Refrigeranti a basso GWP: l’R32 continua ad affermarsi in Asia ed Europa

spring-R32pdnTra i gas refrigeranti a basso GWP, l’R32 è senza dubbio uno di quelli che sta ottenendo più consensi da parte degli operatori del settore.
Se fino a qualche tempo fa, ad esempio, la miscela più frequentemente utilizzata nei sistemi di condizionamento era quella formata dal gas R410A, una combinazione tra R32 e R125. Il risultato era un gas certamente performante, ma dall’impatto ambientale troppo elevato.
Oggi, invece, il refrigerante R32 risulta essere quello maggiormente applicato. Il merito lo si deve a delle recenti ricerche in campo ambientale e tecnologico, che hanno dimostrato che la capacità e l’efficienza dell’R32 è risultato essere paragonabile a quello dell’R410A. Continua a leggere

Condizionatori smart, la rivoluzione delle aziende giapponesi passa da intelligenza artificiale e Internet of Things

climatizzatore senza unità esterna 2-0Diverse aziende giapponesi produttrici di condizionatori hanno recentemente lanciato sul mercato nuovi modelli di climatizzatori per ambienti che sfruttano le potenzialità dell’intelligenza artificiale e del cosiddetto Internet of Things.
Grazie al ricorso a queste tecnologie di ultimissima generazione alcune innovative funzioni che erano inimmaginabili fino a qualche anno fa sono adesso disponibili e alla portata dei consumatori finali. Continua a leggere

DeLclima (Climaveneta e RCGroup) in mani giapponesi. Continua lo shopping asiatico delle migliori aziende venete del settore

imagesLa notizia circolava nell’aria da qualche settimana. Ora è confermata. Il gruppo trevigiano facente riferimento alla famiglia De Longhi (padri del notissimo “Pinguino”) ha ceduto il 75% della controllata DeLclima ai giapponesi della Mitsubishi Electric Corporation.  Il titolo vola a Piazza Affari registrando un +81,17%. 
L’acquirente intende con un’OPA sul restante 25% perfezionare l’acquisto dello spin off DeLclima (quotato dal 2012) per un valore complessivo dell’operazione di 664 milioni di euro che verranno reperiti dall’azienda con mezzi propri senza il supporto di terzi. Continua a leggere

Energie Rinnovabili: 270 miliardi di investimenti nel 2014 secondo una ricerca delle Nazioni Unite

doublesunIl dipartimento ambiente delle Nazioni Unite – UNEP – ha stilato un report sugli investimenti relativi alle energie rinnovabili nel mondo rivelando un trend positivo per l’energia verde: +17% di investimenti, con eolico e solare che trainano particolarmente in Cina e Stati Uniti.
“Global Trends in Renewable Energy Investment” è il titolo del report annuale giunto alla nona edizione che vede la collaborazione di Bloomberg New Energy Finance e di Frankfurt School.
Gli anni 2012 e 2013 avevano registrato un calo che poteva lasciar presagire un declino del settore, previsione cancellata dal grande investimento internazionale effettuato nell’anno appena trascorso.

Alcuni dati:

9,1% energia prodotta nel 2014 proveniente dai settori eolico, solare, biomasse, geotermico, idrico e marino;
+0,6% differenziale rispetto all’energia pulita dell’anno 2013;
92% delle energie pulite derivanti da eolico e solare;
+39% la percentuale degli investimenti cinesi rispetto al 2013 pari a 83 miliardi di dollari;
+7% la percentuale degli investimenti statunitensi rispetto al 2013 pari a 38 miliardi di dollari;
+10% la percentuale degli investimenti nipponici rispetto al 2013 pari a 35 miliardi di dollari;

Achim Steiner – ViceSegretario Generale ONU e Direttore Esecutivo UNEP ha dichiarato: “Un controllo serrato delle emissioni dannose e un prezzo di mercato agevolato faranno si che le tecnologie innovative e pulite saranno sempre più insostituibili e importanti.”