Storico accordo fra Confartigianato e Associazione dei Tecnici del Freddo: la firma al XVIII Convegno Europeo

Image-1

L’ultima firma organizzata da Centro Studi Galileo nella storica Sala di Rappresentanza del Politecnico di Milano tra Nazioni Unite Ambiente e l’Associazione americana ASHRAE

Confartigianato Impianti (associazione di mestiere di Confartigianato Imprese) e Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo (ATF), che detiene la Presidenza di tutte le associazioni europee della refrigerazione AREA, sono ora unite per rappresentare al meglio la categoria dei Tecnici del Freddo.
Questo l’obiettivo dello storico accordo di collaborazione su scala nazionale raggiunto dalle due organizzazioni, che vogliono garantire una rappresentanza più efficace e un peso più significativo della categoria dei Tecnici del Freddo in tutte le sedi istituzionali a fronte dei numerosi cambiamenti normativi e tecnologici.
L’accordo si inserisce nella cornice di una più incisiva promozione della formazione, volta principalmente ad un utilizzo consapevole dei gas climalteranti ma anche ad un utilizzo più sicuro dei nuovi refrigeranti. Questi ultimi, se da una parte non hanno ripercussioni sull’ambiente, dall’altra lavorano ad alte pressioni, sono leggermente infiammabili e richiedono quindi una preparazione specifica da parte di Tecnici del Freddo e spesso anche degli utilizzatori finali.
Il Protocollo d’Intesa, per dare ufficialmente vita a questa collaborazione, verrà firmato dai Presidenti delle due associazioni in occasione del XVIII Convegno Europeo, organizzato da ATF insieme a Centro Studi Galileo in collaborazione con le Nazioni Unite. Al Convegno, in programma il prossimo 6 e 7 giugno presso il Politecnico di Milano, saranno presenti le maggiori autorità del settore della refrigerazione e del condizionamento oltre che le principali associazioni internazionali e rappresentanti dell’industria del freddo.
Il Convegno Europeo viene organizzato da quasi 40 anni da Centro Studi Galileo. Si terrà in collaborazione con l’Agenzia per l’Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP) e l’Istituto Internazionale del Freddo di Parigi (IIR), sarà patrocinato dal Ministero dell’Ambiente. Oltre alle ultime tecnologie attualmente disponibili, verranno approfonditi temi di grande attualità tramite interventi di carattere scientifico tenuti dai maggiori esperti del settore.

Rispondi