Efficienza energetica: il governo USA mette a disposizione 500 milioni di dollari per l’installazione di pannelli solari

MTE4MDAzNDEwNzg5ODI4MTEwL’amministrazione Obama ha sbloccato 500 milioni di dollari. Una cifra importante che consentirà l’installazione di pannelli solari ad alta efficienza in alcuni edifici di edilizia agevolata e popolare.
L’impegno nella lotta ai cambiamenti climatici passa anche attraverso i minori consumi. Di questo l’amministrazione Obama è conscia. Lodevole quindi l’iniziativa di aumentare l’accesso all’energia solare a tutti gli americani, in particolare quelli a basso reddito.
Anche nello scorso anno l’aumento di energia prodotta dal solare negli Stati Uniti è stata significativa. Il tasso di crescita del settore energia solare cresce 10 volte di più rispetto ai settori edilizi tradizionali. Sicuramente questo passo in avanti è stato dettato anche dal costo di installazione degli impianti, il cui prezzo medio è sceso del 50 per cento rispetto ad inizio 2010.
La volontà è quella di facilitare l’accesso al credito consentendo a tutti i cittadini americani, anche quelli che non possiedono la prima casa e vivono in affitto, di poter godere dei vantaggi economici di un impianto di produzione solare, restituendo un contributo importante di aria pulita all’ambiente.
Le azioni poste in essere dell’amministrazione per raggiungere l’ambizioso traguardo sono:

  • promozione di una partnership nazionale per sbloccare l’accesso al solare per il quasi il 50 per cento delle famiglie e delle imprese che sono affittuari o non hanno un adeguato spazio sul tetto per l’installazione di sistemi solari;
  • registrazione dell’obiettivo di installazione di 300 megawatt (MW) di energia rinnovabile negli alloggi sovvenzionati dal governo federale, con assistenza tecnica e normativa in loco;
  • realizzazione tramite le associazioni di rappresentanza degli inquilini in 20 stati federali di 260 progetti di energia solare
  • ricezione di un fondo di 520 milioni di dollari, ad incremento della dotazione statale messa a disposizione, donato da associazioni filantropiche, per finanziare gli interventi nelle situazioni più difficili;
  • formazione nel campo dell’energia solare rivolta a giovani e soggetti svantaggiati;
  • ri-occupazione dei veterani e dei reduci delle forze armate statunitensi, formati in appositi programmi di sviluppo in 10 basi militari.

Con queste azioni il Presidente Obama ha dichiarato di voler arrivare ad impiegare 75mila lavoratori nel campo del solare che diventerà, nei prossimi anni, la prima fonte energetica alternativa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...