Centro Studi Galileo certifica la prima donna Tecnico del Freddo del Medio Oriente!

consegna_attestato_Asmaa_Alenezi

Il Docente Gianfranco Cattabriga consegna l’attestato al primo Tecnico del Freddo donna del Medio Oriente Asmaa Alenezi

Centro Studi Galileo da un lustro è incaricato dalle Nazioni Unite di formare i Tecnici delle Nazioni in via di sviluppo o arretrate dal punto di vista della tecnica industriale e delle normative di tutela ambientale.
Questa missione, che ha coinvolto 50 nazioni in 4 continenti, si è resa ancora più necessaria dopo l’emendamento di Kigali che impone a tutte le nazioni firmatarie del Protocollo di Montreal il phase – down HFC.
Principalmente al Centro Studi Galileo è richiesta, in collaborazione con le principali Associazioni europee di settore, la stesura di schemi di certificazione nazionale e la formazione dei docenti.

 

Questo è avvenuto in Kuwait, dal 15 al 17 ottobre 2018.
Una classe di 20 allievi è stata formata dal docente esperto Gianfranco Cattabriga, con un modulo di preparazione alle Tecniche Frigorifere ed esame di certificazione per l’ottenimento del Patentino Italiano Frigoristi PIF sul modello europeo.
La grande novità ha il nome di Asmaa Alenezi: prima donna certificata del Medio Oriente!
In questo caso si tratta di una futura formatrice, ma sono molto le donne che dopo la qualificazione a Tecnico del Freddo avvenuta nell’ultimo decennio si sono avvicinate alla professione. Basti vedere l’elevato numero già formato e certificato in Tunisia nel 2018 da Centro Studi Galileo in collaborazione con UNIDO.
La formazione nelle nazioni in fase di industrializzazione è fondamentale per una duplice motivazione.
Una corretta catena del freddo aiuta a sostenere il percorso di crescita economica e di miglioramento sociale con la creazione di macroeconomie agricole, conservazione dei vaccini, igienizzazione.
La tutela ambientale derivata da una corretta gestione dei refrigeranti aiuta a non vanificare gli sforzi in questa direzione dell’industria europea, prima al mondo a lavorare sul phase down degli HFC.
Questo è avvenuto in Kuwait, dal 15 al 17 ottobre 2018.
Una classe di 20 allievi è stata formata dal docente esperto Gianfranco Cattabriga, con un modulo di preparazione alle Tecniche Frigorifere ed esame di certificazione per l’ottenimento del Patentino Italiano Frigoristi PIF sul modello europeo.
La grande novità ha il nome di Asmaa Alenezi: prima donna certificata del Medio Oriente!
In questo caso si tratta di una futura formatrice, ma sono molto le donne che dopo la qualificazione a Tecnico del Freddo avvenuta nell’ultimo decennio si sono avvicinate alla professione. Basti vedere l’elevato numero già formato e certificato in Tunisia nel 2018 da Centro Studi Galileo in collaborazione con UNIDO.

aula_1

Lezione teorico pratica

La formazione nelle nazioni in fase di industrializzazione è fondamentale per una duplice motivazione.
Una corretta catena del freddo aiuta a sostenere il percorso di crescita economica e di miglioramento sociale con la creazione di macroeconomie agricole, conservazione dei vaccini, igienizzazione.
La tutela ambientale derivata da una corretta gestione dei refrigeranti aiuta a non vanificare gli sforzi in questa direzione dell’industria europea, prima al mondo a lavorare sul phase down degli HFC

consegna_Attestati

Foto di gruppo degli allievi partecipanti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...