NUOVA RUBRICA: APPROFONDIAMO IL DECRETO – La Banca Dati e il Registro telematico sono la stessa cosa?

bancadati-interventiLa Banca Dati gas fluorurati e il Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate sono gestite entrambe dalla Camera di Commercio, ma hanno finalità differenti.
Il Registro telematico nazionale è in vigore dal 2012 e ha come obiettivo quello della trasparenza. I clienti finali lo possono consultare per accertarsi che il Tecnico del Freddo che ha di fronte e l’azienda per cui quest’ultimo lavora siano in possesso della certificazione F-Gas. Infatti, gli enti certificatori aggiornano annualmente, sul Registro telematico, la posizione delle persone e delle imprese certificate attraverso il mantenimento dei certificati. Il registro telematico nazionale è raggiungibile al sito www.fgas.it.
La Banca Dati, invece, è stata istituita nel 2019 ed è un registro degli interventi di installazione, controllo delle perdite, manutenzione, riparazione e smantellamento. Serve per tenere traccia di tutti gli interventi che la legislazione vigente contempla. Essendo poi gestita dalla stessa Camera di Commercio che gestisce il registro telematico nazionale, nel momento in cui si inserisce il nome di una ditta, emerge immediatamente se l’azienda è certificata o meno. La Banca Dati è raggiungibile dal sito www.bancadati.fgas.it ed è fruibile dopo essersi abilitati all’accesso.
L’obbligo di certificazione interessa le imprese che svolgono l’installazione, la manutenzione o la riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento dell’aria e pompe di calore contenenti gas fluorurati ad effetto serra.
Il 12 dicembre Centro Studi Galileo organizza un nuovo corso a Casale Monferrato per preparare tutta la documentazione necessaria ai fini dell’ottenimento della certificazione dell’azienda. Le iscrizioni, aperte fino al 4 dicembre, sono da effettuare contattando l’indirizzo email corsi@centrogalileo.it o il numero 0142452403. La sessione successiva si terrà il 18 febbraio.

Un commento

  1. Buonasera,

    nel regolamento europeo 517 viene data la definizione di apparecchiatura ermeticamente sigillata come segue: “apparecchiature in cui tutte le parti contenenti gas fluorurati a effetto serra sono solidamente fissate mediante saldatura, brasatura o altra connessione permanente analoga, che può comprendere valvole sigillate o punti di accesso sigillati per garantire una riparazione o uno smaltimento adeguati, e che abbiano un comprovato tasso di perdita inferiore a tre grammi annui sotto una pressione di almeno un quarto della pressione massima consentita”;

    Possiamo considerare come valvole di carica soluzioni tecniche che prevedono la presenza di uno spillo saldato e la sua chiusura con il bocchettone (come da foto allegate)? Questo ci permetterebbe di classificare alcuni nostri impianti come ermeticamente sigillati

Rispondi