Consumando meno potremo dire addio a 165 centrali a carbone

Grangemouth Oil Refinery Workers Walk Out On Strike

I requisiti di efficienza energetica sono importanti e andrebbero applicati con i criteri più severi su larga scala. Se i criteri più stringenti venissero allargati a tutto il mondo si potrebbero mettere i lucchetti ai cancelli di 165 centrali a carbone con un risparmio in termini di inquinamento e surriscaldamento esponenziale, circa il 10% in meno su scala mondiale!
Lo studio, redatto da Ecofys, per conto della Commissione Europea mira a sensibilizzare le istituzioni sul tema.
Il settore del freddo non è ovviamente immune alla provocazione. La refrigerazione commerciale ha consumi da capogiro e anche i piccoli impianti (considerata la diffusione) “costano” parecchio in termini di dispendio energetico.
Il concetto non è ovviamente rinunciare ai benefici delle refrigerazione e del condizionamento ma innovare affinchè questi benefici possano essere alla portata di tutti anche in futuro.
Risparmiare energia e riconvertire è anche un importante volano economico. Si prevedono, in casi di applicazione dei criteri sopracitati, benefici economici compresi tra i 300 e i 400 miliardi di euro e circa due milioni di nuovi posti di lavoro.
Occorre l’impegno di tutti. Ne vale la pena.

Rispondi