Corso train-the-trainers UNIDO-CSG sui refrigeranti infiammabili: si rinnova la collaborazione fra Italia e Argentina

P1020785L’utilizzo sicuro dei refrigeranti infiammabili è stato il tema principale del corso per una delegazione delle Nazioni Unite di 22 docenti argentini del settore della refrigerazione.
Da tempo è stata rilevata la necessità di una formazione specifica legata ad un utilizzo consapevole dei refrigeranti alternativi (fluidi naturali, CO2, idrocarburi, ammoniaca, HFO). Questi ultimi, se da una parte presentano il vantaggio di non avere ripercussioni sul clima e sull’ambiente, dall’altra possiedono particolari caratteristiche che rendono necessario un certo grado di preparazione: in particolare, lavorano ad alte pressioni e/o sono infiammabili.
Il corso, nell’ambito di un progetto di formazione in cooperazione con l’UNIDO (Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale), ha avuto luogo dal 24 al 28 giugno a Casale Monferrato. Il corso è stato svolto in lingua spagnola con contributo di 3 docenti altamente qualificati. Il modulo teorico si è tenuto presso il Castello di Casale, la parte pratica si è svolta nell’aula corsi-laboratorio del Centro Studi Galileo.
Uno degli obiettivi era l’aumento delle competenze per l’uso delle tecnologie europee in tutto il mondo e in questo caso specifico in Argentina a fronte del cambio dei refrigeranti secondo l’emendamento di Kigali. Quest’ultimo prevede una riduzione dell’uso degli HFC simile al regolamento europeo F-Gas ma traslato temporalmente di circa un decennio.
Per quanto riguarda le dimostrazioni pratiche di impiego di questa nuova tecnologia, ciò è stato possibile anche grazie al contributo di prestigiose aziende locali come Epta-Iarp e SandenVendo, leader della refrigerazione commerciale e domestica e storici partner del Centro Studi Galileo.
Sabato 29 giugno, a chiusura del corso, i Professori argentini hanno sostenuto con esito positivo il primo esame teorico-pratico Real Alternatives ad hoc, il quale ha ufficialmente certificato le loro competenze nel maneggiare in maniera sicura i refrigeranti infiammabili e gli impianti che li contengono.
La consegna degli attestati è avvenuta nella cornice di Palazzo San Giorgio, sede del Comune di Casale Monferrato, dove il Sindaco Federico Riboldi ha accolto la delegazione.
A dicembre 2017, Centro Studi Galileo aveva già tenuto due convegni in Argentina (nelle città di Buenos Aires e Rosario) accompagnato da una delegazione di 10 aziende italiane per mostrare l’eccellenza delle tecnologie attualmente disponibili in Europa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi