Il Metereologo Giuliacci a MCE per parlare dei cambiamenti climatici

giugliacciGli edifici generano il 40% del totale delle emissioni di anidride carbonica in Europa e giocano quindi un ruolo fondamentale nel raggiungimento degli obiettivi dell’accordo sul clima del COP21.  Nello stand Danfoss a MCE 2016, il Professor Andrea Giuliacci ha illustrato le conseguenze locali e mondiali del riscaldamento globale, nonché l’importanza dell’efficienza energetica come strumento principale per combattere il cambiamento climatico.
Ondate di calore estremo in estate, violenti temporali in inverno, centri urbani allagati e alto tasso di smog nelle principali città, sono solo alcune delle disastrose conseguenze che l’Europa centro-meridionale sta affrontando a causa del riscaldamento globale.
“Il clima sta diventando sempre più imprevedibile a causa del riscaldamento globale; dobbiamo inoltre affrontare le conseguenze di un crescente numero di eventi meteorologici estremi. Si tende a pensare che gli effetti del cambiamento climatico si verificheranno solo in un futuro lontano, ma in realtà li stiamo già vivendo Ad esempio periodi di prolungata alta pressione, che a loro volta fanno aumentare drasticamente i livelli di smog nelle città durante i periodi invernali, oppure violenti nubifragi o abbondanti nevicate con implicazioni potenzialmente fatali” dice Andrea Giuliacci, climatologo e Professore dell’Università di Milano-Bicocca.
Ad MCE 2016, presso lo stand Danfoss Lounge il professor Giuliacci ha tenuto una serie di interventi sugli effetti del riscaldamento globale e sulle possibili azioni correttive.
Grazie alle nuove tecnologie altamente eco-compatibili, Danfoss sta assumendo un ruolo di primo piano nella promozione di soluzioni per l’efficientamento energetico che, a fronte di un piccolissimo investimento, possono aiutare a combattere il cambiamento climatico negli edifici residenziali e commerciali.
“Dobbiamo fare tutto il possibile per accrescere la cultura e la consapevolezza energetica nella nostra società, in modo che le persone si rendano conto che la responsabilità è di noi tutti – dai bambini nelle scuole ai proprietari degli immobili. Per molti anni, abbiamo beneficiato del privilegio di avere gas a buon mercato per il riscaldamento domestico; ora ci stiamo rendendo conto delle conseguenze e stiamo affrontando condizioni ambientali poco salutari ed eventi meteorologici estremi. Dobbiamo renderci conto che è indispensabile il contributo di ognuno di noi, ad esempio, prendendo in considerazione le soluzioni per l’efficientamento energetico nella propria abitazione”, dice Roberto Matina, Senior Director per il Sud Europa e il Resto del Mondo presso i nuovi uffici di Danfoss a Milano.
Le soluzioni ad alta efficienza energetica sono già a portata di mano
Si stima che circa 15 milioni di radiatori in Italia vengano attualmente regolati mediante valvole manuali o che ne siano addirittura del tutto sprovvisti.
Tutto questo cambierà con il Nuovo Decreto sull’Efficienza Energetica n. 102/2014 che introduce l’obbligo di contabilizzare l’energia nei condomini. L’installazione di valvole termostatiche che regolano automaticamente la temperatura a livelli preimpostati è una delle misure più economiche per abbattere mediamente del 20% il consumo energetico negli edifici.
“Siamo tutti alla ricerca di soluzioni semplici, convenienti e accessibili. È per questo che abbiamo sviluppato il sistema Danfoss Link che consente di regolare il riscaldamento di ogni ambiente anche da remoto tramite smartphone. Questa facilità nel controllo del riscaldamento domestico consente alle famiglie di risparmiare 200/300 euro all’anno sulla bolletta dell’energia; il ritorno dell’investimento avviene entro i primi due anni di utilizzo grazie all’elevato livello di efficienza energetica ottenibile (fra il 20% e il 30%)”, continua Roberto Matina.
Danfoss Link è una soluzione collaudata e già utilizzata in tutta Europa. In Italia, inoltre, sono stati introdotti degli incentivi governativi per promuovere l’utilizzo di soluzioni a risparmio energetico nelle abitazioni private. In sostanza, i proprietari delle abitazioni possono ottenere una detrazione fiscale del 65% sugli interventi di riqualificazione energetica, come ad esempio, l’installazione di nuove caldaie a gas, di scambiatori di calore e di valvole termostatiche per radiatori come Danfoss Link ™.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...