eurovent), Roberto Saccone (Presidente Assoclima). Coordinatori: Alberto Cavallini (Università di Padova),  Marco Masoero (Politecnico di Torino), Ennio Macchi (Politecnico di Milano).
Molti i relatori, rappresentanti delle principali aziende di settore: Giacomo Pisano (Officine Mario Dorin), Edoardo Monfrinotti (Chemours), Pietro Trevisan (Bitzer), Bachir Bella (Emerson), Miriam Solana (Carel), Stefano Filippini (LUVE), Felix Flohr (Daikin), Carmine Marotta (General Gas), Gabriele De Bona (Danfoss), Antonio Sepe (Castel), Fabio Mastromatteo (Testo), Livio Calabrese (Frascold), Miriam Solana (Carel).

Proponiamo oggi l’intervista a Giampiero Colli, Segretario Generale ASSOCLIMA

Nel 2017 mercato Italia positivo per il comparto delle soluzioni idroniche

RCI_3_16_Sched_-1Il 2017 è stato un buon anno per il comparto delle soluzioni idroniche, lo testimoniano i dati delle rilevazioni trimestrali sul mercato Italia di Assoclima, l’Associazione dei Costruttori di Sistemi di Climatizzazione. La nota positiva è che sia i gruppi frigoriferi con condensazione ad aria sia i ventilconvettori, che costituiscono i due più importanti segmenti per fatturato del comparto centralizzato, hanno registrato incrementi interessanti rispetto al 2016.
Per i gruppi frigoriferi con condensazione ad aria la crescita è stata complessivamente del 3,5% a valore e del 10,1% a volume. “In particolare, i dati delle unità idroniche di potenza inferiore ai 17 kW – sottolinea Massimiliano Venturi di Clivet – confermano il trend positivo registrato negli ultimi anni. Il mercato residenziale, rappresentato principalmente dalle ristrutturazioni edilizie e dalle nuove tipologie costruttive, conferma sia in termini di fatturato (+14,7%) che con il numero di pezzi (+15,5%) l’apprezzamento per le unità e i sistemi idronici. La crescita ancor più marcata delle pompe di calore (+17,8% a volume e +16% a valore) compensa il calo delle unità solo freddo, grazie anche agli incentivi statali – riqualificazione energetica e conto termico – per altro prorogati anche per l’anno 2018.” Continua a leggere